Visualizzazioni totali delle visite sul blog "Mitrokhin" dalla sua nascita: 08 Novembre 2007

Vota il mio blog...

siti migliori

Il 4 Dicembre 2016, al Referendum Costituzionale, cosa voterai?

Classifica settimanale delle news piu' lette sul blog Mitrokhin...

Cerca nel blog

Caricamento in corso...

News del blog in email...

Translator (Translate blog entries in your language!)

Post in evidenza

Guy Fawkes e il grande complotto di Londra del 5 Novembre 1605...

Ritratto di Guy Fawkes (Trelleek) Guy Fawkes ( York , 13 aprile 1570 – Londra , 31 gennaio 1606 ) è stato un militare inglese . N...

lunedì 23 maggio 2011

Crisi, un italiano su 4 è a rischio povertà!

I più colpiti dal fenomeno gli anziani soli e le famiglie più numerose, soprattutto quelle che vivono nel Mezzogiorno. La crisi colpisce i giovani e le donne!

Un italiano su 4 è a rischio povertà o esclusione sociale:  il 24,7% della popolazione, più o meno 15 milioni. A dare l’allarme l'Istat nel rapporto annuale diffuso oggi, secondo cui si tratta di un "valore superiore alla media Ue  (23,1%)". In particolare, le persone più a rischio sono gli anziani soli e le famiglie più numerose, soprattutto quelle che vivono nel Mezzogiorno, che si conferma l'area più depressa della penisola.
Il rapporto conferma anche che sono i giovani la categoria più colpita dalla crisi economica: nel biennio 2009-2010 si registrano 501mila occupati in meno nella fascia d'età compresa tra i 15 e i 29 anni. In totale, il numero degli occupati è diminuito di 532 mila unità. Al saldo negativo dei giovani si aggiunge infatti il calo di 322 mila unità nella fascia d'età compresa tra i 30 e i 49 anni cui si contrappone l'incremento di 291 mila unità tra gli over 50. 
Nel 2008-2009 circa 800.000 madri italiane (pari all’8,7% delle donne che lavorano o hanno lavorato in passato) hanno dichiarato di essere state licenziate o messe in condizioni di doversi dimettere in occasione o a seguito di una gravidanza. A subire più spesso questo trattamento, si legge nel dossier, "non sono e donne delle generazioni anziane ma le più giovani  (il 13,1% delle madri nate dopo il 1973), le residenti nel Mezzogiorno  (10,5) e le donne con un titolo di studio basso  (10,4)".

 Fonte: http://www.fastweb.it
23 maggio 2011

Nessun commento:

ITALIA-CINA

ITALIA-CINA
PER L'ALLEANZA, LA COOPERAZIONE, L'AMICIZIA E LA COLLABORAZIONE TRA' LA REPUBBLICA ITALIANA E LA REPUBBLICA POPOLARE CINESE!!!