Visualizzazioni totali delle visite sul blog "Mitrokhin" dalla sua nascita: 08 Novembre 2007

Vota il mio blog...

siti migliori

Il 4 Dicembre 2016, al Referendum Costituzionale, cosa voterai?

Classifica settimanale delle news piu' lette sul blog Mitrokhin...

Cerca nel blog

Caricamento in corso...

News del blog in email...

Translator (Translate blog entries in your language!)

Post in evidenza

Guy Fawkes e il grande complotto di Londra del 5 Novembre 1605...

Ritratto di Guy Fawkes (Trelleek) Guy Fawkes ( York , 13 aprile 1570 – Londra , 31 gennaio 1606 ) è stato un militare inglese . N...

sabato 30 luglio 2011

Mancano solo tre settimane per il primo anniversario della scomparsa di Sarah Scazzi, uccisa molto probabilmente per gelosia, forse dalla sua stessa cugina Sabrina Misseri con la complicità della madre e zia di Sarah, Cosima Serrano Misseri! Da quel maledetto Giovedì 26 Agosto 2010 molti errori sono stati commessi dagli inquirenti che hanno indagato sul caso di cronaca nera! Come sostengo da sempre, la Giustizia Italiana spesso ha fatto buchi nell'acqua, occorre una radicale riforma della Magistratura e delle Forze dell'Ordine! Troppi soldi e troppi uomini vengono impegnati in inchieste quasi inutili (vedere il caso Ruby-Berlusconi) mentre per la lotta alla Mafia, al Terrorismo e per la sicurezza dei cittadini, le risorse vengono tagliate!

AVETRANA - TARANTO - Ecco le tappe principali dell'inchiesta sull'omicidio di Sarah Scazzi, dalla scomparsa e uccisione di Sarah avvenuta ad Avetrana (Taranto), alla richiesta di processo della Procura per 13 imputati.
26 AGOSTO 2010 - Sarah Scazzi, 15enne di Avetrana, esce dalla sua casa per andare al mare con la cugina Sabrina Misseri, che abita a 400 metri di distanza, ma scompare nel nulla.
29 SETTEMBRE 2010 - Michele Misseri, padre di Sabrina e zio di Sarah, consegna ai carabinieri un telefonino parzialmente bruciato, che risulterà appartenere a Sarah, dicendo di averlo trovato per caso in un terreno in cui stava lavorando nelle campagne di Avetrana.
6 OTTOBRE 2010 - Interrogato dai carabinieri a Taranto, Michele Misseri confessa di aver ucciso Sarah, strangolandola nel garage di casa dopo un rifiuto alle sue avances, e di aver abusato del cadavere in campagna. Nella notte fa ritrovare il corpo, gettato in un pozzo-cisterna.
15 OTTOBRE 2010 - In un colloquio in carcere con i magistrati inquirenti, Misseri chiama in correità la figlia Sabrina: lui l'ha strangolata mentre lei la teneva ferma. Nel pomeriggio Sabrina viene interrogata nella caserma dei carabinieri a Manduria: alle 23 scatta il fermo per concorso in omicidio e viene trasferita in carcere.
19 NOVEMBRE 2010 - Nel carcere di Taranto si svolge l'incidente probatorio sulle dichiarazioni di Michele Misseri: l'agricoltore conferma le accuse alla figlia Sabrina, ritirando i particolari delle avances alla nipote e del vilipendio sul cadavere di Sarah.
VIGILIA DI NATALE 2010 - Michele Misseri scrive le prime due lettere di una lunga serie, scagionando di fatto la figlia e sostenendo che in carcere ci sono 'innocenti'.
23 MARZO 2011 - In una lettera inviata al suo avvocato Francesco De Cristofaro e datata 9 febbraio 2011, Michele Misseri si accusa di nuovo del delitto. Dice di aver strangolato Sarah con una corda nel garage di casa durante un raptus scaturito dal fatto che non riusciva a far partire il suo trattore.
19 MAGGIO 2011 - La Cassazione, su ricorso dei difensori di Sabrina, annulla con rinvio il provvedimento cautelare nei confronti della ragazza. Per i giudici Misseri è inattendibile (ha fornito sette versioni con dettagli diversi) e il movente della gelosia di Sabrina verso Sarah non regge.
26 MAGGIO 2011 - Su ordinanza del gip del Tribunale di Taranto, i carabinieri arrestano Cosima Serrano, moglie di Michele e madre di Sabrina, per concorso in omicidio e sequestro di persona insieme alla figlia Sabrina, alla quale viene notificata in carcere un'altra ordinanza di custodia cautelare.
30 MAGGIO 2011 - Su richiesta della Procura, Michele Misseri viene scarcerato dal gip, che gli impone solo l'obbligo quotidiano di firma nella caserma dei carabinieri ad Avetrana, e torna a casa con l'altra figlia, Valentina.  
1 LUGLIO 2011 - I carabinieri notificano l'avviso di conclusione delle indagini preliminari a 15 indagati, tra i quali quattro avvocati. Per Cosima e Sabrina le accuse di concorso in omicidio e sequestro di persona, a Michele si contesta la soppressione del cadavere.
29 LUGLIO 2011 - La Procura chiede il rinvio a giudizio per 13 indagati. Stralciate, per motivi procedurali, le posizioni di un fioraio, Giovanni Buccolieri (che ha indicato il presunto sequestro in auto di Sarah, dicendo poi che era stato un sogno) e di un suo amico, accusati di false informazioni al pm.

Fonte: http://www.ansa.it

Nessun commento:

ITALIA-CINA

ITALIA-CINA
PER L'ALLEANZA, LA COOPERAZIONE, L'AMICIZIA E LA COLLABORAZIONE TRA' LA REPUBBLICA ITALIANA E LA REPUBBLICA POPOLARE CINESE!!!