Visualizzazioni totali delle visite sul blog "Mitrokhin" dalla sua nascita: 08 Novembre 2007

Vota il mio blog...

siti migliori

Il 4 Dicembre 2016, al Referendum Costituzionale, cosa voterai?

Classifica settimanale delle news piu' lette sul blog Mitrokhin...

Cerca nel blog

Caricamento in corso...

News del blog in email...

Translator (Translate blog entries in your language!)

Post in evidenza

Guy Fawkes e il grande complotto di Londra del 5 Novembre 1605...

Ritratto di Guy Fawkes (Trelleek) Guy Fawkes ( York , 13 aprile 1570 – Londra , 31 gennaio 1606 ) è stato un militare inglese . N...

martedì 18 ottobre 2011

Manifestazione a Roma - Sabato15 Ottobre 2011 - Guerra a San Giovanni...




Dal nostro inviato:
 
ROMA - Sveglia alla buon’ora, ore 4 del mattino, il tempo di prepararsi e uscire per raggiungere il punto di ritrovo del gruppo di molfettesi – pullman organizzato dalla locale sezione di Rifondazione - che hanno deciso di partire per Roma per partecipare a quella grande manifestazione, a quel grande appuntamento mondiale, per protestare contro l’Europa dei banchieri, gli speculatori finanziari, i tagli alla scuola, alla cultura... Insomma, per protestare contro questo sistema economico e politico che sta palesando tutti i suoi limiti, ma soprattutto che sta precludendo il futuro a tutti i nostri giovani.
Il clima era di festa, bandiere, striscioni… e quel clima abbiamo trovato a Roma. Il mondo reale non corrisponde mai a quello rappresentato dai media di regime, nel bene e nel male. Non abbiamo assistito a nessuno scontro, a nessuna auto incendiata, non abbiamo avuto insomma nessun problema… L’unico problema che avevamo erano i telefoni che squillavano continuamente per quel che i nostri genitori, parenti, mogli, fidanzate… vedevano in TV e che evidentemente la strarande maggioranza di noi non ha visto. L’enorme corteo in gran parte di giovani provenienti da tutte le parti d’Italia, università, scuole… è stato qualcosa di straordinario, multiculturale, multietnico, multicolore… Mi sia consentito, anche se ci muovevamo per protestare, evidentemente, l’evento è stato spettacolare, godibile.
Una gran festa insomma, una grande presa di coscienza di chi, finalmente, non vuole rassegnarsi all’andazzo di questo decadimento… Pare che addirittura la nostra manifestazione sia stata una delle più rilevanti a livello mondiale. Il motivo è chiarissimo, noi, oltre ad avere i problemi che hanno tutte le altre nazioni, abbiamo anche un casino – in tutti i sensi – in più: Berlusconi! Abbiamo visto elicotteri volteggiare nel cielo, ingenti forze di polizia, nelle strade laterali il corteo e in alcuni punti nevralgici, quali il Colosseo, Piazza Esedra, Via Cavour.
La presenza delle forze dell’Ordine è stata costante e vigile. Ma, mi sia consentito, ci siamo fidati molto di più degli operai che hanno organizzato un servizio d’ordine formidabile ed ineccepibile, presidiando il nostro tratto di corteo per tutti i lati, pronti evidentemente a “rispedire al mittente”, eventuali “interferenze”… Tutto quindi è proceduto tranquillamente, a parte i tam tam, via sms principalmente che ci provenivano più dai parenti preoccupati – poiché sui media di regime continuavano a passare le immagini solo degli scontri e delle auto incendiate, non altro – noi abbiamo partecipato ad una festa formidabile.
Ma abbiamo voluto vederlo tutto, il corteo nella sua maestosità per cui ad un certo punto, abbiamo deciso, un gruppo di noi di percorrerlo lateralmente, per vedere gli innumerevoli gruppi provenienti da tutt’Italia, e poter subito scattare qualche foto, ma soprattutto per sorprenderci vedendo la fantasia, di quei cartelli, di quelle bandiere di quegli striscioni, anche bande, maschere…
Siamo arrivati fin giù a via dei Fori Imperiali, e nulla di nulla, ma ci arrivavano gli echi di alcuni scontri in piazza San Giovanni. Abbiamo saputo solo dopo che un gruppo cospicuo di black bloc, aveva preso “indisturbato” la testa del corteo, e aveva proceduto in atti di teppismo gratuito… sfasciando a destra e manca. Oggi si parla solo di questo, o di questi. Insomma, i black bloc e soprattutto chi li ha mandati, hanno voluto sabotare una manifestazione contro il governo, per rafforzare un Berlusconi molto malandato, utilizzando il metodo Cossiga.
Fatto sta, che i black bloc sono gruppi facilmente identificabili, hanno un abbigliamento inconfondibile, vestono di nero, mettono caschi… ma le forze dell’ordine, forse hanno delle regole d’ingaggio, diverse da quelle che uno ci si aspetterebbe in simili circostanze. Le azioni preventive, forse, non sono tra i desiderata di questi signori che ci governano, ieri con le chiacchiere, oggi forse con il tentativo di spandere panico e paura.
Ci siamo chiesti: perché le forze dell’ordine non li hanno fermati? Perché hanno consentito che mettessero Roma a ferro e fuoco?
La manifestazione si è conclusa almeno per quanto riguarda il nostro tratto di corteo, a piramide, tra canti balli, musica patriottica… Ci “dispiace” dovervi dire, che anche questa volta, la tv, vi ha mandato in onda un film orror, che forse non sarebbe mai stato trasmesso se i teppisti e i black bloc – ripeto individuabili – fossero stati bloccati per tempo, cosa che ad oggi non è ancora avvenuta in nessuna manifestazione. Una vota si chiamavano “convergenze parallele!”

© Riproduzione riservata
Fonte: http://www.quindici-molfetta.it

Nessun commento:

ITALIA-CINA

ITALIA-CINA
PER L'ALLEANZA, LA COOPERAZIONE, L'AMICIZIA E LA COLLABORAZIONE TRA' LA REPUBBLICA ITALIANA E LA REPUBBLICA POPOLARE CINESE!!!