Visualizzazioni totali delle visite sul blog "Mitrokhin" dalla sua nascita: 08 Novembre 2007

Vota il mio blog...

siti migliori

Il 4 Dicembre 2016, al Referendum Costituzionale, cosa voterai?

Classifica settimanale delle news piu' lette sul blog Mitrokhin...

Cerca nel blog

Caricamento in corso...

News del blog in email...

Translator (Translate blog entries in your language!)

Post in evidenza

Guy Fawkes e il grande complotto di Londra del 5 Novembre 1605...

Ritratto di Guy Fawkes (Trelleek) Guy Fawkes ( York , 13 aprile 1570 – Londra , 31 gennaio 1606 ) è stato un militare inglese . N...

venerdì 1 marzo 2013

Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano: “Serve un governo, non posso sciogliere le Camere!”

Il Capo dello Stato incalza i partiti: “Ora bisogna trovare una soluzione!”
 
PIERLUIGI BERSANI, LEADER DEL P.D.
ROMA - Pier Luigi Bersani lancia un programma di sette-otto punti su cui votare la fiducia a un governo di centrosinistra. Beppe Grillo rimarca il “niet” alle apertura del Pd. Silvio Berlusconi propone di fare una nuova legge elettorale e poi tornare subito al voto. Il rebus del futuro governo sembra lontano da una soluzione. Il problema è che nessuna forza politica sembra in grado di avere la maggioranza in Senato. In questa situazione di incertezza Giorgio Napolitano interviene per lanciare un messaggio chiaro ai partiti: «Andare a rivotare non mi interessa. Non ho potere di scioglimento delle Camere». 
Il Capo dello Stato ha parlato con i giornalisti uscendo dall’Università Von Humboldt di Berlino, dove ha tenuto una «lecture». «Dubito che un nuovo presidente possa pensare solo a sciogliere le Camere». «Bisogna vedere come dare un governo all’Italia... Poi nel merito non entro». E sulle idee di Bersani taglia corto: «Non ho letto il suo programma». Ma comunque «Potremo superare le difficoltà che ci sono davanti nelle prossime settimane, dando un’immagine giusta del nostro paese». Lo ha detto Napolitano sottolineando anche che ogni volta che si vota «come in altri paesi, in un processo democratico ci sono delle incognite. Siamo sereni abbiamo fiducia nelle nostre potenzialità». 
Quanto al suo futuro, Napolitano assicura che «la decisione è automatica, quando sono finiti i 7 anni bisogna procedere all’elezione di un nuovo presidente. Non esistono proroghe, non esistono elezioni a tempo». Il capo dello Stato s’è poi soffermato sulla crisi economica. Secondo Napolitano, in una Unione Europea «che ha abbracciato i valori di una economia sociale e di mercato, non si può non lanciare l’allarme per il configurarsi in Europa di una grave questione sociale», o nascondere «la tendenza delle nostre economie a generare meno occupazione, scarsa occupazione, cattiva occupazione». «Qui si pone e risulta ineludibile, oggi più che mai, il discorso sulle istituzioni, sulle regole, sui canali di rappresentanza della volontà popolare. In questo campo si sono prodotti vuoti e distorsioni, di cui largamente si nutrono le posizioni di disincanto e sfiducia verso la costruzione europea». 

Nessun commento:

ITALIA-CINA

ITALIA-CINA
PER L'ALLEANZA, LA COOPERAZIONE, L'AMICIZIA E LA COLLABORAZIONE TRA' LA REPUBBLICA ITALIANA E LA REPUBBLICA POPOLARE CINESE!!!