Visualizzazioni totali delle visite sul blog "Mitrokhin" dalla sua nascita: 08 Novembre 2007

Vota il mio blog...

siti migliori

Classifica settimanale delle news piu' lette sul blog Mitrokhin...

Cerca nel blog

News del blog in email...

Translator (Translate blog entries in your language!)

Post in evidenza

La morte di Diana Spencer: #LadyD moriva esattamente 20 anni fa a #Parigi in #Francia! (31 Agosto 1997 - 31 Agosto 2017)

PRINCIPESSA DIANA (LADY D) PARIGI - (FRANCIA) - La morte di Diana Spencer (famosa nel mondo con il nome LADY D ) avvenne nelle prim...

IN CASO DI ELEZIONI ANTICIPATE CHI VOTERESTI?

giovedì 10 febbraio 2011

L'Inchiesta Rubygate e gli scandali sessuali: la metodologia applicata dagli Inquirenti Italiani e dalla Magistratura di Milano somiglia vagamente a quella applicata dalla Stasi o dal Kgb ai vecchi tempi della “guerra fredda” quando, per infangare la credibilità ed eliminare dai giochi di potere un avversario politico, si utilizzavano come “armi improprie” la seduzione e la lussuria!

L'Inchiesta Rubygate e gli scandali sessuali: la metodologia applicata dagli Inquirenti somiglia vagamente a quella applicata dalla Stasi o dal Kgb ai vecchi tempi della “guerra fredda” quando, per infangare la credibilità ed eliminare dai giochi di potere un avversario politico, si utilizzavano come “armi improprie” la seduzione e la lussuria.

IL COMPLOTTO CONTRO IL GOVERNO BERLUSCONI: 800 sono le carte che contengono le prove e le accuse, le testimonianze e le parole che a detta degli Inquirenti, incastrerebbero il Premier Silvio Berlusconi e tutta la sua “cricca” di fedelissimi, amici, parenti stretti e collaboratori di vario genere e di varia natura che insieme al Presidente avrebbero favorito la prostituzione minorile, la prostituzione d'alto bordo, la concussione e la corruzione politica, la corruzione di costumi e di denaro, la pornografia, lo sfruttamento di giovanissime e bellissime ragazze che per la carriera e il denaro si sarebbero prestate a qualsiasi “gioco” erotico e non, addirittura la somministrazione di droghe durante i festini a luci rosse e addirittura il favoreggiamento dello spaccio di droga pesante e la lista delle accuse al Premier non finisce qui anzi, chissà quanti altri elementi non sono stati messi agli atti.
La violazione della privacy da parte degli Inquirenti verso il Presidente del Consiglio e verso tutte le persone che sono state coinvolte, direttamente e indirettamente, nell'inchiesta giudiziaria oggi chiamata “Rubygate” è oramai palese ed evidente.
117.000 sono state ad oggi le intercettazioni telefoniche, sia vocali sia sms, archiviate dagli Inquirenti nell'intera area di Villa Arcore, sede principale dei festini a luci rosse.
Una proporzione abnorme se si pensa che per l'inchiesta Yara Gambirasio, la 13enne scomparsa da Brembate il 26 Novembre 2010 ed ancora non ritrovata, le intercettazioni dell'intera area della scomparsa sono state solo 12.000 tra chiamate vocali e messaggi sms, ancora prima per la scomparsa di Sarah Scazzi e per l'indagine portata avanti dopo la scoperta del suo cadavere, le intercettazioni sono state che poche migliaia e comunque fatte in un periodo troppo tardivo e ininfluente.
Per il caso più “bollente” d'Italia e d'Europa invece, sembra proprio che un intero esercito di “spioni” e “guardoni” sia stato assoldato dagli Inquirenti, ripetiamo 117.000 intercettazioni telefoniche e non, da fare invidia alla vecchia STASI di un tempo, il servizio segreto dell'ex-DDR (Repubblica Democratica della Germania dell'Est) ai tempi del muro di Berlino e della “guerra fredda” tra Est e Ovest, tra Capitalismo e Comunismo, tra le Democrazie Occidentali e i Regimi Sovietici Orientali, un testa a testa con un finale che è stato scritto nel lontano 1989.
Come organizzazione interna, come efficienza, tempestività, severità se non anche cinismo e crudeltà, la STASI era seconda solo al KGB dell'Unione Sovietica del tempo; entrambe le agenzie per la Sicurezza Interna dei rispettivi Paesi non solo erano abili ed imbattibili nella tecnica dello spionaggio e del contro-spionaggio, ma erano anche assai abili nel mettere “fuori uso” qualsiasi avversario politico scomodo.
Ecco la prima “analogia” dell'inchiesta Rubygate alle vecchie tecniche utilizzate dai servizi segreti della cortina di ferro: la preponderante varietà, qualità e numero delle intercettazioni telefoniche ed ambientali dove, in ogni attimo, in ogni respiro, in ogni occasione della giornata gli “spiati” sono stati registrati violando ogni canone di privacy personale, violando ogni buon senso per catalogare tutto ciò che per un individuo dovrebbe essere sacro e inviolabile, ecco così che tutto, dai gusti sessuali ai gusti musicali, dai gusti gastronomici ai gusti artistici, tutto ma proprio tutto di ogni uomo politico, di spettacolo o semplicemente di ogni parente che si sia avvicinato ed addentrato a Villa Arcore, tutto è stato ascoltato, trascritto, duplicato, dato in pasto alle fauci fameliche della stampa e della televisione e tutto ciò che dal privato non poteva essere considerato reato penale o civile, tutto è stato svelato indiscriminatamente.
Un Presidente del Consiglio che fa bene il suo lavoro, che sia onesto in politica e integerrimo nella gestione della cosa pubblica, quando la notte entra nel suo letto, nessuno dovrebbe sapere o “spiare” sotto le sue lenzuola sul cosa fa, anche se è un Capo di Stato, e nessun cittadino dovrebbe permettersi di giudicare i gusti sessuali nel privato di un Premier che magari potrebbe apparire ai più un po troppo sprovveduto, aitante, piacione e dedito al divertimento, ma fino a quando amministra bene la cosa pubblica, nessuno dovrebbe permettersi di giudicarlo per la dissolutezza che può esercitare nel privato.
Un Capo di Stato il buon esempio al pubblico lo deve dare occupandosi dei problemi del lavoro, della casa, dei poveri ed in generale nell'amministrazione pubblica di tutta la Nazione; nel suo intimo, nella sua vita privata, anche un Capo di Stato potrà e può fare ciò che vuole senza rendere conto a nessuno, fino a quando non si commette un vero e grave reato quale può essere ad esempio l'omicidio, la violenza fisica, il ladrocinio e lo sperpero delle risorse pubbliche della collettività, attentati contro lo Stato, ruberie di ogni genere, questi sono veri e più gravi reati e non sono certo reati i festini a luci rosse veri o presunti tali che in ogni caso sono stati festini privati, fatti in luoghi chiusi e privati, tra gente privata e invitata direttamente dal Premier e dai suoi collaboratori.
Dove sta il reato nel Rubygate? Tutte le ragazze che hanno presenziato a questi presunti festini hard in ogni caso erano tutte consenzienti, sapevano comunque dove stavano andando, uscite di casa propria, e sapevano soprattutto da chi andavano, perchè andavano e ancora sapevano dal principio per cosa andavano ad Arcore.
Da quando in qua il sesso libero, tra persone libere, adulte e consenzienti è diventato un grave reato di Stato? Un grave reato penale? Forse in Iran e in Afghanistan ancora oggi il sesso al di fuori del matrimonio religioso è considerato un grave reato penale oltre che un grave peccato contro Dio e contro la Religione ma fortunatamente non qui in Italia.
Per quando riguarda lo sfruttamento e l'induzione alla prostituzione minorile questa poi è un'altra accusa che sfiora il ridicolo; la giovane Marocchina Ruby che ha compiuto da poche settimane i 18 anni di età, oggi è indagata anch'essa per avere dichiarato il falso, infatti per entrare a Villa Arcore Ruby che aveva 17 anni dichiarava di averne 24 di anni ma nessuno ha controllato i suoi documenti ed è normale, bastava vederla in fotografia come basterebbe guardarla oggi a distanza di poche settimane: alla fine del 2010 aveva 17 anni e ne dimostrava fisicamente almeno minimo 2 o 3 anni di più, oggi a inizio 2011 dopo avere compiuto i 18 anni la cosa non cambia, Ruby a 17 anni era già una donna ben fatta e completa che dimostrava molto di più dei suoi 17 anni ed è normale che ad una festa, se questa si presenta agli astanti dicendo di avere 24 anni, nessuno baderebbe più di tanto a lei ed alla sua presunta o vera età, perchè Ruby non era una bambina di 10 anni, ad occhio nudo poteva ingannare chiunque ed avrebbe ingannato anche gli Inquirenti stessi che oggi la mettono sotto indagine per “aver dichiarato le sue false generalità!”
La seconda analogia dell'inchiesta Rubygate ai vecchi e collaudati metodi di indagine sullo stile della STASI e del KGB è proprio ciò che ci fa sentire “puzza” e sentore di “complotto politico” prima di tutto.
Da anni ormai le opposizioni politiche del Premier Berlusconi che fanno capo al Centro-Sinistra stanno soffrendo una condizione di basso profilo e di debolezza che hanno quasi “incancrenito” tutto l'apparato politico e istituzionale che gravita attorno ai partiti orfani del Socialismo reale.
La difficoltà a ritrovare un unico leader, forte e carismatico capace di intercettare tutti i voti degli scontenti e dei delusi, degli operai che hanno abbandonato da tempo le Sinistre, del ceto medio-basso e di una parte dell'Imprenditoria privata Italiana, degli artigiani e dei lavoratori autonomi; la difficoltà a coalizzare in un unico cartello elettorale tutte quelle forze politiche che si richiamano al Centro e alla Sinistra; la difficoltà a dialogare con i Cattolici tradizionalisti orfani della Democrazia Cristiana degli anni '80 e '90 del secolo scorso; la difficoltà di proporre un valido, grande e serio progetto di Governo e di Rinascita Nazionale ha spinto tutto l'arco che varia dal Centro-Sinistra alla Sinistra Radicale verso un perenne stato di frustrazione, depressione e frammentazione in cui tutti tentano di dividersi l'uno dall'altro anzi che unirsi in un unico obiettivo, in cui tutti cercano di ergersi a “prima donna” e leader!
Chiarissimo è il fatto che un Centro-Sinistra debole, in questo stato di frustrazione e frammentazione, non è mai stato in grado in questi ultimi anni, di scalzare il Cavaliere Berlusconi dal suo Governo e dal suo Potere Politico.
Nessun argomentazione politica è mai riuscita a mettere in serio pericolo la posizione del Premier, nessun progetto presentato fin'ora, nessun programma elettorale e nessuno delle decine di schieramenti politici messi in campo e poi dissolti dallo stesso schieramento di Centro-Sinistra è mai riuscito a competere testa a testa con lo schieramento di Centro-Destra guidato da Berlusconi, ed anche senza Gianfranco Fini, Presidente della Camera ed ex-alleato di Silvio Berlusconi, il Popolo delle Libertà sembra sempre più forte dei suoi avversari politici che siedono a Sinistra.
I primi cedimenti della posizione forte di Berlusconi sembrano proprio essere causati da questa gigantesca inchiesta giudiziaria partita, fondata e basata sul nulla giudiziario; il Gossip rosa sembra essere più efficace e più efficiente di un valido e normale programma politico di Sinistra.
Il sospetto dunque che questa mastodontica Inchiesta formata ad arte e fondata sul Gossip, sia stata fatta a doc e magari su “commissione”!
Alcuni elementi riconducibili all'opposizione politica del Premier, alcuni apparati dello Stato legati politicamente alle opposizioni, alcuni Magistrati invisi a Berlusconi, tutta una serie di collegamenti politici e giudiziari dunque che posso aver creato e montato questa inchiesta “artificiosamente” sfruttando le debolezze e le vanità di tutti i personaggi che gravitano intorno a queste indagini.
Terza analogia ai sistemi della STASI e del KGB, l'utilizzo massiccio di ragazze e belle donne da “spacciare” come escort e/o come “ballerine” ma che in realtà erano dei veri e propri Agenti Segreti o collaboratrici dei Servizi Segreti i quali le utilizzavano per ingannare (Il caso Ruby ad esempio, la bella ragazza minorenne Marocchina che entra ad Arcore con la bugia e l'inganno!) i soggetti (Agenti Segreti stranieri di paesi nemici, uomini di affari, banchieri, uomini politici ed anche Capi di Stato di paesi esteri nemici!) e sedurli, carpire informazioni importanti e vitali, incastrarli con registrazioni, telefonate e fotografie compromettenti, infangare la loro figura politica o professionale, ricattarli, spingerli a farsi da parte, dimettersi, licenziarsi, altrimenti in caso contrario pena la “distruzione” morale e personale dell'individuo considerato rispettabile, facendo pubblicare tutti i documenti compromettenti e imbarazzanti sulle più importanti riviste o i più importanti quotidiani nazionali e inviare questi documenti ai rispettivi Governi e Ambasciate.
La lussuria, la seduzione, la vanità, la sete di potere e di denaro, di successo e di notorietà, queste erano le armi “improprie” utilizzate dai collaboratori e dagli Agenti della STASI e del KGB e queste sembrano le armi “utilizzate” dalle decine di soubrette, vallette, veline, ballerine, ragazze più o meno note della TV e dello spettacolo, presunte escort, amiche di amiche non ancora famose ma che lo sono guarda caso diventate subito dopo lo “scoppio” dello scandalo Rubygate.
E proprio Ruby che faceva la cubista in discoteca, non era famosa, non era ne un'attrice e ne una velina, guadagnava a serata € 150 mentre oggi, dopo la sua notorietà che i Giudici hanno contribuito con la loro mastodontica inchiesta “Gossip” fondata sul nulla a dargli, Ruby per una serata in discoteca guadagna fino a € 20.000 ecco dunque il sospetto che si fa ogni giorno sempre più grande, per cui tutte queste ragazze od almeno qualcuna di queste siano state in realtà “pilotate” ed utilizzate per un progetto politico più grande e più serio che non è quello di inquisire il Premier per reati discutibili ma bensì quello reale, di distruggere una volta per tutte la figura politica di Silvio Berlusconi, di distruggere la sua credibilità agli occhi degli Italiani e dei suoi elettori, di distruggere la rispettabilità morale del Premier agli occhi della Chiesa, del Vaticano, dei suoi elettori Cattolici, di distruggerlo definitivamente nella sua figura di uomo politico e di imprenditore vincente, di successo.
I piani segreti di questo complotto in pieno stile STASI e KGB sono dunque il ridimensionamento del bacino dei voti dello schieramento del Centro-Destra e del Popolo delle Libertà, favorire l'ascesa dei partiti dell'opposizione che se pur sempre deboli, con un Premier dimezzato e ridimensionato potrebbero avere finalmente quella chance di vittoria elettorale che inseguono da anni con scarsi risultati.
Il popolo Italiano non si faccia ingannare da questa farsa Giudiziaria, da questo complotto politico, da questa Inchiesta fondata sul Gossip dove tutte le intercettazioni si sono rivelate spesso e per lo più ininfluenti, inconcludenti e talvolta dubbiose, se non addirittura falsate e create a “tavolino” per “bombardare” il morale e la tenuta della stabilità del Governo Berlusconi.
I Giudici di Milano che stanno portando avanti l'inchiesta poi, da voci di corridoio, sembra che negli anni passati della loro gioventù abbiano militato in formazioni dell'estrema Sinistra extra-parlamentare vicini a Lotta Continua. Ho detto tutto.

Alexander Mitrokhin

Nessun commento:

ITALIA-CINA

ITALIA-CINA
PER L'ALLEANZA, LA COOPERAZIONE, L'AMICIZIA E LA COLLABORAZIONE TRA' LA REPUBBLICA ITALIANA E LA REPUBBLICA POPOLARE CINESE!!!