Visualizzazioni totali delle visite sul blog "Mitrokhin" dalla sua nascita: 08 Novembre 2007

Classifica settimanale delle news piu' lette sul blog Mitrokhin...

Cerca nel blog

News del blog in email...

Vota il mio blog...

siti migliori

Translator (Translate blog entries in your language!)

Post in evidenza

20 LUGLIO 1969 - 20 LUGLIO 2019: A 50 ANNI DALLO SBARCO DEL PRIMO UOMO SULLA LUNA...

20 LUGLIO 1969 - LO SBARCO SULLA LUNA LA PARODIA DEGLI IMAGINE DRAGONS SULL'ALLUNAGGIO DEL 20 LUGLIO 1969 "On Top Of Th...

giovedì 18 dicembre 2008

Terremoto Giudiziario a Napoli: Una nuova tangentopoli?

Piu' che una nuova tangentopoli sembra pou' una vecchia e triste conferma di come la corruzione ed il marciume politico-affaristico-massonico-mafioso abbia oramai intaccato l'intero sistema politico-sociale nazionale!!! E' ora di una vera e di una effettiva svolta...la Repubblica Italiana così come la conosciamo deve ormai sparire, deve essere spazzata via dall'onda d'urto Rivoluzionaria che deve essere scagliata dalla dura reazione del popolo Italiano, quel popolo a cui vengono pignorate le case, le auto ed i beni posseduti perchè magari non riesce a pagare il mutuo della casa acquistata con tanto sacrificio e sudore...quel popolo sfruttato a 1.000,00 Euro al mese o poco piu' che non riesce ad arrivare alla fine del mese, quel popolo che deve riappropriarsi della propria dignità e della propria libertà, del proprio orgoglio ferito!!! Il popolo Italiano si merita di piu' di questa becera e scandalosa Repubblica Italiana asservita alla Mafia ed alla Massoneria!!! E' giunta l'ora di prepararsi alla rivolta e serrare le fila...piano piano come l'acqua cheta bisogna cominciare a rompere gli argini per travolgere infine le istituzioni inquinate che come parassiti devono essere schiacciate, distrutte, spazzate via insieme a tutta la classe politica sporca e meschina che da Sinistra a Destra guida questa nostra Democrazia malata!!! E' l'ora di dire BASTA...di NON VOTARE PIU' e di praticare l'ASTENSIONE DI MASSA dalle urne dai giorni odierni in poi!!! Dalle singole elezioni Comunali future a quelle Provinciali, Regionali, Nazionali ed Europee...BASTA VOTARE!!! Scegliere oggi il NON VOTO dopo gli ultimi gravissimi fatti di cronaca politica da Napoli alle altre località Campane è un Diritto sacro santo che il cittadino singolarmente si deve riappropriare!!! Riflettiamoci bene tutti insieme, Italiani onesti e brava gente, riflettiamoci su'......

Terremoto giudiziario a Napoli: colpita l'amministrazione Comunale per appalti irregolari!!!

E ci risiamo...il solito sistema Politico Italiano corrotto e colluso che affama il popolo e arricchisce i soliti potenti!!! Non si vuole proprio capire che cambiare Partiti e uomini Politici non serve a nulla...in realtà è il sistema che và totalmente cambiato ed azzerato!!! Tutti i ladri in Siberia!!!

lunedì 15 dicembre 2008

Twisted Sister - Oh Come All Ye Faithful...il NATALE è ormai alle porte!!!

Anche quest'anno si festeggia il Natale e...se quello dell'anno passato fù caraterizzato da una miseria sempre più diffusa, il Natale 2008 si presenta come uno dei più "neri" Natali che l'Italia abbia mai passato dal secondo dopo-guerra ad oggi!!! La crisi internazionale delle banche, i mercati immobiliari in stagnazione, l'industria ed il commercio che sono in ginocchio, i posti di lavoro perduti, i consumi frenati, le tredicesime dei lavoratori dipendenti super tassate che serviranno solo a pagare debiti e rate di mutui sempre più insostenibili per le povere famiglie Italiane in difficoltà ed i tantissimi problemi che la classe media Italiana stà affrontando per sopravvivere...renderanno questo Natale ancora più triste e povero!!! Ed il Governo Italiano che fà...immette sul mercato la Social-Card...una vera e propria "genialata" in negativo, uno dei tanti ed inutili pagliativi che "denigreranno" e demotiveranno ancora di più chi già stà soffrendo per la propria condizione di disagio sociale!!! Lo Stato ha il dovere di intervenire a monte per frenare e contrastare la povertà diffusa...il problema della povertà và estirpato dalla sua radice più profonda!!! La povertà si potrà sconfiggere solo cambiando totalmente il sistema politico, economico e finanziario vigente...conservando l'attuale sistema si conserveranno inevitabilmente tutti i difetti ed il marciume che un'elite precisa vuole mantenere in quanto con questo sistema si arricchisce e vive!!! In questo Natale 2008 l'Italiano medio dovrà riflettere molto sulla sua condizione sempre più precaria su ogni fronte sociale!!!

venerdì 12 dicembre 2008

Il Governo Cinese e la "crociata" anti-pornografia...


Adolf Hitler metteva al rogo i libri. La polizia cinese, invece, i dvd. Ma solamente quelli pornografici. Si tratta di una grande dimostrazione delle forze dell’ordine nella lotta contro la pornografia online: 42 milioni di dvd pornografici sono stati bruciati per contrastare “la distribuzione di materiali pornografici e l’organizzazione di spettacoli di spogliarello, e ripulirà il web da immagini di sesso esplicito, audio e videoclip”.
“Il boom dei siti pornografici sta contaminando il ciberspazio e pervertendo le menti dei giovani cinesi”. Per questo bisognava correre ai ripari per combattere i siti che “diffondono immagini sessualmente esplicite”. Ma non solo: verranno ostacolati anche tutti quelli che diffonderanno “voci di natura pericolosa”. L’ombra della censura sembra allargarsi sempre di più sulla rete cinese, difatti non si arresta l'azione del governo cinese contro pornografia e scommesse online. L'ultima trovata del paese, che adotta un regime particolarmente duro di controllo del web, è l'ideazione di poliziotti virtuali che faranno compagnia ai navigatori.A partire da sabato, i due agenti virtuali faranno capolino all'interno dei principali siti web di Pechino. Secondo le indiscrezioni del China Daily, un poliziotto e una poliziotta (foto in alto), sottoforma di fumetti, appariranno in motocicletta, in auto o a piedi sui monitor, per consigliare agli utenti una navigazione "pulita". Gli agenti virtuali saranno anche pronti ad accogliere le segnalazioni su eventuali siti "illegali". Una definizione, quella di illegalità, che in Cina appare decisamente diversa rispetto agli standard occidentali. Al bando delle autorità sono messi tutti i siti pornografici (spesso vittime di cyber-retate), pagine che incitano alla secessione, siti che promuovono superstizioni, oltre a servizi web di scommesse e giochi d'azzardo. Una campagna di censura molto estesa, che vede negli agenti virtuali solo l'ultima, curiosa novità, che sarà compresa esattamente solo una volta entrata in azione.
In un paese nel quale non ci sono censure culturali o religiose alla liberta' sessuale e nel quale i porno-shop hanno un giro d'affari di decine di milioni di euro, le preoccupazioni riguardano soprattutto i giovani.
Continua la battaglia del governo cinese contro il mondo dell'hard, o meglio, del 'sesso facile'. Dopo l'affondo sul mondo della Rete- che in realtà ha fornito a Pechino una buona scusa per intervenire sulla libera circolazione delle notizie e del pensiero- la mano si fa pesante a danno delle "chat lines" telefoniche che promettono incontri facili e che spesso mascherano la prostituzione.
L' annuncio e' stato dato dal ministro dell'Industria Wang Xudong, che non ha precisato con quali strumenti il governo si propone di agire. Le linee telefoniche di servizio prosperano in Cina e offrono una vasta gamma di prodotti, dalle popolari previsioni del tempo fino ai calendari degli esami universitari per gli studenti. Il profitto di queste societa', ha precisato il ministero dell'Industria, dipende dal numero e dalla lunghezza delle telefonate.
La crociata contro il 'sesso telefonico" - o meglio, il telefono come strumento per organizzare incontri a carattere sessuale- arriva mentre e' ancora in pieno svolgimento la campagna contro la pornografia su Internet, nell' ambito della quale sono stati chiusi centinaia di siti e sono state arrestate alcune decine di persone.
In un paese nel quale non ci sono censure culturali o religiose alla liberta' sessuale e nel quale i porno-shop hanno un giro d'affari di decine di milioni di euro, le preoccupazioni riguardano soprattutto i giovani. Pochi mesi fa ha fatto scalpore il caso di un ragazzo "drogato" da una "chat line" sul sesso, che e' stato scoperto quando i suoi genitori hanno ricevuto una bolletta telefonica astronomica (di 3.800 yuan, pari a circa 380 euro).
"Man mano che le condizioni economiche migliorano - afferma il sociologo Liu Dalin dell'Universita' di Shanghai - i ragazzi maturano piu' velocemente ed e' normale che abbiano un forte interesse verso il sesso. Al momento, le scuole non danno un'adeguata educazione sessuale, e i giovani si rivolgono ai siti internet o ai servizi telefonici per soddisfare le loro curiosita"'.
Un problema serio, per i censori cinesi, e' la difficolta' di trovare le prove delle malefatte dei servizi telefonici. "Controllare il contenuto di tutte le telefonate e' impossibile - ha dichiarato al quotidiano 'South China Morning Post' Tan Pinghua, un funzionario impegnato nella lotta alla pornografia nella provincia dell'Hebei (Cina settentrionale) - possiamo agire solo sulla base delle denunce del pubblico".

martedì 9 dicembre 2008

Il Mitrokhin và in ferie: BUON NATALE ITALIA DEGENERATA!!!

Il blog Mitrokhin si prende un mese di ferie, ci rivedremo ad anno nuovo confidando nella nuova RIVOLUZIONE che...conoscendo a fondo gli Italiani, non ci sarà mai!!! Perchè l'Italiano MEDIO è bigotto e masochista, l'Italiano vero tutto spaghetti e mandolino, pur di soffrire senza lavoro, facendo la fila del pane e dei vestiti alla Caritas, piuttosto che sparare in fronte ai politici mafiosi che lo affamano, si taglierebbe un testicolo da solo!!! Allora io vado in ferie e dico: AUGURI ITALIA, BUON NATALE ITALIANO MEDIOCRE...CI RIVEDIAMO AD ANNO NUOVO!!! INTANTO RIFLETTI!!! SULLA TUA MISERIA E SUL TUO POVERO, INUTILE, MISERO NATALE!!!

venerdì 5 dicembre 2008

L'ULTIMA FOLLIA DEL DALAI LAMA: IL SESSO FA MALE, MEGLIO CASTI!!!

(Sopra il Dalai Lama)
Meglio soli e casti che accompagnati e lascivi. Parola del Dalai Lama che, parlando ai giornalisti ai margini di una conferenza a Lagos, ha spiegato i rischi del sesso e i pregi di una vita pudica. "Credo che la pressione e il desiderio sessuale siano solo una soddisfazione effimera che spesso conduce a complicazioni successive", ha detto il capo dei tibetani in esilio. La vita coniugale, ha specificato, "causa troppi sentimenti instabili. E' naturale che l'essere umano provi il desiderio per il sesso, ma poi interviene l'intelligenza umana a far capire che certe pratiche sono dannose, e a volte portano ad uccidere e al suicidio". Meglio dunque la "consolazione" del celibato. "Senti che ti manca qualcosa", ha spiegato il leader buddista, "ma paragonato all'intera vita, l'astinenza sessuale da' piu' indipendenza e piu' liberta'". Stando al principio del non attaccamento, rappresentato dalla ruota della morte e dal ciclo della reincarnazione, il sesso e la vita coniugale implicherebbero "un legame troppo forte verso i bambini e verso il partner, ossia uno degli ostacoli alla pace mentale". Il 73enne Nobel per la Pace e' da sempre un punto di riferimento non solo nel campo spirituale, ma anche in quello diplomatico. Nei prossimi giorni sara' a Bruxelles per parlare al Parlamento europeo e in Polonia, dove si prevede un incontro con il presidente francese Nicolas Sarkozy.

giovedì 4 dicembre 2008

Signoraggio e crisi economica...

Tutta la verità sul sistema bancario e finanziario Mondiale, chi trae profitto dalla gravissima crisi economica internazionale e chi sono coloro che stanno pilotando ad arte la crisi finanziaria??? Chi trae profitto da tutto ciò di sicuro sono in pochi potenti...e dunque vero che «Se solo la gente sapesse la stoltaggine del nostro sistema monetario e bancario ci sarebbe una rivoluzione prima di domattina»!!!

venerdì 28 novembre 2008

"ANNO ZERO" 27 Novembre 2008...

Ad ANNO ZERO Francesca Fornario attacca il Governo Berlusconi sull'ottimismo e sui consumi...la vergogna di uno Stato che impoverisce sempre di piu' il proprio popolo!!!

I NUOVI POVERI ITALIANI: TANTI GIOVANI E LAUREATI ALLA FAME!!!

Sono aumentati del 40% gli italiani che hanno bisogno di chiedere aiuto ad associazioni che distribuiscono cibo e vestiti...è la nuova nostra tragedia Nazionale...tornano le file lunghe per il pane ed il latte...tornano i negozi che "comprano oro" da chi non c'è la fà piu' ad arrivare alla fine del mese: operai, studenti, famiglie in difficoltà...famiglie Italiane!!! La vergogna di uno Stato inefficiente, assente, parassita...la Repubblica Italiana è vicinissima al collasso totale!!!

Marco Travaglio - "ANNO ZERO"

Marco Travaglio interviene durante la trasmissione di Santoro "ANNO ZERO" sulla crisi economica e sulle contraddizioni dell'attuale Governo Berlusconi...

domenica 23 novembre 2008

Torino, crolla il tetto di un liceo, muore uno studente di 17 anni!

TORINO - Un giovanissimo studente del liceo scientifico Darwin a Rivoli, comune della prima cintura torinese, è morto questa mattina in seguito al crollo di un soffitto di un'aula. Altri venti ragazzi sono rimasti feriti, di cui quattro in gravi condizioni. La vittima si chiamava Vito Scafidi, aveva 17 anni e abitava a Pianezza, località a pochi chilometri dalla scuola. Il giovane frequentava la quarta G e si trovava nella sua classe, al primo piano, durante l'intervallo, quando il soffitto è crollato. Già nella notte un albero ad alto fusto era caduto nel cortile del complesso scolastico. I soffitti delle aule vicine hanno retto ma ci sono vistose crepe. Un cedimento strutturale - non il vento o il maltempo - sarebbe la causa del crollo, forse il cedimento di un tubo di ghisa tra il soffitto e la controsoffittatura. E' questa una delle ipotesi ora al vaglio dei tecnici che stanno effettuando i rilievi all'interno dell'aula in cui si è verificato l'incidente. C'è anche chi ha parlato di scricchiolii avvertiti prima del crollo. Tutti i giovani e i docenti sono stati evacuati mentre le ambulanze continuano a portare via i ragazzi feriti o contusi. I giovani feriti sono stati portati in quattro ospedali diversi: i più gravi sono quattro, tre dei quali sono stati trasportati all'ospedale Cto di Torino e un quarto all'ospedale Molinette. Altri 14 feriti meno gravi sono stati trasportati al san Luigi di Orbassano e all'ospedale di Rivoli. Andrea M., il più grave tra i tre ricoverati al Cto, ha riportato la frattura e la lussazione della terza vertebra lombare con lesione del midollo spinale e sarà sottoposto a intervento per togliere l'osso che comprime il midollo. I medici hanno confermato che il rischio di una paralisi completa è concreto ma per capire se ci sarà il recupero della mobilità bisognerà aspettare da alcune settimane a sei mesi. A Federica A. è stata diagnosticata una prognosi di 60-90 giorni per fratture alla prima vertebra ma senza lesione del midollo. Cinzia P. ha invece contusioni e una trauma cranico lieve. Tutti e tre i ragazzi sono sotto choc post traumatico ma sanno che un loro compagno è morto.
Il crollo del soffitto è avvenuto nella sede principale del liceo scientifico Darwin, in viale papa Giovanni XXIII (ha anche una succursale in via san Bartolomeo). La scuola è un edificio dei primi anni del Novecento, situato sulla collina di Rivoli. Nato come seminario, ha subito l'ultima ristrutturazione negli anni Settanta quando è stata realizzata una nuova ala dell'edificio. L'incidente, che si è verificato nella parte vecchia dell'istituto, potrebbe essere avvenuto in relazione al fortissimo vento che tira da ieri sul torinese, ma secondo Gerardo Ferito, del comando provinciale dei vigili del fuoco di Torino, il crollo "potrebbe non essere stato provocato dal maltempo". "Tutti i feriti sono stati estratti dalle macerie e sono in zona sicura", ha detto il funzionario. "Dai primi elementi visibili - secondo i vigili del fuoco - sembra che la causa non sia da imputare alle forti raffiche i vento". Il crollo ha interessato "un'unica aula dove è crollato il controsoffitto, fatto di laterizi". La tragedia potrebbe quindi essere dovuta a un crollo strutturale le cui cause sono ancora da accertare. Sul posto si sono recati i carabinieri della compagnia di Rivoli e il questore di Torino, Aldo Faraoni. Anche il procuratore aggiunto Raffaele Guariniello e il sostituto procuratore Cesare Parodi sono arrivati a Rivoli per fare un primo sopralluogo. "Abbiamo il dovere di dare spiegazioni a questo nuovo dramma, abbiamo il dovere di dare risposte a quanto è accaduto innanzitutto alla famiglia della vittima e a tutti gli altri genitori" ha detto Guariniello che ha aperto un'inchiesta procedendo per disastro colposo e omicidio colposo a carico di ignoti. Cesare Parodi ha quindi spiegato "la morte è avvenuta per un trauma violento,ma abbiamo comunque disposto l'autopsia. Ora l'importante è capire perché questa tragedia si è verificata".
http://www.repubblica.it (22 novembre 2008)

In memoria di Vito...17 anni, ucciso dal crollo di un tetto a scuola!

Aveva 17 anni, un ragazzo come tanti, quella mattina a scuola, colpa del maltempo e colpa dei disservizi di uno Stato assente, muore sotto le macerie del tetto della propria classe, altri rimangono feriti gravemente, poteva essere una strage...ciao Vito, tu non potevi e non dovevi morire!!! Ma ancora una volta lo Stato Italiano, lo Stato Canaglia per eccellenza, ha sbagliato...tagliano i fondi economici per le scuole che non vengono più monitorate, controllate e la manutenzione è inesistente!!! Perdonaci se puoi...perdona questo Stato Canaglia...e ti faremo una promessa...un giorno sarai vendicato!!! Perchè la tua morte non è stata un'incidente...è stata la conseguenza di questo sistema politico marcio e corrotto che non si è mai fregato della vita e della salute dei propri elettori e dei propri cittadini!!! Sì, un giorno sarai vendicato, demoliremo questo Stato e questa Repubblica anche in tuo nome ed in tuo onore...

giovedì 20 novembre 2008

OMNIBUS - IL PIZZINO DI LATORRE...

Nel Partito Democratico di Walter Veltroni si stanno scontrando due grandi "correnti" politiche, quella del Leader Veltroni appunto contro quella capeggiata da Massimo D'Alema...la lotta per la Leadership non fà sconti e se è possibile si cerca da entrambe le parti di dare colpi bassi all'avversario, come nel caso del "pizzino" Latorre-Bocchino (PD e PDL) in cui un membro del Centro-Destra ed un membro del Centro-Sinistra si "accordano" tacitamente di mettere in difficoltà un altro politico appartenente al partito di Antonio Di Pietro (IDV) durante un dibattito televisivo sulla questione della RAI e della Direzione della TV Pubblica!!! Come si è detto, nessuna differenza oramai trà Destra e Sinistra, oggi in Italia vige una sola classe dirigente che si è trasformata in una famelica CASTA di privilegi e di potere politico-economico!!! Pur di governare, sia chi stà a Destra sia chi stà a Sinistra, farebbe anche il "patto col diavolo"!!! Gli Italiani devono dire BASTA, gli Italiani non devono piu' recarsi alle urne a votare per il PD di Veltroni o per il PDL di Berlusconi...in quanto entrambi i grandi schieramenti sono in realtà "alleati" e sono le due facce di una stessa medaglia, la medaglia del potere di uno Stato canaglia come è quello della Repubblica Italiana!!!

Tutta la storia del pizzino Latorre-Bocchino...

Lo scandalo della Politica Italiana: sempre piu' inciuci, sempre piu' CASTA!!! Oramai trà Sinistra e Destra non ci stà piu' differenza...

mercoledì 19 novembre 2008

STATO ITALIANO CANAGLIA: I MAFIOSI LIBERI E GLI ITALIANI ONESTI PERSEGUITI!!!

IN BREVE: C'e' l'ufficiale giudiziario. Lei si uccide a BOLOGNA - Si e' gettata da una finestra ed e' caduta su una "volante" ferma sotto casa, mentre un ufficiale giudiziario - forzata la porta - entrava nell'appartamento. Cosi' si e' uccisa a Bologna F.B., 66 anni. La donna da tempo non pagava le spese dell'appartamento di sua proprieta', e rifiutava di far eseguire alcuni lavori: per questo motivo era intervenuto l'ufficiale giudiziario.

PROBLEMA USURA? ADERISCI ALLA CAMPAGNA NAZIONALE: "UCCIDI IL TUO USURAIO!"


ROMA - "Sei proprietario di una bottega artigianale? Sei proprietario di un'Impresa Edile o di un Negozio Commerciale in difficoltà? Le banche e le Finanziarie ti hanno negato qualsiasi tipo di prestito economico e sommerso dai debiti sei stato costretto a rivolgerti al PRESTITO AD USURA??? Adesso sei con l'acqua alla gola, non riesci a pagare gli usurai perchè gli interessi sono esorbitanti? Insostenibili? Hai una famiglia da mantenere? Il mututo da pagare? Allora puoi fare al caso nostro: aderisci alla campagna nazionale UCCIDI IL TUO USURAIO!!! Assolverai a due compiti: primo, ti libererai per sempre del tuo strozzino!!! Secondo, contribuirai ad estirpare dall'Italia una delle piaghe piu' terribili dopo il "colera", il prestito ad usura!!! RICORDATI SEMPRE: UCCIDI IL TUO USURAIO!!! Libera l'Italia e la tua famiglia dallo sterco umano!!! Ricordati che piu' ucciderai tanti USURAI piu' il tuo ONORE sarà ricompensato!!!"

Alexander Mitrokhin

mercoledì 12 novembre 2008

Andreotti malore in diretta TV...

Peccato veramente che questo politico "mafioso" e corrotto, uno dei piu' potenti della Prima Repubblica, uno che ha contribuito allo sfracello economico e sociale dell'Italia, soprattutto del Sud, peccato dicevo...che non sia MORTO in DIRETTA TV!!! Peccato...

Intervento di Francesco Storace a OMNIBUS...

Francesco Storace interviene durante il programma televisivo Omnibus su La7...

La proclamazione dello statuto de La Destra al Congresso del 9 Novembre 2008...

A Roma Sabato 9 Novembre 2008 si è tenuto il Primo Congresso de "La-Destra" di Storace e Buontempo! Storace è stato confermato Segretario Nazionale mentre Buontempo è stato confermato Presidente Nazionale del movimento nato un anno e mezzo fà e costituito dai tanti politici fuoriusciti da Alleanza Nazionale!!!

CHIUDE LA EATON A MASSA...350 OPERAI E FAMIGLIE A RISCHIO DISOCCUPAZIONE!!!

INCUBO-ITALIA: Nella nostra Repubblica delle Banane Italiana il problema della povertà e della mancanza di lavoro si stà facendo sempre piu' grave, non ultimo nella Provincia di Massa-Carrara, la Provincia piu' povera del Nord-Italia e della Toscana, dove 350 famiglie rischiano di sprofondare nella povertà piu' nera!!! Chi ha dei mutui accesi non potrà piu' pagare le rate e dovrà vendere la propria casa comprata con tanti sacrifici visto che 350 operai verranno lasciati a casa per colpa della imminente chiusura della Eaton, la multinazionale Americana che lascerà il suolo Massese e rientrerà in Patria dopo la gravissima crisi internazionale dei Mercati Finanziari!!! Ed il Governo Italiano invece di difendere gli interessi dei lavoratori onesti difende gli interessi dei mafiosi e dei potenti...

venerdì 7 novembre 2008

IL MITROKHIN COMPIE UN ANNO!!!

7 NOVEMBRE 2007 - 7 NOVEMBRE 2008
IL BLOG MITROKHIN COMPIE

IL SUO PRIMO ANNO DI VITA!!!

Ebbene sì, ci siamo arrivati...oggi 7 Novembre 2008 il blog Mitrokhin, il blog della contro-informazione e della contro-cultura politica, il blog che è "fuori dal coro" compie oggi il suo PRIMO ANNO DI VITA!!! Dal 7 Novembre 2007 al 7 Novembre 2008, cioè nei suoi primi 12 mesi di attività, il Mitrokhin ha collezionato 15.000 visite... Sono poche? Sono tante? Io credo che siano un bel risultato visto e considerato che il blog Mitrokhin non è un sito conosciuto e famoso anzi, tutt'altro...è un blog per così dire d'élite! Sconosciuto ai piu'...è un blog destinato ad una nicchia ristretta di lettori e di internauti...anche se l'ambizione è sicuramente quella di fare del Mitrokhin un blog di successo con l'incremento esponenziale dei suoi visitatori! Ma la strada è ancora lunga e tortuosa, difficile e forse la méta potrebbe essere irragiungibile ma noi non ci arrenderemo!!! La contro-informazione politica oggi è fondamentale ed è un'arma importante che serve per la salvaguardia di una delle LIBERTA' piu' importanti: la LIBERTA' di OPINIONE e di PAROLA, la LIBERTA' di PENSIERO, la LIBERTA' delle IDEE!!! In poche e semplici parole: la LIBERTA' delle persone oneste e pacifiche; la LIBERTA' del POPOLO!!! Questo è il blog Mitrokhin, un'idea di libertà nato per costituire la dottrina SOCIAL-POPOLARE in difesa della povera gente, della gente semplice, del popolo Italiano che con onestà lavora e produce ma che viene spesso "schiaciato" e "sottomesso", "impoverito" da uno Stato avido, ingiusto, avaro, crudele e "nemico" stesso del suo popolo che invece dovrebbe sostenere e proteggere!!! Sperando di avervi sempre piu' numerosi con NOI...AUGURI MITROKHIN...auguri a tutti VOI Internauti ONESTI e LIBERI!!!


Alexander Mitrokhin




giovedì 6 novembre 2008

Barack Obama alla Casa Bianca: il primo discorso da Presidente degli Stati Uniti d'America!

Il primo discorso ufficiale di Barack Obama, il nuovo Presidente degli Stati Uniti d'America, il PRIMO Presidente "NERO" della Storia Americana, il PRIMO Presidente che rappresenta realmente le istanze di tutte le minoranze etniche dell'America!!!

John McCain: chi è l'uomo che ha perso le elezioni Presidenziali Americane 2008!!!

John McCain
John Sidney McCain III (Colón, 29 agosto 1936) è un politico statunitense senatore per lo stato dell'Arizona. Nell'ottobre del 1967, mentre era in missione sopra Hanoi, il suo aereo fu abbattuto e lui, ferito, fu catturato dai nordvietnamiti rimanendo prigioniero di guerra sino al 1973. Candidato alla Presidenza nelle elezioni del 2000, venne sconfitto alle primarie repubblicane da George W. Bush. Ripresentatosi alle primarie repubblicane del 2008, ha questa volta ottenuto con facilità la nomination divenendo il candidato del Partito Repubblicano per le elezioni presidenziali del 2008, che ha però perso contro l'avversario Barack Obama. Pur essendo conservatore su molti temi, McCain è visto dall'opinione pubblica come un battitore libero e ha votato in maniera indipendente alle linee di partito diverse volte. L'American Conservative Union ha assegnato a McCain un punteggio medio dell'83 %.[1]

John McCain nacque a Coco Solo nella zona del Canale di Panama controllata dagli Stati Uniti. Sia il padre che il nonno erano ammiragli della U.S. Navy. Il padre, John S. McCain Jr., era al comando delle forze statunitensi in Vietnam mentre McCain era prigioniero di guerra. Il nonno, John S. McCain Sr., era stato comandante dell'aviazione navale durante la battaglia di Okinawa, nel 1945.
Il futuro senatore frequentò la scuola episcopale di Alexandria, che terminò nel 1954. Nell'autunno di quell'anno, McCain, come avevano fatto il padre e il nonno, entrò all'Accademia navale di Annapolis. Si laureò nel 1958, all'895° posto di una classe composta da 900 allievi.
Dopo aver terminato l'accademia navale, McCain venne trasferito alla base aerea della marina di Pensacola, in Florida, per iniziare l'addestramento da pilota navale. Durante il corso ebbe un incidente, in cui il suo aereo cadde nella Corpus Christi Bay. Ricevette il brevetto ed entrò nell'aviazione di marina.
Nel 1965, McCain sposò Carol Shepp, una modella originaria di Filadelfia, in Pennsylvania. La coppia divorziò nel 1980.
Nel dicembre 1966 fu assegnato alla squadra aerea della portaerei USS Forrestal, incrociante al largo del Vietnam, dove venne assegnato alle operazioni di bombardamento a terra. McCain rimase ferito durante il grave incendio scoppiato sulla portaerei nel luglio 1967, che uccise 134 marinai e danneggiò gravemente la nave. Trasferito sulla USS Oriskany, continuò l'attività di combattimento fino al 26 ottobre 1967, quando il suo aereo A-4 Skyhawk venne abbattuto da un missile della contraerea vietnamita durante un'azione bellica sopra Hanoi [2]. McCain si ruppe entrambe le braccia ed una gamba durante l'espulsione d'emergenza, ed atterrò col suo paracadute in un piccolo laghetto della capitale, dove, dopo essere quasi annegato, venne estratto da una folla inferocita, che cercò di linciarlo, rompendogli una spalla e ferendolo a colpi di baionetta alla caviglia ed all'inguine. Fatto prigioniero, venne trasportato alla prigione di Hoa Lo, tristemente nota come "Hanoi Hilton".
Constatato le gravi condizioni in cui versava il prigioniero venne condotto il giorno dopo la cattura ad un ospedale militare vietnamita dove venne operato e curato per 6 settimane, per poi essere ricondotti nel carcere ove rimase per un totale di 5 anni e mezzo.
Dopo il primo anno di prigionia in cui secondo McCain subì frequenti abusi e violenze, gli venne proposta la liberazione che sempre secondo una sua ricostruzione rifiutò perché consapevole del valore propagandistico che un simile gesto poteva avere.
Liberato il 15 marzo 1973, rientrò negli Stati Uniti, dove intraprese un lungo trattamento di riabilitazione fisica, ed ottenne una certa notorietà mediatica. Tra il 1973 ed il 1974 frequentò il National War College. Nel 1976 ebbe il comando di uno squadrone di addestramento aereo in Florida; nel 1977 divenne l'addetto navale della Marina presso il Senato degli Stati Uniti. In tale contesto, iniziò ad occuparsi di politica della difesa (favorendo l'assegnazione di un budget del Senato per la costruzione delle nuove superportaerei statunitensi), e scoprì la passione per l'attività di rappresentanza pubblica.

Nel 1980 divorziò dalla prima moglie (che era rimasta sfigurata in un grave incidente automobilistico nel dicembre 1969), e si risposò con Cindy Lou Hensley, figlia di un magnate della birra. Nel 1981, viste le sue scarse possibilità di ulteriore carriera nella Marina, si congedò dalle Forze Armate ed iniziò a lavorare, per un breve periodo di tempo, per il suocero, come responsabile delle pubbliche relazioni dell'azienda.
I contatti commerciali con il mondo economico che il suo nuovo ruolo gli permise di costruirsi, assieme all'ingente fortuna della moglie, gli consentirono di candidarsi per il Partito Repubblicano, e vincere nel 1982 le elezioni come Rappresentante (deputato) dell'Arizona. Riconfermato Rappresentante nel 1984, nel 1987 venne eletto per la prima volta al Senato, dove divenne in breve uno dei più importanti e conosciuti esponenti repubblicani.
Nel corso degli anni '90, si distinse per indipendenza di pensiero, e per la determinazione ed autonomia con cui portava avanti i suoi voti e le sue idee al Senato (spesso in contrapposizione con il suo stesso partito), divenendo difficile da categorizzare politicamente se non come un "conservatore" in senso lato.
È autore del Telecommunications Act, approvato dal Congresso nel 1996.
Nel 2000, si candidò una prima volta alle primarie repubblicane per la Presidenza; nonostante un buon consenso iniziale ottenuto da McCain in diversi stati, le tornate elettorali videro l'emersione di George W. Bush come candidato vincente del partito dopo un'aspra campagna elettorale.
Dopo il 2001, supportò nettamente sia l'intervento militare statunitense in Afghanistan che la guerra in Iraq; si espresse però in maniera netta contro gli abusi sui prigionieri di guerra (dopo lo scandalo di Abu Ghraib e le polemiche sul trattamento dei prigionieri a Guantanamo), tema su cui la sua esperienza personale l'ha reso particolarmente sensibile.
Dal 2005, pur continuando a supportare l'intervento in Iraq, è diventato progressivamente sempre più critico rispetto all'ottimismo sull'andamento delle operazioni di alcuni vertici militari e politici dell'amministrazione Bush, a suo parere eccessivo. Ha già effettuato otto viaggi in Iraq per rendersi conto direttamente dello svolgimento delle operazioni, ed è stato un forte sostenitore della "surge" del contingente statunitense del 2007.

John McCain, dopo aver espresso la sua intenzione a candidarsi per le primarie del partito repubblicano per una seconda volta dopo il tentativo fallito del 2000, ha intrapreso una campagna elettorale molto efficace. Infatti è riuscito a battere rivali come Rudolph Giuliani, Mitt Romney ed altri, e nel febbraio 2008 si avviato ad ottenere la nomination del partito di George W. Bush.
Il 21 febbraio 2008 questa marcia trionfale ha incontrato il primo ostacolo, rappresentato dalla rivelazione del New York Times[3] secondo cui McCain avrebbe favorito una "lobbista" sua amante.
Nonostante tale episodio, la sua crescita di consensi nelle primarie dei vari stati USA gli ha permesso di ottenere, il 4 marzo 2008, il numero di delegati teoricamente sufficienti per la nomination repubblicana; il 5 marzo 2008 ha ricevuto l' endorsement del presidente Bush come candidato repubblicano, e la nomina è stata ufficializzata alla Convention repubblicana del settembre 2008, in Minnesota.
Nel maggio 2008 ha rilasciato alla stampa la sua cartella clinica, in seguito alle speculazioni dei media e degli oppositori politici sulla possibilità di ricomparsa dei suoi tumori cutanei (per i quali fu operato nel 2000); dalle certificazioni, il rischio risulta molto basso, e John McCain, nonostante l'età avanzata (se fosse stato eletto, sarebbe entrato in carica all'età di 72 anni, la più avanzata di sempre per un presidente degli Stati Uniti al primo mandato), sembra godere di buona salute.
Il 29 agosto del 2008 ha scelto come candidata vicepresidente la governatrice dell'Alaska Sarah Palin.
Il 5 novembre, alla notizia data dalla CNN che ormai lo svantaggio con Barack Obama non era più colmabile, ha telefonato allo stesso per congratularsi per la vittoria, e ne ha dato prontamente l'annuncio ai suoi elettori.

mercoledì 5 novembre 2008

Il Leader della Speranza: Il Mondo guarda a Obama!!!

Barack Obama
Messaggi di congratulazioni sono giunti da tutto il pianeta al presidente eletto americano, Barack Obama, cominciando da quando il risultato non era ancora ufficiale. Momento storico, sottolineano i principali quotidiani statunitensi, insistendo sul crollo della barriera razziale 40 anni circa dopo la fine della segregazione.
Sotto un "Obama" in caratteri cubitali il New York Times titola "cade la barriera razziale in una vittoria decisiva". Sempre a New York gli fa eco il Post, il tabloid di Rupert Murdoch, con una didascalia molto semplice "Mr. President", parlando della vittoria storica di Obama. L'altro tabloid della Grande Mela, il Daily News, dedica al presidente eletto uno speciale di 32 pagine a "President Obama" e a "La nazione cambiata per sempre con la storica vittoria". Il Wall Street Journal, che come il Post appartiene a Murdoch, titola "Obama fa il vuoto con una vittoria storica", mentre la Chicago Tribune, il principale quotidiano della città del futuro inquilino della Casa Bianca, parla di "Barack Obama il nostro presidente". Usa Today, il più diffuso quotidiano degli Stati Uniti titola quindi con un sobrio "Vince Obama", mentre nell'occhiello si afferma "L'America fa la storia". Per il Washington Post, infine "Obama fa la storia", e l'immagine scelta è quella di tutta la famiglia del presidente eletto sul palco del Grant Park di Chicago.VATICANO. "Dio illumini" Obama nella sua "grandissima responsabilità" è l'auspicio della Santa Sede nell'esprimere al 44/esimo presidente degli Stati Uniti gli "auguri di poter rispondere alle attese e alle speranze che si rivolgono verso di lui", anche per quanto riguarda "il rispetto dei valori umani e spirituali essenziali". NAPOLITANO. Il Capo dello Stato ha detto che "per noi italiani che ci sentiamo intimamente legati sul piano storico e politico, culturale e umano, al popolo americano e agli Stati Uniti d'America, questo è un grande giorno: traiamo dalla sua vittoria e dallo spirito di unità che l'accompagna nuovi motivi di speranza e di fiducia per la causa della libertà, della pace, di un più sicuro e giusto ordine mondiale". FRATTINI. Il ministro Frattini, nell'esprimere a Obama le sue "vive congratulazioni", ha detto che "siamo convinti, e continueremo ovviamente ad esserlo, che gli Stati Uniti sono e saranno il primo partner internazionale dell' Italia. Con il presidente Obama noi continueremo su una strada di collaborazione e di condivisione, e certamente di sostegno reciproco nelle più grandi regioni di crisi dove l'Italia è fortemente impegnata accanto agli Stati Uniti". SARKOZY. La "vittoria brillante" di Obama è stata sottolineata dal presidente francese, Nicolas Sarkozy, seguito a ruota dal premier Francois Fillon. Il presidente cinese, Hu Jintao, rivolgendosi a Obama, ha auspicato che si possa raggiungere un nuovo livello di collaborazione e intesa tra Cina e Usa: "Hanno vasti interessi comuni" e "condividono la responsabilità di una serie di importanti questioni che riguardano il benessere e la felicità dell'umanità". BARROSO. L'Europa ha fatto sentire la sua voce con il presidente della Commissione, Josè Manuel Barroso, secondo il quale "dobbiamo trasformare la crisi attuale in opportunità". BROWN. Il primo ministro britannico, Gordon Brown, nel felicitarsi per la vittoria di Obama, ne ha salutato i "valori progressisti" e la "visione per il futuro". MERKEL. La cancelliera tedesca, Angela Merkel ha assicurato a Obama, in un telegramma di congratulazioni, una "collaborazione piena di fiducia" da parte della Germania. OLMERT. Dal Medio Oriente il premier israeliano uscente, Ehud Olmert, ha detto che gli Stati Uniti "hanno dato ancora una volta la prova di essere la più grande democrazia e di essere un esempio per tutte le altre democrazie nel mondo", ribadendo che Israele e Usa hanno la stessa volontà di continuare a rafforzare questi rapporti per portare avanti la pace e la stabilità in Medio Oriente. ABU MAZEN. Il presidente dell'Autorità palestinese, Abu Mazen, che ha invitato Obama a operarsi per comporre in conflitto con Israele. TARO ASO. Il premier giapponese, Taro Aso, ha espresso le sue "più sentite felicitazioni al senatore Obama".SINGH. Il premier indiano, Manmohan Singh, evidenzia lo "straordinario cammino verso la Casa Bianca" di Obama è "ispirazione" per il mondo intero.

Usa: dopo la storica vittoria, Obama guarda al futuro!!!

Il nuovo Presidente Americano Barack Obama: un evento di portata storica!
WASHINGTON (Reuters) - Barack Obama festeggia oggi la sua storica vittoria alla Casa Bianca, con la consapevolezza di dover affrontare enormi sfide, dalla profonda crisi economica alle due lunghe guerre in Iraq e Afghanistan.
Il giorno dopo l'Election day che lo ha reso il primo presidente nero della storia americana, Obama si prepara a costruire rapidamente una nuova amministrazione e a definire le sue priorità per il passaggio formale delle consegne il prossimo 20 gennaio.
"Ci è voluto molto, ma stanotte, grazie a quello che abbiamo fatto in questa giornata, il cambiamento è arrivato per l'America", ha dichiarato nella notte Obama al Grant Park di Chicago davanti a oltre 200.000 sostenitori festanti.
"La strada sarà lunga. La salita sarà ripida. Potremmo non arrivare in un anno o addirittura in un mandato, ma l'America -- non sono mai stato più fiducioso di stanotte -- ci arriverà",
Obama ha guidato alla vittoria i democratici, che hanno allargato la loro maggioranza in entrambe le camere del Congresso, mentre gli americani hanno di fatto respinto gli otto anni di leadership del presidente repubblicano George W. Bush.
Un po' in tutto il paese si sono registrati festeggiamenti in strada, ma Obama avrà poco tempo di godersi la vittoria. Una volta insediato, dovrà affrontare pressioni immediate per mantere le promesse della sua campagna elettorale e risolvere una lunga lista di problemi.
EMERGENZE
Obama ha promesso che ritirerà i soldati americani dall'Iraq nei primi 16 mesi del suo mandato e aumenterà il numero delle truppe in Afghanistan, ma la sua sfida più immediata sarà la gestione della crisi finanziaria, la peggiore dalla Grande depressione.
I leader mondiali si riuniranno a Washington il prossimo 15 novembre per un summit sul collasso finanziario globale. La Casa Bianca ha detto di non aspettarsi che il presidente designato partecipi, anche se Obama non ha ancora reso noti i suoi piani.
Notizie diffuse oggi, mostrano che il mercato del lavoro nel settore privato è peggiorato rapidamente in ottobre e che il settore dei servizi si è contratto, evidenziando le sfide economiche per Obama.
Con un'apparizione nel Giardino delle rose della Casa Bianca, Bush ha detto di aver parlato con Obama e di essersi congratulato con lui per una "impressionante vittoria" che rappresenta un "sogno avverato" per i diritti civili, promettendo inoltre la sua cooperazione nel passaggio dei poteri.
"Durante questo periodo di transizione, terrò il presidente designato informato sulle decisioni importanti", ha assicurato Bush.
Ci si aspetta che Obama agisca rapidamente per la nomina del segretario del Tesoro e di Stato, fra quelli chiave per l'amministrazione.
Sembra che Obama abbia chiesto a Rahm Emanuel, congressista democratico dell'Illinois già nell'amministrazione dell'ex-presidente Bill Clinton, di stare alla Casa bianca come capo dello staff.
UNA TRANQUILLA MATTINA
La prima mattinata di Obama da presidente designato si è svolta molto tranquillamente. Ha fatto colazione a casa con le sue due figlie, poi è andato in palestra per un po' di allenamento. Più tardi andrà nel suo quartier generale per ringraziare lo staff.
Nato da padre nero del Kenya e madre bianca del Kansas, Obama è venuto al mondo quando ancora i neri americani lottavano contro le politiche segregazioniste nel sud del paese. Il suo trionfo sul rivale repubblicano John McCain rappresenta una pietra miliare che potrebbe aiutare gli Stati Uniti a gettarsi alle spalle la sua lunga e brutale storia di razzismo.
Molti leader del mondo hanno accolto con favore la vittoria di Obama e alcuni l'hanno salutata come un'opportunità per ricostruire l'immagine degli Usa.
"La tua elezioni ha sollevato enormi speranze in Francia, in Europa e oltre", ha detto il presidente Nicolas Sarkozy.
I titoli dei quotidiani hanno catturato l'importanza storica del risultato. Il New York Times titola semplicemente "OBAMA", mentre il Washington Post dichiara "Obama fa la storia" e USA Today: "L'America fa la storia; Obama vince".
Obama ha ottenuto almeno 349 voti dei grandi elettori, ben oltre i 270 necessari per la vittoria. Con il 96% del voto popolare scrutinato, Obama conduce su McCain per 52% a 46%.
I democratici hanno conquistato almeno cinque seggi al Senato e circa 25 seggi alla Camera dei rappresentanti, ottenendo una vasta maggioranza nel Congresso e rafforzando il potere di Obama. Quattro seggi del Senato restano ancora da assegnare. .
McCain, senatore dell'Arizona 72enne ed ex-veterano del Vietnam, ha chiamato Obama per congratularsi con lui e ha lodato la sua campagna senza precedenti.
"Chiedo a tutti gli americani che mi hanno sostenuto di unirsi a me non solo nel congratularsi con lui ma nel fare i nostri auguri al prossimo presidente", ha detto McCain.
FESTA NELLE STRADE
Bianchi e neri hanno festeggiato insieme davanti alla Casa Bianca per celebrare la vittoria di Obama e l'imminente partenza di Bush. File di auto si sono riversate nel centro di Washington, strombazzando col clacson e gridando dai finestrini.
Altre migliaia hanno festeggiato in Time Square a New York e in diverse città in tutto il paese.
I governi alleati hanno detto di sperare in una più stretta cooperazione con Washington, mentre i critici nei confronti degli Usa, dalla Russia all'Iran ai gruppi islamici del Medio Oriente, hanno fatto appello al cambiamento.
"Speriamo che...adotti una giusta politica che riporti l'America alla sua naturale posizione di rispetto per l'umanità e la democrazia", ha detto Mohamed Mahdi Akef, leader della Fratellanza musulmana egiziana, uno dei più grandi gruppi islamici mediorentali.
Il presidente russo Dmitry Medvedev ha parlato di speranza per più forti relazioni Usa-Russia, ma allo stesso tempo a promesso ritorsioni per un piano Usa di difesa missilistica.

Tutto il mondo con il fiato sospeso!

Barack Obama
L’America va al voto, e tutto il mondo sa che non sono solo fatti loro. Per questo, a poche ore dal risultato delle elezioni presidenziali, giornali e politici di ogni dove mettono le mani avanti. Il capogruppo del partito socialista all'Europarlamento, Martin Schulz, ad esempio, chiede che chiunque vinca, per prima cosa chiuda il carcere di Guantanamo. E si augura che con la fine di Bush arrivi anche «la fine dell'unilateralismo americano nella politica internazionale».Il quotidiano francese Le Monde , che esce nel primo pomeriggio, anticipa l’esito delle elezioni con un dato sicuro: Bush se ne va. Una vignetta del mitico Plantu mostra Bush che fa le valigie e saluta un mondo che brinda e si divide su di lui, sull'Iraq, sulle banche. «È il mondo alla rovescia - scrive Le Monde - invece di attendere che il futuro presidente americano le faccia l'onore di interessarsi a lei, l'Unione europea, stavolta, gioca d'anticipo. Riuniti a Marsiglia alla vigilia dell'elezione presidenziale negli Stati Uniti, i 27 ministri degli Esteri...hanno preparato un documento che sarà inviato al neoeletto. Questo testo, breve, propone un vero partenariato fra l'Europa e gli Stati Uniti».A Londra seguono la sfida i 250 mila americani residenti in Gran Bretagna. Feste ovunque, anche su Facebook, dove si trovano decine e decine di appuntamenti in case e bar per seguire la storica elezione in diretta. Alcol a fiumi garantito, chiunque vinca.In Medio Oriente, come al solito si è divisi: mentre gli israeliani si interrogano se il candidato democratico alla Casa Bianca, Barack Obama, non costituisca un «pericolo» per Israele, vista la sua posizione “dialogante” con l’Iran, Hamas crede che entrambe le opzioni in campo siano «pessime» per i palestinesi.
A Cuba Fidel Castro ritiene che il candidato democratico alla Casa Bianca, Barack Obama, sia più brillante del suo rivale repubblicano John McCain, ma di fatto boccia entrambi i candidati alle presidenziali americane, in corso di svolgimento oggi: che vinca l'uno o l'altro, sostiene, gli Stati Uniti non saranno in grado di affrontare i principali problemi che affliggono il mondo.
Infine, in Italia, secondo il capogruppo del Pd alla Camera Antonello Soro, la vittoria di Obama «sarà una spinta ulteriore a cercare una collocazione internazionale dei democratici di tutto il mondo e in Europa aiuterà a evolvere verso una nuova organizzazione dei riformisti che vada al di là dei socialisti ma partendo da un rapporto stretto con il Pse». Insomma, se alla Casa Bianca ci sarà Obama, anche i democratici in Europa potranno trovare una casa più adatta a loro.

OBAMA: SPINTA DA GIOVANI E MINORANZE, CON LUI 43% BIANCHI!!!

Obama è il nuovo Presidente USA
Le porte della Casa Bianca si splancheranno al 44esimo presidente Usa, Barack Obama, grazie alla straordinaria mobilitazione di un elettorato ampio e diversificato in cui a fare la differenza sono stati i giovani, le donne, gli afro-americani e i 'nuovi' elettori, coloro che si sono recati per la prima volta alle urne. A dirlo sono gli exit poll, secondo cui i due candidati alla Casa Bianca si sono suddivisi piuttosto equamente i voti bianchi (43 per cento per Obama, 55 McCain), tranne che negli Stati del sud, dove un netto vantaggio e' stato strappato dal senatore repubblicano. Obama ha pero' spopolato tra i giovani bianchi con il 54 per cento dei voti contro il 44 per cento assegnati al senatore dell'Arizona. Gli exit poll hanno raccolto interviste fuori dai seggi che testimoniano la grande capacita' di Obama di mobilitare sostenitori diversi tra loro per razza e categoria, ma accomunati da un'unica, grande preoccupazione: superare la peggiore crisi finanziaria dai tempi della Grande Depressione.

Obama alla Casa Bianca con il voto dei bianchi, ai Democratici la maggioranza del Congresso!

Obama (a sinistra) e McCain (a destra)
E' il primo presidente nero degli USA, ma non è il primo presidente dei neri. Barack Obama, il primo afroamericano eletto presidente degli Stati Uniti è il candidato democratico che ha ottenuto il più ampio sostegno tra gli elettori bianchi dal 1976. Un dato importante, che conferma la leadership costruita dal senatore dell'Illinois in due anni di campagna elettorale non mettendo mai la razza al centro della sua proposta politica. L'analisi del voto dice anche che nella vittoria di Obama hanno giocato un ruolo determinante il voto dei neri, degliispanici, delle donne e, soprattutto, dei giovani. E su questa fascia di elettorato determinante, nella campagna elettorale più estenuante e costosa della storia americana, è stato il ruolo del web.
McCain vince la partita fra gli Americani bianchi Pur non riuscendo ad ottenere la maggioranza del voto bianco (nessun democratico ci è riuscito dalla vittoria di Lyndon Johnson nel 1964), Obama ha ottenuto il 43% del voto deglielettori bianchi, mentre John McCain ha avuto il 55%. Si tratta di quattro punti in meno della percentuale di Jimmy Carter.
Ma perde quella del voto giovaneMa è fra i giovani che Obama ha costruito la sua vittoria: ha vinto nettamente tra quelli bianchi, con il 54% dei voti, contro il 44% per McCain. "In questo senso, l'elezione di Obama ricorda davicino quella di John Kennedy nel 1960, quando la novità del programma ed il desiderio di un cambiamento generazionale si fusero con la possibilità di segnare una svolta storica eleggendo un primo presidente cattolico, anche se Kennedy non si volle mai presentare come il candidato cattolico", scrive oggi il Los Angeles Times.Una mappa in evoluzioneUn rapido sguardo alla mappa elettorale di Cnn mette in risalto il crescendo del sostegno al candidato democratico man mano che si scende di età nelle fasce di elettorato: gli oltre 65enni hanno votato McCain (53% a 45%); i cinquantenni si sono divisi equamente fra Obama e McCain; trentenni e quarantenni hanno preferito Obama più o meno con lo stesso margine del dato complessivo nazionale (52% a 46). Ma se prendiamo in esame i giovani fra 18 e 29 anni, gli exit polls dicono che il 66% ha votato Obama e il 32% McCain. Donne e uominiObama ha convinto soprattutto le donne: tradizionale bacino elettorale democratico, è vero, ma il senatore dell'Illinois ha saputo far breccia anche nelle 'WalMart women' degli stati dell'america profonda, quella saldamente repubbilcana. Anche così si spiega il margine molto ampio con il quale Obama vince su McCain se consideriamo solo il voto femminile: 56% contro 43%. Sostanzialmente pari, invece, la partita nell'elettorato maschile: 49% per Oabma, 485 per McCain
Minoranze e votoObama ha fatto naturalmente il pieno del voto afroamericano, il 96%, che ha costituito il 13% del totale, con un aumento del 2% rispetto a quattro anni fa. E, altro elemento cruciale della vittoria, ha ottenuto il 67% del voto ispanico: vale a dire due latinos su tre hanno votato per lui. Un risultato molto importante per i democratici che riescono a bloccare il pericoloso spostamento del voto ispanico verso il Gop che si era registrato con George Bush: McCain ha infatti ottenuto il 30%, 10 punti in meno del presidente uscente.La prima campagna dell'era YouTubeCome ha scritto fra gli altri Adam Nagourney sul New York Times, questa è stata la prima campagna elettorale nel'era internet, e la rete "ha fondamentalmente stravolto il modo in cui le campagne presidenziali si sono sempre combattute" negli Stati Uniti.Questa corsa verso la Casa Bianca "ha riscritto le regole", ha cambiato "il modo di raggiungere gli elettori, di raccogliere fondi, di organizzare i supporters dei candidati, di gestire le notizie diffuse dai media, di analizzare e cercare d'influenzare l'opinione pubblica".Lo staff di Obama è riuscito nell'impresa di avvicinare al voto, soprattutto grazie alla rete, un nuovo bacino elettorale fatto di giovani, afroamericani e ispanici. Un cambiamento epocale che "avrà ramificazioni durature riguardo a come i partiti agiranno d'ora in poi per costituire coalizioni solide". Il New York Times riporta le parole di Mark McKinnon, senior adviser delle campagne elettorali di Bush nel 2000 e nel 2004. "Credo che queste elezioni saranno oggetto di studio per gli anni a venire". Secondo Nagourney repubblicani e democratici concordano sul fatto che un tale stato di cose sia "in larghissima misura un risultato del modo in cui lacampagna di Obama ha cercato di comprendere e sfruttare le potenzialità di internet e di altre nuove forme di comunicazione per organizzare i propri supporters e per far giungere il proprio messaggio a quegli elettori che non fanno più primario riferimento all'informazione fornita daigiornali e dalla televisione".Tra i "nuovi media" che di fatto la campagna democratica è riuscita a sfruttare proficuamente Nagourney cita YouTube, "una realtà che nel 2004 non esisteva, e gli sms inviati ieri ai cellulari dei supporters per ricordar loro di andare a votare". "Sono pronta a dichiarare un vincitore di queste presidenziali Usa 2008, prime vere elezioni del 21esimo secolo: è Internet" ha scritto ieri nel suo editoriale Arianna Huffington, fondatrice dell'Huffington Post, blog liberal che speculare al conservatore Daily Beast di Tina Brown, ex direttrice di Vanity Fair e New Yorker. Numeri da recordObama ha vinto le elezioni presidenziali con la maggioranza assoluta dei suffragi, circa il 52%. Non succedeva dal 1976 per un candidato democratico alla casa Bianca, da quandocioè Jimmy Carter aveva ottenuto il 50,1% dei suffragi. Bill Clinton non è mai riuscito a raggiungere la maggioranza assoluta. Nel 1996, anno della sua rielezione trionfale, aveva vinto con il 49,24% dei voti. E' record anche il tasso di partecipazione, pari al 66%.Grandi elettoriObama ha ottenuto 349 voti elettorali, il candidato repubblicano, John McCain, 163voti.I voti di Obama vengono da Vermont (3), Virginia (13), Ohio (20) Connecticut (7), Delaware (3), Distretto di Columbia (3), Illinois (21), Maine (4), Maryland (10), Massachusetts (12), NewHampshire (4),New Jersey (15), Pennsylvania (21), Michigan (17), Minnesota (10), New Mexico (5), New York (31), Rhode Island (4), Wisconsin (10), Iowa (7), Nevada (5), California (55), Oregon (7), Stato di Washington (11), Florida (27), Hawaii (4), Indiana (11). I voti di McCain vengono da Georgia (15) Kentucky (8), South Carolina (8), West Virginia (5), Alabama (9), Mississippi (6), Tennessee (11), Oklahoma (7), Kansas (6), Lousiana (9), SouthDakota (3), Arkansas (6), North Dakota (3), Texas (34) Wyoming (3), Utah (5), Idaho (4), Nebraska (5), Arizona (10), Alaska (3), Montana (3). Per essere eletto alla Casa Bianca occorrevano 270 voti elettorali. Mancano ancora i risultati di due Stati: North Carolina (15 voti) e Missouri (11 voti).

USA: OBAMA HA VINTO CON IL 52% DI VOTI, 349 GRANDI ELETTORI A 163!


(ASCA-AFP) - Washington, 5 Novembre 2008 - Il democratico Barack Obama ha vinto le elezioni con il 52% di preferenze staccando di sei punti il rivale repubblicano John McCain che ha conquistato il 46% dei voti. A renderlo noto sono i media americani. Secondo l'Nbc, Obama ha conquistato 62,98 milioni di voti (su scala nazionale) e McCain 55,78. Il conteggio per Fox News e' invece di 62,95 milioni di voti per il neo presidente e 55,75 milioni per il senatore dell'Arizona. Non sempre chi ottiene piu' voti vince le chiavi della Casa Bianca. Nel 2000, infatti, il democratico Al Gore conquisto' piu' preferenze ma il presidente George W. Bush riusci' a primeggiare nel Collegio elettorale. Alle 16.30 Gmt (le 17.30 italiane) i risultati, relativi a 48 Stati piu' il distretto di Columbia, davano a Obama 349 grandi elettori contro i 163 di McCain. All'appello mancano ancora il Missouri e il North Carolina.

ELETTO CON UNA VALANGA DI VOTI, BENE ANCHE AL CONGRESSO: BARACK OBAMA E' IL NUOVO PRESIDENTE DEGLI STATI UNITI D'AMERICA!

Barack Obama è il nuovo Presidente USA
NEW YORK - Con una valanga di voti che il Partito Democratico non vedeva dai tempi di Jimmy Carter, nel 1976, Barack Obama è il primo afro-americano a conquistare la Casa Bianca. Il senatore nero dell'Illinois ha ottenuto circa il 52% dei suffragi conquistando almeno 349 voti elettorali, quando ne erano necessari 270 per vincere. In termini assoluti ad Obama, secondo la Fox, sono andati 61,56 milioni di suffragi, a John McCain 54,81 milioni di voti, pari al 47% circa del totale. Il sito di gossip politici Drudgereport dà cifre inferiori, 59,5 milioni contro 53,3, senza citare fonti. Il suo predecessore democratico alla Casa Bianca, Bill Clinton, non è mai riuscito a vincere con oltre il 50% dei voti, neppure nel 1996, quando aveva battuto seccamente il suo rivale repubblicano Bob Dole, conquistando la bellezza di 379 voti elettorali. La corsa tra Obama e il suo avversario repubblicano John McCain rimane un testa a testa in North Carolina e in Missouri, che rappresentano rispettivamente 15 e 11 suffragi elettorali. Comunque finiranno le cose nei due Stati (e forse ci vorranno diversi giorni per saperlo) il senatore dell'Illinois non riuscirà a raggiungere la cifra record di Clinton contro Dole di 12 anni or sono. Oltre a conquistare alla grande la Casa Bianca, il partito democratico ha ampliato la propria maggioranza al Congresso, ma senza raggiungere la cosiddetta 'cifra magica' di 60 senatori su 100 al Congresso. Un livello che avrebbe neutralizzato di fatto l'opposizione repubblicana, impedendole di fare ostruzionismo. In base ai risultati provvisori, il partito democratico guadagna 15 seggi alla Camera, raggiungendo un totale di 248, contro 166 per i repubblicani. Al Senato, il guadagno è di 5 seggi, per raggiungere quota 56, contro 40 per i repubblicani. I risultati di due duelli di spicco al Senato non sono attesi immediatamente. Il primo, in Minnesota, vede il comico Al Franken, un democratico, leggermente in testa rispetto al repubblicano Norm Coleman, noto soprattutto per essere stato uno dei critici più feroci dell'Onu. Ambedue sono intorno al 42%. Il secondo duello si svolge in Alaska e vede il senatore uscente Ted Stevens, il più longevo al Senato, leggermente in testa davanti al sindaco di Anchorage, Mark Begich, un democratico. Anche se forse non verrà eletto, i risultati ottenuti da Stevens, appena condannato per corruzione, hanno stupito gli osservatori. Circa un abitante dell'Alaska su due è pronto a rimandare al Senato un politico che ha subito una condanna, anche se l'entità della pena sarà nota solo nelle prossime settimane. Infine, tra gli altri temi, in California i fautori del referendum per proibire le nozze omosessuali, autorizzate nello Stato, sono in testa, 52 contro 48%, ma lo spoglio non è ancora terminato. Se, come è possibile, vinceranno i promotori del referendum, per le circa 18mila coppie dello stesso sesso che si sono sposate in questi ultimi quattro mesi e mezzo, inizierà un lungo periodo di incertezza.

Fonte: http://www.ansa.it di Emanuele Riccardi

sabato 1 novembre 2008

Scuola, scontri in Piazza Navona...

Altre immagini della drammatica giornata del 29 Ottobre a Roma...

Scontri in piazza Navona tra studenti

La scuola e la formazione culturale, sociale e umana è fondamentale per la crescita ed il progresso non solo di tutta la società ma anche di un'intero Stato!!! Ma i nostri Governanti, sia di Destra che di Sinistra, negli anni passati hanno sempre apportato riforme politiche disastrose in maniera del tutto faziosa e superficiale senza mai consultare gli addetti ai lavori ed agli utenti, cioè: Professori e Studenti!!! Solo con il dialogo, il confronto e la concertazione è possibile una vera e seria riforma dell'Istruzione Pubblica!!!

Scontri in piazza Navona tra studenti...

E' sempre più forte il dubbio assilante per cui l'attacco "armato" del "Blocco Studentesco" di estrema destra contro la manifestazione anti-riforma Gelmini dei giorni scorsi in Piazza Navona a Roma sia stato "orchestrato" dalle forze dell'ordine con la vecchia tecnica della "strategia della tensione"! Infiltrare giovani poliziotti in borghese tra gli studenti universitari per provocare e fomentare odio è una tecnica che già si utilizzava negli anni '60-'70 per creare quel clima di forte tensione così caro al sistema politico Italiano da cui nè derivava la propria sopravvivenza! Anche oggi è possibile che una parte dell'attuale Governo Italiano abbia trovato nella contestazione studentesca l'occasione per ricreare quei climi stile anni '70 in maniera tale da:
1) creare forti divisioni in un movimento studentesco che con la contestazione anti-Gelmini stà prendendo piede all'interno delle scuole e delle università Italiane e stà via via sempre più crescendo e consolidando in una unione compatta di idee e di intenti!
2) stroncare sul nascere l'opposizione giovanile di Sinistra all'attuale Governo di Centro-Destra liberale, borghese e capitalista che potrebbe far risvegliare certe coscienze ora assopite all'interno dell'opinione pubblica Italiana!
3) creare terrore trà i cittadini in maniera tale da convincerli che il caos ed il disordine sociale è causato da un'opposizione politica faziosa e violenta, dunque l'unica soluzione necessaria per difendere la pace sociale è il sostegno incondizionato all'attuale classe politica di Centro-Destra che dovrà essere riconfermata alle prossime e future elezioni politiche!
4) distrarre il popolo Italiano dai veri e più gravi problemi sociali quali la povertà, la miseria causata dalla crisi internazionale delle banche e della Borsa, la disoccupazione e la criminalità organizzata, la corruzione e la concussione, l'inflazione ed il problema dell'impoverimento delle buste paga con il caro-vita sempre più in aumento!!!
Ecco...questo e ciò che spera l'attuale sistema Politico Italiano, tornare al clima di tensione degli anni '70 e degli anni di piombo, tornare a fomentare i piazzaioli per distogliere l'attenzione dell'opinione pubblica da quelli che invece dovrebbero essere i primi problemi che il Governo Italiano dovrebbe affrontare e risolvere!!! Mentre invece i governanti pensano ad arricchirsi e ad arricchire i propri "soci" in affari: banchieri, capitalisti, mafiosi e usurai, dirigenti statali e partiti politici!!!

Scontri a Piazza Navona - Altre immagini da "ANNO ZERO"!

Altre immagini della manifestazione studentesca della scorsa settimana in Piazza Navona a Roma dalle telecamere della trasmissione di Anno Zero di Santoro! A chi giova il clima di tensione? Di sicuro al sistema politico Italiano ed in particolare all'attuale Governo guidato da Berlusconi: l'utilizzo delle cellule di estrema destra per fomentare gli scontri è sempre stato tipico dei Governi Italiani collusi e corrotti sin dagli anni '60-'70 per terrorizzare i cittadini onesti e tranquilli e per consolidare così facendo sempre di più il proprio potere, la propria popolarità e la propria credibilità! Il consenso delle persone che hanno paura del caos è la prima tappa di questo nostro Governo per consolidarsi e prepararsi alle future nuove elezioni politiche!!!

Scontri a Piazza Navona - Quale verità su questo video!?!

A pochi giorni dagli scontri di Piazza Navona che hanno visto fronteggiarsi, come al solito, studenti di estrema destra contro studenti di estrema sinistra, alcune cose non sono ancora chiare! Chi ha portato quel camioncino carico di mazze da baseball e spranghe dentro una Piazza gremita e per di più blindata??? Pare che quel camion fosse stato parcheggiato addirittura la sera prima, dunque come mai i militari delle forze dell'ordine non lo hanno controllato prima dell'arrivo dei manifestanti visto che era uno dei pochissimi se non l'unico mezzo parcheggiato in una zona che doveva essere chiusa, vietata al traffico? Troppi dubbi e troppi interrogativi non solo su chi ha attaccato briga per prima ma anche su chi ha forse permesso quel clima di tensione così caro al sistema politico Italiano!!! Si vocifera che esistono immagini in cui alcuni poliziotti chiamano per nome alcuni membri del "Blocco Studentesco" di estrema destra...forse si conoscevano? Forse il clima di tensione è stato creato apposta con l'avvallo delle forze dell'ordine? Forse tra gli studenti di estrema destra c'erano anche poliziotti in borghese infiltrati e provocatori???

domenica 26 ottobre 2008

Manifestazione del PD il 25/10/08 a Roma!

Sabato 25 Ottobre 2008 a Roma si è svolta l'imponente manifestazione del PD di Walter Veltroni...il Centro-Sinistra Italiano ha voluto mostrare i "muscoli" in Piazza contro la politica del Governo di Centro-Destra guidato dal Premier Silvio Berlusconi! Esagerazioni di numeri da entrambe le parti: la questura di Roma parlava ieri di 200.000 persone presenti nella capitale (troppo poche), la Sinistra Italiana parlava invece di oltre 2.000.000 di presenze (troppo esagerate) stà di fatto che comunque a sfilare per le strade di Roma con le bandiere del PD c'erano tantissime persone venute da tutta Italia per far sentire il proprio dissenso all'attuale Consiglio dei Ministri!!! La tristezza di tutto ciò è il fatto che gli Italiani non hanno ancora capito che se si vogliono veramente cambiare le cose in Italia prima di tutto è necessario non appoggiare più gli entrambi schieramenti di centro-Sinistra e Centro-Destra...Veltroni o Berlusconi è indifferente...in Italia con queste persone non cambierà mai nulla!!! E' necessaria una vera e poderosa rivoluzione culturale e sociale oltre che politica!!!

Grandi riforme economiche in Cina!

Pechino: Ci sono voluti 4 giorni al Comitato Centrale del Partito Comunista Cinese per varare una riforma di per sè "storica" studiata per aumentare il reddito procapite dei contadini e per aumentare il consumo interno. Il Presidente della Repubblica Popolare Cinese Hu Jintao nel corso di una visita a Xiaogang, (villaggio della Provincia di dell'Anhui che fù la prima nel 1978 a reintrodurre la coltivazione individuale durante la stagione delle grandi riforme attuate dall'allora Deng Xiaoping, successore di Mao alla guida del paese), ha illustrato il piano di riforma che permetterà ai contadini Cinesi di coltivare la terra come se fosse propria anche se formalmente non saranno proprietari ma di fatto potranno comportarsi come se lo fossero. Così facendo vasti appezzamenti di terra verranno creati sotto un unico gestore in modo da permettere di sfruttare le economie di scala creando moderne imprese agro-industriali. La riforma dovrà portare nei prossimi 12 anni un raddoppio del reddito dei contadini che in Cina formano il 55% della popolazione e si contano su circa 740.000.000 di persone. Nel 1978 in Cina c'erano 250.000.000 di contadini che versano in una condizione di povertà assoluta, grazie alle continue riforme economiche attuate negli ultimi 30 anni in Cina nel 2007 i contadini "poveri" erano calati a 15.000.000; nelle zone rurali il reddito medio procapite rispetto alle città rimane inferiore ma è cresciuto del 9,5% sempre nel 2007 e crescerà del 6% nel 2008. Questi dati evidenziano quanto il Governo Cinese sia molto sensibile al problema dello sviluppo economico dell'intera Nazione sia per la voglia di progresso sociale, economico e politico, sia per l'ambizione della Cina di diventare a tutti gli effetti una Super-Potenza Mondiale, sia perchè tutti i dirigenti politici Cinesi sanno che se vorranno mantenere il potere ed il comando ancora a lungo nel tempo, dovranno curare nei minimi dettagli il benessere ed il progresso della vita civile di tutto il popolo!

Alexander Mitrokhin

Fonte: Dati statistici ripresi da il quotidiano "Il Tirreno" Lunedì 13 Ottobre 2008 Pag. 7



venerdì 24 ottobre 2008

INTRODURRE LA PENA DI MORTE PER I GRAVI REATI DI MAFIA, TERRORISMO E STRAGI...

INTRODURRE LA PENA DI MORTE PER I GRAVI REATI DI MAFIA, TERRORISMO E STRAGI...

Sostieni la petizione...firmare on-line non ti costa nulla e così facendo soterrai la petizione degli Italiani onesti!!!

La Repubblica Italiana è nemica del suo popolo: la crisi dei mutui, il caro vita, il lavoro precario…


I dati statistici sono micidialmente precisi: solo in Toscana ogni anno vengono eseguiti circa 3000 pignoramenti, cioè almeno 3000 famiglie Italiane perdono la propria casa acquistata con un mutuo bancario (solo in questo modo il popolo del ceto medio può permettersi di comprare casa) ma la nuova e grave crisi finanziaria internazionale ha di fatto peggiorato la situazione già di per sé drammatica per cui nel 2008 i pignoramenti potrebbero molto facilmente salire a 4000 mentre 9000 sarebbero le famiglie Toscane che saranno a rischio di perdere definitivamente il proprio immobile!
Al centro dell’emergenza ci sarebbero i mutui contratti dalle famiglie Toscane, la regione che abbiamo preso per analizzare i dati, tra l’anno 2003 all’anno 2006 che sono i più colpiti nelle rate.
Ma anche i mutui contratti negli altri anni non se la passano di certo bene; da analizzare poi l’aumento del caro vita, l’euro impazzito che strozza le famiglie già messe in crisi dalla disoccupazione, dal lavoro precario e dallo sfruttamento da parte di uno Stato che non tutela più i suoi cittadini ed anzi possiamo tranquillamente sottolineare che la Repubblica Italiana lido dei mafiosi e dei corrotti è il nemico numero uno del suo popolo!!!
Sempre i dati statistici questa volta ripresi dal Ministero della Giustizia…o dell’Ingiustizia forse è meglio ribattezzarlo, parlano di un aumento nel primo semestre dell’anno in tutta Italia pari al 17% di pignoramenti ed esecuzioni immobiliari, solo in Toscana l’aumento schizza al 25%!!!
Le esecuzioni immobiliari sono spesso e sempre messe in moto dalle banche verso tutti i propri clienti inadempienti che smettono di pagare le rate mensili dei mutui troppo care, oramai salite alle stelle, aumentate a cifre al di fuori della realtà.
Ad aiutare le banche, autentiche organizzazioni di usurai legalizzati, ci pensa il nostro buon vecchio Stato Italiano che con i suoi Governi asserviti ai banchieri e speculatori finanziari di ogni razza ha varato nuove leggi che facilitano e semplificano le procedure di pignoramento ed esecuzioni immobiliari da parte delle banche e degli istituti di credito…sempre il nostro buon vecchio Stato Italiano poi se né frega se gli operai, gli impiegati ed i lavoratori dipendenti non riescono ad arrivare a fine mese, non riescono più a sostenere i propri figli a scuola, non riescono più a fare la spesa quotidiana per vivere perché i propri stipendi sono rimasti lì fermi, congelati al potere d’acquisto dell’anno 2002 con le vecchie Lire mentre il caro vita si è triplicato in Euro dimezzando le buste paga di tutti.
Lo Stato Italiano se né frega se ci sta poco lavoro in giro, se la disoccupazione avanza, se il lavoro c’è ma è sempre e solo precario.
Oggi nella nostra società aumenta in proporzione il prezzo di qualsiasi prodotto alimentare o di consumo ma diminuisce sempre di più il valore degli stipendi che non vengono aumentati se non di pochi spiccioli; infine lo Stato Italiano aumenta pure le tasse su ogni cosa, su ogni operazione finanziaria, su tutti i suoi servizi che offre ai propri cittadini ma sempre in maniera più scadente e meno adatta alle esigenze di ognuno di noi.
L’ultima follia che fortunatamente si è sventata grazie ad uno dei pochissimi Ministri seri che abbiamo, Tremonti, è il recente tentativo del nostro Governo di varare un decreto salva - manager…cioè lo Stato Italiano avrebbe voluto con quel decreto “salvare” il posto di lavoro ai manager bancari responsabili della crisi dei mutui e del mezzo fallimento di tutto il sistema bancario Nazionale…questi signori oltre ad aver bruciato tutti i risparmi dei cittadini Italiani, oltre ad aver speculato sulle operazioni finanziarie arricchendo solo le proprie tasche ed oltre ad aver quasi portato l’intera Italia alla bancarotta ed al fallimento totale, avrebbero voluto continuare a mantenere il proprio posto di lavoro e di comando con l’avvallo e la protezione stessa del Governo Italiano!!!
Vergogna!!! Il Governo Italiano avrebbe anzi dovuto varare un decreto “SALVA FAMIGLIE”!!! Altro che salva - manager falliti…invece le casse dello Stato avrebbero dovuto aiutare le famiglie che sono in difficoltà nel pagare i mutui per gravi problemi di lavoro e finanziari ed avrebbe dovuto sostenere queste famiglie Italiane soprattutto per evitare i pignoramenti bancari delle loro case!!!
Dunque tutto ciò è intollerabile e la situazione sociale Italiana è in piena emergenza: i poveri sono in aumento esponenziale visto e considerato il dato attendibile della Caritas che registra oggi un cittadino Italiano ogni tre poveri che chiedono aiuto alle mense pubbliche per poter mangiare un piatto caldo a pranzo e a cena.
Tanti pensionati Italiani e tante famiglie che non c’è la fanno piu’ a vivere, si rivolgono agli sportelli della Caritas non solo per mangiare ma anche per vestirsi…oltre che per chiedere aiuti economici per pagare l’affitto di casa o le bollette dei consumi di acqua, luce e gas.
Ora io domando a tutti voi elettori Italiani, ora io domando a tutti voi internauti Italiani e Stranieri…se questo è un popolo, se questa è una Nazione civile e progredita, se questa nostra Democrazia sia giusta e retta, se questo nostro Stato è presente ed equo…perché oggi nel terzo millennio dobbiamo assistere a questo scempio vergognoso? A questa regressione culturale ed economica causata dai politici mafiosi e corrotti, avidi di denaro e di potere, di ogni partito politico e di ogni schieramento ed ideale? Perché dobbiamo ancora tollerare questa Repubblica Italiana nemica stessa del proprio popolo, nata dalle ceneri di una guerra civile fratricida che ha consegnato in mano ai Catto - Comunisti il potere di depredare le casse dello Stato, di distruggere il sistema sociale in virtù degli interessi di pochi boiardi eletti che hanno scritto una Costituzione sana e valida nei principi ma vuota nei contenuti e nell’applicazione pratica? I nostri governanti non si accorgono di una realtà drammatica che sta peggiorando di giorno in giorno, perché essi vivono oramai completamente distaccati da quella stessa realtà che diventerà ben presto la loro rovina…la miseria diventerà la lapide della loro tomba.
Ancora pochi anni di questo disastro e sarà l’ora di una rivoluzione senza precedenti, la rivoluzione dei giusti, l’uragano politico che in molti in silenzio aspettano…la Repubblica Italiana così come è nata nel secondo dopo – guerra dovrà a tal fine essere smantellata completamente per fare spazio alla rinascita Nazionale e Popolare che vedrà la costruzione di un nuovo e vero modello di Stato!!! Uno Stato giusto ed equo che non sarà piu’ nemico del proprio popolo ma invece né sarà il “PADRE” e la “MADRE”…uno Stato che sarà la “FAMIGLIA” di tutti gli Italiani onesti e retti che dovranno essere protetti, aiutati, sostenuti dal governo…per i nemici del popolo invece ci sarà solo la certezza della morte.
Alexander Mitrokhin

Fonti notizie dati statistici:
Dal quotidiano Il Tirreno Domenica 19 Ottobre 2008 pag. 3 in Primo Piano: "MUTUI EMERGENZA SOCIALE"!

domenica 12 ottobre 2008

MORTO JOERG HAIDER IN UN INCIDENTE STRADALE...

La notizia della morte di Jorg Haider in TV...

In ricordo di Jörg Haider...

In un grave incidente stradale muore uno dei leader storici della Destra Austriaca anti-Europea: Jorg Haider...il suo partito politico aveva trionfato insieme ad altri partiti di Destra nelle ultime elezioni amministrative Austriache...sull'incidente forse grava un'ombra di sospetto e di dubbio...incidente od omicidio politico???

ITALIA-CINA

ITALIA-CINA
PER L'ALLEANZA, LA COOPERAZIONE, L'AMICIZIA E LA COLLABORAZIONE TRA' LA REPUBBLICA ITALIANA E LA REPUBBLICA POPOLARE CINESE!!!