Visualizzazioni totali delle visite sul blog "Mitrokhin" dalla sua nascita: 08 Novembre 2007

Classifica settimanale delle news piu' lette sul blog Mitrokhin...

Cerca nel blog

News del blog in email...

Vota il mio blog...

siti migliori

Translator (Translate blog entries in your language!)

Post in evidenza

20 LUGLIO 1969 - 20 LUGLIO 2019: A 50 ANNI DALLO SBARCO DEL PRIMO UOMO SULLA LUNA...

20 LUGLIO 1969 - LO SBARCO SULLA LUNA LA PARODIA DEGLI IMAGINE DRAGONS SULL'ALLUNAGGIO DEL 20 LUGLIO 1969 "On Top Of Th...

giovedì 31 dicembre 2009

BUON ANNO E BUON 2010...

UN AUGURIO DI CUORE A TUTTI I CYBERNAUTI E NAVIGATORI INTERNAUTI, UN AUGURIO DI CUORE A TUTTA ITALIA, A TUTTA EUROPA, A TUTTO IL MONDO DI BUON ANNO SPERANDO CHE FINALMENTE CI SARA' PIU' PACE E SERENITA', PIU' PROSPERITA' ECONOMICA E PIU' BENESSERE PER TUTTI I POPOLI DELLA TERRA!!! BUON 2010.... Alexander Mitrokhin

Iran - Teheran - Le riprese amatoriali della manifestazione contro il Governo Iraniano...

Le manifestazioni contro il Governo della Repubblica Islamica Iraniana...da una ripresa amatoriale!

Iran - Teheran - La Rivolta ripresa in un video amatoriale...

Le manifestazioni contro il Governo della Repubblica Islamica Iraniana...da una ripresa amatoriale!

Commissioni Camera e Senato: Intervento sugli scontri in Iran...

1 luglio 2009 - 16:50 - Tg Parlamento (RaiUno)
Commissioni Camera e Senato: Gli scontri in Iran di 6 mesi fà quando per la prima volta gli oppositori sono scesi in Piazza. Intervento del Ministro Frattini...

Teheran - Ancora scontri in Iran contro il Presidente Ahmadinejad...

L'opposizione continua a manifestare ma il Governo Iraniano ha represso con la violenza le manifestazioni di dissenso alla politica di Ahmadinejad...dure le repliche dell'Ayatollah Supremo che ha minacciato apertamente di morte gli oppositori al Regime Islamico!!!

Violenze in Iran...

Le immagini amatoriali degli ultimi scontri di piazza in Iran...

VIOLENTISSIMI SCONTRI IN IRAN - TRA LE VITTIME IL NIPOTE DI MOUSSAVI...

TEHERAN (28 dicembre) - Almeno 15 i morti tra i manifestanti scesi in piazza in Iran contro il governo di Ahmadinejad nel giorno dell'Ashra. La polizia che spara ad altezza d'uomo. Centinaia di arresti. Black out per i cellulari e servizi internet bloccati o lentissimi. L'Iran ieri ha vissuto ieri la giornata più sanguinosa dopo le manifestazioni anti-governative dell'estate scorsa.
E oggi nuovi scontri tra manifestanti e polizia: secondo il sito riformista Norooz la polizia ha usato lacrimogeni contro sostenitori di Mir Hossein Mussavi che si erano radunati davanti all'ospedale dove si trova la salma di suo nipote, ucciso negli scontri di ieri.

Irruzione nella fondazione Khatami. Agenti degli apparati di sicurezza iraniani hanno fatto irruzione nella Fondazione Baran, dell'ex presidente riformista Mohammad Khatami, dove hanno arrestato tre suoi collaboratori, tra cui un ex ministro, e sequestrato numerosi documenti. Lo rende noto Parlemanews, il sito dei deputati riformisti. Gli agenti hanno inoltre portato via documenti relativi all'attività della fondazione. Sempre oggi arrestato il giornalista Emadeddin Baqi, responsabile dell'Associazione per i diritti dei detenuti.

Almeno 15 morti. A dare il bilancio delle vittime la tv di Stato Irib che parla di almeno 15 morti. Tra i morti, «più di dieci appartenenti a gruppi anti-rivoluzionari» e «cinque persone uccise da gruppi terroristici». Ucciso anche un nipote del leader dell'opposizione Mussavi. Un altro riformista, Mehdi Karrubi, ha attaccato il regime per l'uccisione di «persone innocenti» e per non aver «rispettato il giorno sacro dell'Ashura». Secondo il sito Jaras arrestato questa mattina il leader dissidente iraniano, ex ministro degli esteri, Ebrahim Yazdi.

Condanne da diversi paesi per le violenze. «Condanniamo con forza la violenta ed iniqua soppressione di civili che cercano di esercitare i loro diritti universali in Iran» ha detto il portavoce del National Security Council, Mike Hammer. «Governare tramite violenza e paura non è mai giusto», ha sottolineato ancora Hammer, per il quale questo rivela un maggior timore da parte di alcuni governi «delle aspirazioni della propria gente che della potenza di altre nazioni». Condanna anche da Italia e Francia.

Scontri in Iran, Shirin Ebadi parla a SKY TV...

Shirin Ebadi. avvocatessa irananian premio Nobel per la pace del 2003, ha raccontato nel corso di una telefonata a SKY TG24 l'attuale situazione a Tehran e nel suo paese. Ebadi, la cui sorella è stata arrestata dai servizi segreti iraniani, ha dichiarato che la repressione attuata in questi giorni e gli arresti effettuati sono illegali. In Iran, ha continuato il premio Nobel le persone vengono fatte sparire per spaventare il popolo. Secondo l'avvocatessa le proteste al momento si sarebbero allargate a tutto il paese. Il premio Nobel, parlando delle repressioni in atto, ha detto "Le conseguenze saranno negative per un regime che si dice islamico e che prende la sua legittimità dall'Islam. Eppure la gente è stata attaccata nel giorno sacro dell'Ashura. Il governo parla di 8 morti e 60 feriti, ma sono le cifre sono molto più alte". Quanto alla diffusione nel paese del movimento anti-governativo la Ebadi afferma che "in alcune città le proteste sono ancora più forti".
Riguardo a sua sorella, arresta nel corso della giornata, Shirin Ebadi ha detto "Non sappiamo dove è rinchiusa. Gli avvocati non hanno avuto il permesso di incontrarla, come per tutti gli arrestati di questi giorni. Mia sorella è stata arrestata senza neanche un ordine di carcerazione: non avevano il diritto di farlo."
L'arresto di Nushin Ebadi è stato raccontato dalla stessa Ebadi, spiegando che tre uomini e una donna si sono presentati ieri sera presso l'abitazione di sua sorella a Teheran. Dopo una perquisizione dell'edificio, hanno prelevato la donna, Nushin Ebadi, 47anni, e portato via il suo computer.
"L'hanno arrestata per costringermi a mettere fine al mio lavoro", ha detto alla Cnn Shirin Ebadi, avvocatessa e attivista per i diritti umani di 62 anni. "Non ha fatto nulla di male, non è coinvolta nelle mie attività per i diritti umani e non ha mai partecipato ad alcuna protesta", ha aggiunto
E intanto sale la tensione in Iran. Il ministro degli Esteri iraniano, Manuchehr Mottaki, ha detto oggi che se la Gran Bretagna non cesserà di parlare contro la repressione delle proteste in Iran, "riceverà un pugno in bocca". Lo riferisce l'agenzia Isna.
Ieri l'Iran ha vissuto un'altra giornata di scontri, dopo quella di domenica in cui sono morte 15 persone, come ha ammesso la stessa tv di Stato. Decine i riformisti arrestati, tra cui anche alcuni stretti collaboratori di Mousavi e dell'ex presidente Mohammad Khatami.

lunedì 14 dicembre 2009

I CONCITATI MOMENTI DEL FERMO DI MASSIMO TARTAGLIA A RISCHIO LINCIAGGIO 13/12/2009...

Il premier è stato colpito non da un pugno, come era stato riferito in un primo momento dal ministro La Russa, ma da un oggetto, così come si può vedere dalle immagini diffuse da un servizio de "La 7": probabilmente la miniatura del Duomo, lanciato all'uomo fermato. L'uomo, età apparente età tra i 40 e i 50 anni, è stato subito fermato e si trovato in questura per essere interrogato. Dopo l'aggressione subita al termine del comizio alla manifestazione del Pdl, Berlusconi è stato portato all'ospedale San Raffaele. Sarà visitato da uno dei suoi medici di fiducia. La struttura ha ospitato altre volte il premier. IL FERMATO MASSIMO TARTAGLIA - Si chiama Massimo Tartaglia ed ha 42 anni l'uomo che ha ferito il premier Silvio Berlusconi questa sera dopo il comizio in piazza Duomo. Come precedenti risulta alla polizia solo il ritiro della patente per motivi di viabilità. Dopo il fatto è stato portato via dalla polizia, che lo ha sottratto alla rabbia della gente, senza profferire parola. Tartaglia risulta sconosciuto alla Digos. Risiede nell'hinterland milanese. "Quello che hanno fatto a Berlusconi è un atto di terrorismo": lo ha detto all'ANSA il ministro Umberto Bossi.

Fonte: Ansa

Aggressione Berlusconi da diverse angolazioni da Sergio Taxista video di youreporter

Italian Prime Minister Silvio Berlusconi has been taken to hospital after being attacked by a 45-year-old man. Mr Berlusconi had just finished addressing a rally of his supporters in a Milan square on Sunday.

The man, who has been arrested, either hit Mr Berlusconi in the face or threw a hard object at him from close range. The Italian leader was taken away by security staff bleeding from his mouth.

There was trouble right from the start of the meeting of the governing PDL party, with Mr Berlusconi heckled by jeering protesters. The demonstrators clashed with the prime minister's security guards.
Aggressione Berlusconi da diverse angolazioni da Sergio Taxista video concesso da youreporter.it

Berlusconi, sequenza integrale dell'aggressione a Milano del 13 Dicembre 2009...

E' in cura da 10 anni per problemi mentali al Policlinico di Milano Massimo Tartaglia, l'uomo che ha aggredito Silvio Berlusconi. Incensurato, la Digos neppure lo conosce, segno che non appartiene a centri sociali o organizzazioni extraparlamentari. Nessun precedente penale. Solo il ritiro della patente per motivi di viabilità qualche mese fa: nulla di più. E' l'identikit di Massimo Tartaglia, 42 anni, residente a Cesano Boscone (Milano), l'aggressore di Silvio Berlusconi. Ingegnere elettronio, lavora nell'azienda del padre AL.TE.TEK di Corsico, specializzata nella realizzazione di obliteratrici per autobus.

Dalla dinamica dei fatti, dalla storia dell'aggressore e dalle risposte che l'uomo ha dato agli agenti della Digos che lo hanno interrogato, sembra più un gesto isolato che un tentativo di aggressione organizzato, frutto di un disagio psichico.

Ma in tasca aveva, insieme ad un altro souvenir del tipo usato per colpire il premier, una bomboletta di spray urticante al peperoncino che ha fatto protendere il procuratore aggiunto Armando Spataro, capo del pool
antiterrorismo milanese, ad ipotizzare che il gesto di questa sera in piazza del Duomo fosse premeditato. In calce al provvedimento di arresto, il pm ha scritto: "Lesioni pluriaggravate dalla qualifica di pubblico ufficiale della parte offesa e dalla premeditazione".

BERLUSCONI COLPITO AL VOLTO DA UN OGGETTO CONTUNDENTE A MILANO, PORTATO ALL'OSPEDALE...

Il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi. e' stato colpito al volto da un contestatore che gli ha lanciato contro un oggetto, sembre una miniatura del Duomo di Milano, incastonata su una base di metallo. L'aggressione e' avvenuta mentre il premier lasciava il palco dove aveva poco prima tenuto un comizio. L'autore del gesto e' stato fermato, mentre Berlusconi e' stato portato in ospedale per la prime cure. Il presidente del Consiglio si è quasi accasciato con il labbro sanguinante, ed è stato trasportato allospedale San Raffaele per accertamenti, e ha rimediato. Laggressore indossava un piumino chiaro e si era mescolato tra la folla e dopo lattacco è stato oggetto di un tentativo di linciaggio. Il ministro Ignazio La Russa, che era presente, ha parlato della possibilità che l'uomo che ha sferrato il colpo indossasse un tirapugni, ipotesi questa confermata anche da un testimone interpellato da SkyTg24 secondo cui l'autore dell'agguato «non sembrava normale».

Secondo alcuni testimoni la scena è stata choccante. «Sono scioccato, è allucinante - ha detto Marco Bessetti, un giovane del Pdl, che ha visto il premier «tirarsi indietro».- perchè non solo ho sentito il toc forte ma lho visto accasciarsi». Il leader della Lega Umberto Bossi ha parlato di episodio di terrorismo, mentre si è alzata la bufera politica attorno alle frasi di Antonio Di Pietro, che ha parlato di «un clima di esasperazione e odio creato da chi ha nelle mani le redini del Pese e ne approfitta soltanto per fare i fatti suoi». Solidarietà bipartisan è arrivata da tutte le forze del Parlamento.

Fonte da Il fuorionda news: IL BLOG DEI FUORIONDA ESCLUSIVI IN TEMPO REALE

Berlusconi colpito al volto e ferito a Milano...

http://ilpopolosovrano.splinder.com Berlusconi è stato colpito da un oggetto al viso scendendo dal palco. Il premier, colpito al viso, aveva il labbro inferiore sanguinante. Pare che a colpirlo sia stato un oggetto di metallo, una statuetta souvenir del Duomo. Secondo alcuni testimoni, invece, il premier sarebbe stato colpito da un pugno.

Berlusconi colpito al labbro dopo il comizio del PDL da Massimo Tartaglia...

Berlusconi colpito da un pugno dopo comizio a Milano
Il premier si e' accasciato a terra, fermato un uomo
13 dicembre, 18:59


(ANSA) - MILANO, 13 DIC - Silvio Berlusconi e' stato colpito al volto da un pugno.Il premier si e' accasciato per terra ed e' stato immediatamente caricato in auto. Il responsabile del gesto, un uomo, e' stato fermato. E' stato portato in questura. In un primo momento si era diffusa la voce che avesse colpito il premier con una riproduzione del Duomo. L'oggetto e' caduto dalle mani dell'uomo quando lo hanno fermato e non e' escluso che lo avesse stretto nel pugno quando ha colpito

AGGRESSORE E' INCENSURATO Si chiama Massimo Tartaglia ed ha 42 anni l'uomo che ha ferito il premier Silvio Berlusconi questa sera dopo il comizio in piazza Duomo. Come precedenti risulta alla polizia solo il ritiro della patente per motivi di viabilità. Dopo il fatto è stato portato via dalla polizia, che lo ha sottratto alla rabbia della gente, senza profferire parola.

E' AL SAN RAFFAELE Silvio Berlusconi, dopo l'aggresione subita al termine del comizio alla manifestazione del pdl, è stato portato all'ospedale San Raffaele. Sarà visitato da uno dei suoi medici di fiducia. La struttura ha ospitato altre volte il premier.

BERLUSCONI COLPITO AL VOLTO DA MASSIMO TARTAGLIA ALLA FINE DEL COMIZIO!!! VIOLANZA INCREDIBILE!!!

BERLUSCONI COLPITO AL VOLTO DA MASSIMO TARTAGLIA ALLA FINE DEL COMIZIO!! INCREDIBILE!!
Berlusconi colpito da un pugno dopo comizio a Milano
Il premier si e' accasciato a terra, fermato un uomo
13 dicembre, 18:59


(ANSA) - MILANO, 13 DIC - Silvio Berlusconi e' stato colpito al volto da un pugno.Il premier si e' accasciato per terra ed e' stato immediatamente caricato in auto. Il responsabile del gesto, un uomo, e' stato fermato. E' stato portato in questura. In un primo momento si era diffusa la voce che avesse colpito il premier con una riproduzione del Duomo. L'oggetto e' caduto dalle mani dell'uomo quando lo hanno fermato e non e' escluso che lo avesse stretto nel pugno quando ha colpito

AGGRESSORE E' INCENSURATO Si chiama Massimo Tartaglia ed ha 42 anni l'uomo che ha ferito il premier Silvio Berlusconi questa sera dopo il comizio in piazza Duomo. Come precedenti risulta alla polizia solo il ritiro della patente per motivi di viabilità. Dopo il fatto è stato portato via dalla polizia, che lo ha sottratto alla rabbia della gente, senza profferire parola.

E' AL SAN RAFFAELE Silvio Berlusconi, dopo l'aggresione subita al termine del comizio alla manifestazione del pdl, è stato portato all'ospedale San Raffaele. Sarà visitato da uno dei suoi medici di fiducia. La struttura ha ospitato altre volte il premier.

lunedì 7 dicembre 2009

Clan dei Casalesi, intercettazioni durante due agguati...

La registrazione (12 dicembre 2008) di un'intercettazione ambientale effettuata dai Carabinieri su un'auto utilizzata dal gruppo di fuoco del clan dei Casalesi, tra cui anche il superboss Giuseppe Setola. Si riferisce a due agguati di camorra. Le immagini si riferiscono alle attività delle forze dell'ordine.

La Camorra...

Chi odia la camorra ama la vita: Scene tratte dal film "Pianese Nunzio 14 anni a Maggio!"

Camorra: irruzione nella tana di Antonio Iovine...

Una delle tante operazioni di polizia anti-mafia nel Sud Italia...

Telefonata dei boss latitanti Antonio Iovine e Michele Zagaria della famiglia dei Casalesi...

I boss latitanti dei Casalesi, Antonio Iovine e Michele Zagaria, chiamano in redazione il giornalista casertano Carlo Pascarella, allora al Corriere di Caserta, per esprimere il loro dissenso su un articolo. I due esponenti mafiosi sono ricercati da oltre 13 anni e la telefonata assume un sapore intimidatorio...

MAFIA - L'operazione antimafia ispirata dalle Iene...

Il servizio delle Iene su Italia Uno che ha ispirato una brillante e importante operazione anti-Mafia...

MAFIA (censurato dal governo Berlusconi)

Parte del documentario di Lucarelli (Blu Notte) su RAI TRE sulla Mafia e sulle inchieste censurato dal governo Berlusconi...

Colpo alla Mafia: Arrestato il boss Domenico Raccuglia, numero due di Cosa Nostra...

Servizio RMK di Calogero Parlapiano.
Arrestato Domenico Raccuglia, boss di Cosa Nostra. Si nascondeva a Calatafimi, nel trapanese. Colpo durissimo a Cosa Nostra.

MAFIA, ARRESTO DEL BOSS RACCUGLIA: Gioia, euforia e applausi per la polizia...


Iscriviti
Elimina iscrizione illecitocom
17 novembre 2009

(ulteriori informazioni)
(meno informazioni) Vuoi iscriverti?
Accedi o registrati ora.
http://news.illecito.com/vi... - Scene intense e commoventi in occasione della cattura del boss mafioso Domenico Raccuglia. Quest'ultimo, 45 anni, dopo tredici anni di latitanza, è stato arrestato ...
http://news.illecito.com/video/mafia-... - Scene intense e commoventi in occasione della cattura del boss mafioso Domenico Raccuglia. Quest'ultimo, 45 anni, dopo tredici anni di latitanza, è stato arrestato dalla polizia parlemitana. Dal 96 era ricercato per mafia, omicidi, estorsioni, rapine, e poi per le varie condanne che andava collezionando: tre ergastoli tra cui quello per luccisione del piccolo Giuseppe Di Matteo, e altre decine di anni di carcere.

Ruoppolo Teleacras - Gli omicidi di Giovanni Riina...

Il servizio di Angelo Ruoppolo Teleacras Agrigento del 9 aprile 2008. La Cassazione conferma un'altra condanna contro i responsabili degli omicidi Giammona e Saporito a Corleone.
Ecco il testo:
Lui e' Giovanni Riina, il primo figlio maschio di Toto' Riina. Giovanni Brusca e Giuseppe Monticciolo lo hanno accusato: '' il figlio di Riina e' il mandante e l'esecutore della morte di Giuseppe Giammona, ucciso il 29 giugno del 95 davanti agli occhi della fidanzata, e poi della sorella Giovanna Giammona e di suo marito Francesco Saporito, assassinati pochi giorni dopo, in automobile, e si salvo' il figlio, un bambino di 2 anni, che dormiva sul sedile posteriore. Tre delitti senza un perche' o quasi. Omicidi preventivi. Si' perche' le vittime sono state sospettate di pedinare Giovanni Riina. Un rapimento. Ecco perche' quando Giovanni Riina e Vito Vitale sono stati condannati all'ergastolo il Pubblico ministero, Vittorio Teresi, ha commentato : ''la natura violenta dell' organizzazione mafiosa emerge da questa sentenza''. Adesso la Cassazione ha confermato un'altra condanna per il triplice omicidio. E cosi' i Carabinieri del Comando provinciale di Palermo hanno notificato un mandato di cattura per concorso in omicidio plurimo aggravato. Il destinatario e' Antonino Leoluca Bruno, 30 anni, che da Corleone e' stato trasferito al carcere Ucciardone, dove scontera' 17 anni di reclusione. Per gli stessi omicidi e' stato gia' assolto il secondo figlio maschio di Riina, Giuseppe. Giovanni, invece, a soli 25 anni ha subito il primo ergastolo ed a 19 anni, il 22 giugno del 1995, avrebbe strangolato a mani nude '' il dottore '', Antonino Di Caro, Capo di Cosa nostra agrigentina, anche lui sospettato, ma non e' vero, di aver tradito e provocato l'arresto di Salvatore Fragapane. Ancora Vittorio Teresi, nella requisitoria prima dell' altra condanna di Riina al carcere a vita, ha affermato che '' per il figlio del Capo dei Capi l'omicidio di Antonino Di Caro e' stato l'occasione per provare agli altri boss la freddezza e la capacita' di sopprimere una vita umana''. Giovanni Brusca ha raccontato che il giorno in cui Riina uccise Di Caro '' era gasato, non stava nella pelle per la gioia di aver ucciso'', e lo zio, Leoluca Bagarella '' ne era fiero ''. Una sorta di battesimo del fuoco, dunque. La prima tappa di una carriera sanguinaria, interrotta troppo presto ma prima che fosse troppo tardi.

Alessandro Giuliano...

Canale5 - TG5 del 6/12/2009 - un servizio sulla cattura del boss Gaetano Fidanzati ad opera della Polizia di Milano diretta da Alessandro Giuliano.....

Ruoppolo Teleacras - Arresto di Lo Nigro...

Il servizio di Angelo Ruoppolo Teleacras Agrigento del 14 marzo 2009. Arrestato il presunto reggente del mandamento di Brancaccio a Palermo, il latitante Antonino Lo Nigro. Per il video in alta qualità clicca su HQ in basso a destra dello schermo.
Ecco il testo:
Pensate come lo hanno disturbato. Sì perchè quando lo hanno arrestato lo hanno ammanettato quando lui è stato impegnato ad ascoltare la musica in cuffia. Sì. Il boss Antonino Lo Nigro è stato sorpreso dai Carabinieri della Compagnia di Bagheria con la cuffia alle orecchie, la musica ad alto volume, e le canzoni di lui, il cantante napoletano Tony Colombo. Lui, Lo Nigro, in tuta da ginnastica, non si è accorto di nulla. Ha capito solo quando gli hanno tolto la cuffia. Così, dopo 15 mesi, si è conclusa la latitanza del presunto reggente del mandamento di Brancaccio, un tempo regno di loro due, i fratelli Giuseppe e Filippo Graviano. Antonino Lo Nigro, tra i 100 fuggitivi di Italia più inseguiti, è stato scoperto in un appartamento del centro di Bagheria. La titolare del contratto d'affitto, lei, Concetta Barbagallo, 29 anni, di Bagheria, adesso è in carcere per favoreggiamento. Sul tavolo della casa, in via Paterna, vi sono ancora i sacchetti della spesa, appena comprata al supermercato. Antonino Lo Nigro come Renato Vallanzasca. Infatti. Lo Nigro è sfuggito piu volte alla cattura, ed in modo rocambolesco. Prima a Palermo, il 16 gennaio del 2008, il giorno del maxi blitz antimafia cosiddetto "Old Bridge". Poi lo scorso luglio in Calabria, a Siderno, nella Locride, dove con la fidanzata ha trascorso le vacanze in una casa sul lungomare. Poi, pensate, è stato a Palermo, al Comune, dove gli hanno autenticato la firma su di un documento utile per un processo in cui è imputato. Il pedigree del boss. Fedelissimo di Salvatore e Sandro Lo Piccolo. Braccio destro di Andrea Adamo. Parente di Piero e Francesco Lo Nigro. Nipote di Pietro Tagliavia, capomafia storico della famiglia di Corso dei Mille.

Ruoppolo Teleacras - "Perseo" - I nuovi Capi di Cosa Nostra...

Il servizio di Angelo Ruoppolo Teleacras Agrigento del 19 dicembre 2008. Convalidati 91 fermi nell'ambito della maxi inchiesta antimafia "Perseo". Le intercettazioni rivelano i Capi ed i Vice di 11 mandamenti tra Palermo e provincia (per il video seleziona Alta qualità in basso a destra dello schermo).
Ecco il testo:
E' stato un lavoro massacrante. I Giudici per le indagini preliminari dei Tribunali di Palermo e Termini Imerese hanno sostenuto quasi 100 interrogatori. Ovviamente tanti si sono avvalsi della facoltà di non rispondere in attesa che i propri avvocati disegnino la strategia difensiva. E così sono stati convalidati 91 fermi nell'ambito della maxi inchiesta antimafia cosiddetta "Perseo". Nel frattempo le intercettazioni che hanno tradito i clan rivelano la nuova cartina geografica di Cosa nostra palermitana. 15 Mandamenti, 8 in città e 7 in provincia, e ne sono stati scoperti 11. A Palermo, Resuttana sarebbe nelle mani di Salvatore Lo Cicero, in assenza del capo, Gaetano Fidanzati, che è latitante. Poi alla Noce - Cruillas il presunto Capo Mandamento è Luigi Caravello, ed il vice capo sarebbe Vincenzo Tumminia. Poi, a Porta Nuova, dove un tempo ha comandato Nicolò Ingarao, poi ucciso il 13 giugno del 2007 su ordine di Salvatore Lo Piccolo, adesso comanderebbe Gaetano Lo Presti. Lui, però, Lo Presti, si è suicidato in carcere, al "Pagliarelli", dopo l'arresto di martedì scorso, forse perchè divorato dal rimorso di essere stato ascoltato e registrato dalle cimici dei Carabinieri. Il vice Capo di Lo Presti sarebbe Massimo Mulè. Poi il Mandamento di Pagliarelli sarebbe capeggiato dal latitante Gianni Nicchi, inteso "U picciotteddu". Ed il vice Capo sarebbe Giuseppe Calvaruso. Poi le redini di San Giuseppe Jato sarebbero tirate da Gregorio Agrigento. A Villagrazia Santa Maria del Gesu, un tempo regno di Stefano Bontade, cavalcherebbe Sandro Capizzi, ed il suo vice sarebbe Giovanni Adelfio. Poi Brancaccio sarebbe sotto il bastone di Ludovico Sansone. A Belmonte Mezzagno il presunto reggente sarebbe Antonino Spera. A Corleone Rosario Lo Bue. Poi a San Mauro Castelverde Francesco Bonomo. Poi a Bagheria Giuseppe Scaduto, ed il suo vice sarebbe Gioacchino Mineo.

Berlusconi parla degli arresti di Nicchi e Fidanzati...

Gli arresti eccellenti dei Boss Mafiosi dei giorni scorsi...

Maroni parla dell'arresto dei boss Nicchi e Fidanzati a Skytg24...

Gli arresti dei Boss Mafiosi dei giorni scorsi...

venerdì 4 dicembre 2009

VIDEO DELL'ASILO DEGLI ORRORI...

SONO SCONVOLTI I GENITORI DEI BAMBINI DELL'ASILO "CIP E CIOP" DI PISTOIA, VITTIME DEI MALTRATTAMENTI DELLE MAESTRE. NEL VIDEO L'AGGHIACCIANTE RACCONTO DI UNA MAMMA.

Testimonianza di un genitore di un bambino che ha subito i maltrattamenti asilo di Pistoia...

SONO SCONVOLTI I GENITORI DEI BAMBINI DELL'ASILO "CIP E CIOP" DI PISTOIA, VITTIME DEI MALTRATTAMENTI DELLE MAESTRE. NEL VIDEO L'AGGHIACCIANTE RACCONTO DI UNA MAMMA.

ARRESTATE DUE INSEGNANTI DI UN ASILO - OBBLIGAVANO I BIMBI A MANGIARE IL PROPRIO VOMITO...

Due maestre di un asilo nido privato di Pistoia sono state arrestate dagli agenti della squadra mobile per presunti maltrattamenti su alcuni piccoli. Le donne, secondo quanto si è appreso, sono due italiane di 41 e 28 anni. Gli arresti delle due donne sono stati eseguiti dopo "una complessa attività di indagine", iniziata nell'agosto scorso dopo le segnalazioni e le denunce presentate dai genitori di alcuni bambini. I riscontri sono stati possibili anche grazie all'utilizzo di telecamere di videosorveglianza installate dalla squadra mobile nei locali dell'asilo.
L'ultimo episodio, quello che ha determinato l'arresto in flagranza delle due donne, è stato un episodio di queste ore, avvenuto per la precisione mercoledì mattina. Un bambino di otto-dieci mesi vomita e subito un'educatrice lo schiaffeggia sulla nuca, il bambino cade sul suo vomito e la donna lo solleva da terra prendendolo brutalmente per un braccio: è tutto quanto documentato sulle telecamere che erano state installate sul posto per testimoniare i drammatici episodi che accadevano quotidianamente tra quelle mura.
"Davanti a questa immagine ripresa dalle telecamere - ha detto il procuratore Renzo Dell'Anno - non potevamo attendere oltre. Dovevamo tutelare i bambini e non potevamo permettere altri maltrattamenti". Ad essere state arrestate sono la responsabile dell'asilo nido, Anna Scuderi, 41 anni, di Pistoia, residente a Quarrata, e l'insegnante Elena Pesce, 28 anni, residente a Pistoia. A gestire l'asilo era la società "Il Giardino dell'Infanzia" di cui è titolare Anna Scuderi. Ma non si contano gli episodi ripresi dalle telecamere in cui si vedono le maestre che maltrattano i piccoli: ci sono le insegnanti che affibbiano scappellotti ai bimbi o che fanno loro pressione sulla bocca a tavola per costringerli a mangiare: particolari, questi, che sono stati raccontati dal procuratore.
Alcuni genitori di bambini iscritti all'asilo nido di Pistoia hanno denunciato soprusi di ogni genere. Oltre a costringere i piccoli a mangiare il loro vomito, secondo le accuse, i piccoli subivano vari castighi. Sarebbero stati tenuti chiusi al buio nei bagni, non veniva dato loro da bere, venivano fuori dalle aule al freddo, venivano strattonati con forza tanto che spesso alcuni sarebbero tornati a casa con arrossamenti. Tempo fa un bambino tornò a casa con una spalla lussata ma all'episodio non venne dato particolare peso in quanto i genitori pensavano potesse essere stato un episodio banale durante il gioco tra bimbi. Dopo aver visionato l'ultimo filmato, gli agenti si sono presentati a scuola mercoledì mattina e, intorno alle 11, hanno arrestato la prima donna. Gli agenti della Mobile si sono presentati ai cancelli della struttura invitando l'educatrice a seguirli in questura. Più tardi, alle 11,40, il secondo arresto.

Bimbi maltrattati: le reazioni dei genitori...

Pistoia, col suo sindaco a capo, è ancora sotto choc per l'arresto della 41enne Anna Laura Scuderi e della 28enne Elena Pesce, le due maestre dell'asilo nido privato "Cip e Ciop" accusate di maltrattamenti su bambini. A incastrarle le telecamere nascoste installate dalla Polizia, le cui ultime immagini appaiono inequivocabili: un bambino di dieci mesi vomita, viene preso a schiaffi, strattonato e messo in punizione. La polizia era entrata in azione dopo numerose denunce di genitori e altri insegnanti. Le due donne sono attualmente detenute presso il carcere fiorentino di Sollicciano. Ma nel frattempo non sono pochi coloro che si dicono increduli e difendono a spada tratta le maestre.

Bimbi maltrattati all'asilo nido Cip e Ciop di Pistoia...

Bimbi maltrattati all'asilo nido PRIVATO Cip e Ciop di Pistoia...

venerdì 27 novembre 2009

Il potere occulto e corruttore della Massoneria...

Il pericoloso potere occulto della Massoneria che influisce su tutte le scelte politiche ed economiche delle Nazioni...

I 10 Comandamenti del Nuovo Ordine Mondiale...

Che cosa ci stanno preparando i Grandi Massoni che con i poteri forti influenzano la politica e la società Mondiale in tutte le Nazioni del Mondo???

martedì 24 novembre 2009

2/2 L'estrazione del marmo di Carrara - seconda parte (1957)

2/2 L'estrazione del marmo di Carrara - seconda parte (Carrara - 1957)

1/2 L'estrazione del marmo di Carrara - prima parte (1957)

Prima parte - La dura vita dei cavatori del marmo di Carrara - dal documentario "Miniera bianca" di Bruno Ambrosi - Carrara (Massa) 1957

IL MITROKHIN COMPIE 2 ANNI...

I 2 anni di Mitrokhin...

IL BLOG MITROKHIN COMPIE
IL SUO SECONDO ANNO DI VITA!!!

Novembre 2007 - Novembre 2009: il blog Mitrokhin, il blog della contro-informazione e della contro-cultura politica, il blog che è "fuori dal coro" compie oggi il suo SECONDO ANNO DI VITA!!! Dal 7 Novembre 2007 al 7 Novembre 2009, cioè nei suoi primi 24 mesi di attività, il Mitrokhin ha collezionato 35.000 visite... Sono poche? Sono tante? Io credo che siano un bel risultato visto e considerato che il blog Mitrokhin non è un sito conosciuto e famoso anzi, tutt'altro...è un blog per così dire d'élite! Sconosciuto ai piu'...è un blog destinato ad una nicchia ristretta di lettori e di internauti...anche se l'ambizione è sicuramente quella di fare del Mitrokhin un blog di successo con l'incremento esponenziale dei suoi visitatori! Ma la strada è ancora lunga e tortuosa, difficile e forse la méta potrebbe essere irragiungibile ma noi non ci arrenderemo!!! La contro-informazione politica oggi è fondamentale ed è un'arma importante che serve per la salvaguardia di una delle LIBERTA' piu' importanti: la LIBERTA' di OPINIONE e di PAROLA, la LIBERTA' di PENSIERO, la LIBERTA' delle IDEE!!! In poche e semplici parole: la LIBERTA' delle persone oneste e pacifiche; la LIBERTA' del POPOLO!!! Questo è il blog Mitrokhin, un'idea di libertà nato per costituire la dottrina SOCIAL-POPOLARE in difesa della povera gente, della gente semplice, del popolo Italiano che con onestà lavora e produce ma che viene spesso "schiaciato" e "sottomesso", "impoverito" da uno Stato avido, ingiusto, avaro, crudele e "nemico" stesso del suo popolo che invece dovrebbe sostenere e proteggere!!! Sperando di avervi sempre piu' numerosi con NOI...AUGURI MITROKHIN...auguri a tutti VOI Internauti ONESTI e LIBERI!!!
Alexander Mitrokhin

lunedì 23 novembre 2009

Caso Marrazzo, il trans Brenda trovata morta carbonizzata...

Il corpo di Brenda, la transessuale coinvolta nella vicenda dell'ex presidente della Regione Lazio Piero Marrazzo, è stato ritrovato nel suo appartamento a Roma Nord, in via Due Ponti 180.
La morte sarebbe avvenuta in seguito ad un incendio.
Questa mattina alcuni transessuali che si erano radunati sotto la casa di Brenda hanno dichiarato agli investigatori che aveva più volte, nel corso del tempo, annunciato propositi suicidi. Sul suo corpo nessun segno di violenza.

La cronaca. I vigili del fuoco della capitale sono stati chiamati per un incendio che si stava sviluppando all'interno delle cantine di una palazzina in via Due Ponti alle alle 4:16 della notte scorsa. Arrivati sul posto alle 4:33 i hanno trovato il corpo della viado ormai carbonizzato all'interno del suo appartamento. Immediato l'intervento della polizia scientifica.

Caso Marrazzo. La transessuale brasiliana coinvolta nel caso che ha portato alle dimissioni dell'ex presidente della Regione Piero Marrazzo per i rapporti che avrebbe intrattenuto con lui, era stata ascoltata in procura a Roma, come testimone, nell'ambito dell'inchiesta sul presunto ricatto ai danni dell'ex presidente della Regione Lazio il 2 novembre scorso.
L'audizione svolta di fronte al procuratore aggiunto Giancarlo Capaldo e dal sostituto Rodolfo Sabelli doveva chiarire tra l'altro, la questione dell'esistenza di un secondo video in cui apparirebbe Marrazzo e del quale hanno fatto cenno alcuni transessuali.
Pochi giorni dopo, l'8 novembre, Brenda era rimasta coinvolta in una rissa dalla quale era uscita con ferite al volto. Era stata fermata dai carabinieri in via Biroli, sulla via Cassia. I militari in quell'occasione dovettero difendersi perché la trans dava in escandescenza. In quell'occasione gli era stato anche rubato il telefono cellulare.

Caso Marrazzo: Brenda bruciata viva...omicidio, suicidio o un tragico incidente?

Brenda è stata trovata carbonizzata all'interno di un seminterrato sulla Cassia, in Via Due Ponti, a Roma. Era stata minacciata e aveva pronte le valigie per scappare, solo due mesi dopo la strana morte del pusher Cafasso.

BRENDA , LA TRANS COINVOLTA NELLO SCANDALO MARRAZZO E' STATA UCCISA?

Brenda la transessuale brasiliana coinvolta nel caso che ha portato alle dimissioni dell'ex presidente del Lazio, Piero Marrazzo, è stata trovata morta carbonizzata nel suo appartamento. Una sfilata di una decina di trans è in corso, nel pomeriggio, alla questura di Roma, da dove sono partite le indagini sull'accaduto.
Accanto al suo corpo seminudo sono state rinvenute delle valigie pronte e una bottiglia di whisky: forse la transessuale voleva fuggire. Secondo gli investigatori, potrebbe essere morta soffocata dal fumo.
Potrebbe essere qualcosa che era custodita nel computer la causa della morte di Brenda. Nei verbali di interrogatorio della trans, infatti, si legge: "Certo, avevo quel video, lo custodivo nel mio pc ma l'ho distrutto perché avevo paura". Brenda ha quindi riferito agli inquirenti dell'esistenza di un altro video che ritrae l'ex governatore del Lazio in suo compagnia. Il filmato è stato ritrovato oggi nel pc di Brenda danneggiato. A questo punto una domanda è d'obbligo: chi c'era nel video oltre l'ex governatore del Lazio?

Marrazzo: Brenda uccisa e morta bruciata viva?

Trovata morta la trans Brenda:era in casa sua, semi-carbonizzata! La transessuale brasiliana coinvolta nel caso che ha portato alle dimissioni dell'ex-Presidente del Lazio Marrazzo, trovata senza vita nel suo piccolo appartamento. Trovate valigie pronte in casa: forse voleva fuggire? Tempo fa aveva denunciato un'aggressione. E' la seconda vittima della vicenda: a Settembre il protettore dei trans di Via Gradoli, Cafasso, morì in circostanze poco chiare!!!

Vladimir Luxuria: «Brenda è stata uccisa!»

Dietro lomicidio di Brenda cè la mano di dei killer pagati da un potente. Vladimir Luxuria taglia corto: «Brenda è stata fatta fuori». «La mia idea precisa è che dietro questa storia ci sia il coinvolgimento di un potente che teme di fare la stessa fine mediatica di Marrazzo e di cui Brenda sapeva qualcosa». Da Lioni, dove si trovava per celebrare il Trans Day of Remembrance 2009, Vladimir Luxuria dice di Brenda «Una persona degna di tale nome dice non può fare la fine di un sacchetto bruciato, trattato come un rifiuto umano, prima linciata dal gossip e poi uccisa. Ora mi auguro che chi sa non cada vittima dell'avvertimento e collabori. Chi ha agito vuole dire: state attente trans, non parlate».Per Luxuria era «una traccia da cancellare, da far sparire dalla circolazione quanto prima per impedire che rivelasse altro».

Parla Barbara, l'amica trans di Brenda: "Siamo tutte in pericolo!"

Davanti all'appartamento di via Due Ponti a Roma dov'è stata trovata morta Brenda, l'amica trans Barbara dice di avere paura. Per lei nessun dubbio, la transessuale coinvolta nello scandalo Marrazzo è stata uccisa!!!

giovedì 12 novembre 2009

Celebrazione anniversario caduta Muro di Berlino...

La grande festa del 9 Novembre 2009 in Germania...

Il muro di Berlino: com'era 20 anni fà...

Il muro di Berlino non era un semplice muro, ma una zona di confine interdetta agli abitanti, con numerosi ostacoli, di varia natura, controllata da militari, polizia, squadre di cani addestrati.

Il Muro di Berlino diventa un domino...

Un migliaio di blocchi alti due metri e mezzo a formare un domino lungo 1km e mezzo in pieno centro di Berlino a simboleggiare il Muro, fatti cadere nel giorno del 20 anniversario del crollo...

La colonna sonora della caduta del Muro di Berlino...

Quali canzoni accompagnarono l'evento del crollo del Muro?

Caduta del Muro-Die Mauer fällt erneut - 9 Nov 2009

Versione Italiana - Italienische Version _In der Berliner Mitte fielen entlang des früheren Mauerverlaufs am Brandenbuerg Tor symbolisch Dominosteine - 09.11.2009
( Celebrazione - Festa 20 anni dopo la caduta del Muro di Berlino )

Feierlichkeiten "Die Mauer fällt erneut" 9 Nov 2009 Berlin

In der Berliner Mitte fielen entlang des früheren Mauerverlaufs am Brandenbuerg Tor symbolisch Dominosteine - 09.11.2009
( Celebrazione - Festa 20 anni dopo la caduta del Muro di Berlino )

Ansprache - Angela Merkel - "20. Jahrestag des Mauerfalls" 9.Nov. 2009 Berlin-Live

Zum 20. Jahrestag des Mauerfalls 1989-2009 - Ansprache von Bundeskanzlerin Angela Merkel - Berlin , 09.11.2009
( Celebrazione - Festa 20 anni dopo la caduta del Muro di Berlino )

venerdì 6 novembre 2009

Quello che resta oggi del Muro di Berlino...

Le poche tracce del Muro di Berlino oggi...

Resti del "Muro di Berlino"

Quel che resta del muro di Berlino, nato nel 1961 morto nel 1989...

1989 - 2009: Venti anni fa cadeva il Muro di Berlino...

Venti anni fa, il 9 Novembre 1989, dopo 28 anni dalla costruzione, cadeva il muro di Berlino, vergognoso simbolo di una divisione del mondo durata oltre 40 anni.
Il filmato mostra i terribili momenti della costruzione, delle tensioni politiche di un mondo spaccato in due; dei protagonisti del vento di cambiamento che mise fine all'epoca dei muri e delle cortine di ferro, Michail Gorbačëv, Karol Wojtyla ed Helmut Kohl; dei giorni della caduta del Muro e dei regimi comunsti, miracolosamente avvenuta senza spargimenti di sangue ma, anzi, in un clima di festosa speranza per un mondo finalmente libero e democratico.
In ultimo, l'impacciata reazione della sinistra italiana, unica nel mondo a non sentire il vento del cambiamento e colta del tutto impreparata all'evento.

Tg1 storia - Il Muro di Berlino...

Tg1 Storia - Il Muro di Berlino [5 Ottobre 2009]

Il Muro di Berlino: com'era...prima del 1989...

Il muro di Berlino non era un semplice muro, ma una zona di confine interdetta agli abitanti, con numerosi ostacoli, di varia natura, controllata da militari, polizia, squadre di cani addestrati.

Storie dal Muro di Berlino...

Breve estratto dal documentario rai "Inge e il muro"
http://passatopresente.blog.rai.it/20...
" Una madre, Inge Albrecht, che con un articolato piano di fuga è riuscita a superare il muro eretto dalla Berlino comunista, racconta alla figlia Lilli la sua esperienza, quella di una generazione che non ha mai accettato il muro e che, alla fine, lha abbattuto. Inge e il muro è il titolo dello Speciale Tg1 realizzato da Roberto Olla e Marco Varvello: un reportage tra storia e attualità, ricco di molte inedite immagini, frutto delle ricerche in diversi archivi europei e americani. In onda su Raiuno domenica 25 ottobre 2009 alle ore 23,30 e poi disponibile sul sito www.tg1.rai.it "

I resti del Muro di Berlino oggi...

Cosa resta del Muro di Berlino oggi? Solo pochi metri di cemento ancora in piedi...

Novembre 1989: la caduta del Muro di Berlino nei tg italiani di 20 anni fà...

I 3 tg della Rai danno la notizia della caduta del Muro a Berlino. E' il 9 novembre 1989 e la data diventata il simbolo del crollo del blocco orientale. Quel giorno (anzi, quella sera) si iniziò ad abbattere il Muro di Berlino, che dal 1961 divideva in due la città tedesca e che da 28 anni era il simbolo della guerra fredda. Ma quell'evento mediatico fu solo l'ultimo passo di una rivoluzione silenziosa in atto già da qualche mese.
Nel numero 35 di Focus Storia in edicola a fine agosto 2009 un dossier dedicato alle rivoluzioni che hanno cambiato il mondo (dalla rivoluzione francese a quella dottobre in Russia, fino allondata di insurrezioni del 1989...)

Rifacciamo il muro di Berlino...

Un video realizzato con una vecchia canzone di Francesco Baccini...

The Wall (1962) / Berlin Wall Documentary Film Video...

The Wall (1962) / Berlin Wall Documentary Film Video. Creative Commons license: Public Domain. Government film about the erection of the Berlin Wall. From the holdings of the National Archives.Sponsor: United States Information Agency. The Berlin Wall (German: Berliner Mauer) was a physical barrier separating West Berlin from the German Democratic Republic (GDR) (East Germany), including East Berlin. The longer inner German border demarcated the border between East and West Germany. Both borders came to symbolize the Iron Curtain between Western and Eastern Europe and, ultimately, between USA and the Soviet Union. The wall separated East Germany from West Germany for more than a quarter-century, from the day construction began on August 13, 1961 until the Wall was opened on November 9, 1989. During this period, at least 136 people were confirmed killed trying to cross the Wall into West Berlin, according to official figures. However, a prominent victims' group claims that more than 200 people were killed trying to flee from East to West Berlin. The East German government issued shooting orders to border guards dealing with defectors; such orders are not the same as shoot to kill orders which GDR officials denied ever issuing. When the East German government announced on November 9, 1989, after several weeks of civil unrest, that all GDR citizens could visit West Germany and West Berlin, crowds of East Germans climbed onto and crossed the wall, joined by West Germans on the other side in a celebratory atmosphere. Over the next few weeks, parts of the wall were chipped away by a euphoric public and by souvenir hunters; industrial equipment was later used to remove almost all of the rest of it. The fall of the Berlin Wall paved the way for German reunification, which was formally concluded on October 3, 1990. On Saturday, 12 August 1961, the leaders of the GDR attended a garden party at a government guesthouse in Döllnsee, in a wooded area to the north of East Berlin, at which time Ulbricht signed the order to close the border and erect a wall. At midnight, the police and units of the East German army began to close the border and by Sunday morning, 13 August 1961, the border with West Berlin was closed. East German troops and workers had begun to tear up streets running alongside the border to make them impassable to most vehicles, and to install barbed wire entanglements and fences along the 156 km (97 miles) around the three western sectors and the 43 km (27 miles) which actually divided West and East Berlin. The Soviets were not directly involved. The barrier was built slightly inside East Berlin or East German territory to ensure that it did not encroach on West Berlin at any point, and was later built up into the Wall proper, the first concrete elements and large blocks being put in place on August 15. During the construction of the Wall, NVA and KdA soldiers stood in front of it with orders to shoot anyone who attempted to defect. Additionally, chain fences, walls, minefields, and other obstacles were installed along the length of the inner-German border between East and West Germany. Due to the closure of the East-West sector boundary in Berlin, the vast majority of East Germans could no longer travel or emigrate to West Germany. Many families were split, while East Berliners employed in the West were cut off from their jobs; West Berlin became an isolated enclave in a hostile land. West Berliners demonstrated against the wall, led by their Chancellor Willy Brandt, who strongly criticized the United States for failing to respond. Allied intelligence agencies had hypothesized about a wall to stop the flood of refugees, but the main candidate for its location was around the perimeter of the city.

The Rise and Fall of the Berlin Wall...

Little piece about the Berlin Wall. Includes audio of Reagan's famous "Tear down this wall!" speech. Try to keep these historical events in mind when you read the paper or vote in the presidential election next year. Remember that those people on the other side of the "wall" are human just like us. "No more wars, no more walls, a united world."-Berlin Wall Graffiti.

Berlin Wall 1961 - 1989

A short storyline about the Berlin Wall from 1961 to 1989...

IL CROLLO DEL MURO DI BERLINO NEL 1989...

Novembre 1989: cade il Muro di Berlino! Molte sciagure investiranno l'Europa dell'Est dopo quei giorni di esultanza e delirio di felicità e speranza di pace!!!

GIULIO ANDREOTTI NON AVREBBE PERMESSO LA CADUTA DEL MURO DI BERLINO!

GIULIO ANDREOTTI NON AVREBBE PERMESSO LA CADUTA DEL MURO DI BERLINO...ALMENO QUALCOSA DI BUONO AVREBBE FATTO MA NON E' RIUSCITO NEMMENO IN QUESTA IMPRESA STORICA!!!

FILMADO HOMICIDIO DA MAFIA A NAPOLES- ITALIA 2/2 (comento escritor Roberto Saviano - em italiano)

A polícia napolitana divulgou, ontem, o vídeo do homicídio de Mariano Bacioterracino, um elemento da Camorra, que ocorreu no passado dia 11 de Maio no bairro La Sanitá, em pleno centro de Nápoles, na Itália.

As imagens são violentas e frias. Registam como se morre na Camorra, no sul de Itália, em plena União Europeia : com indiferença e calma absoluta sem hesitações. Em segundos, tudo acontece na rua, em plena luz do dia.

O assassino dispara quatro vezes: no corpo, na cabeça e finalmente um tiro na nuca. Ao terminar a matança, o assassino põe-se em marcha tranquilamente, sem pressas. A senhora que aparece no vídeo também caminha sem sequer olhar para trás mesmo depois de escutar tiros.

Bacioterracino, de 53 anos, era membro da Camorra especialista em assaltos a bancos. A polícia continua sem dados do assassino depois de meses de investigação decidiu exibir o vídeo no sentido de pedir a colaboração dos cidadãos.

----------------------------------

Agguato di stampo camorrista nel rione Sanità di Napoli (11/05/2009).
Il tutto sotto il comportamento talvolta menefreghista, talvolta omertoso dei passanti.

Il filmato viene diffuso dal pm Sergio Amato e dai carabinieri di Napoli per lanciare un appello al riconoscimento, anche in forma anonima, dei due sicari.

----------------------------------

A murder of the Camorra mafia in Naples, out of the coffee-house, in the middle daylight.
People look at little more than casual, and when the murderer and accomplices flee as if nothing had happened serious.
Some even go on the corpse of the victim.

FILMADO HOMICIDIO DA MAFIA A NAPOLES- ITALIA 1/2

Nao, nao me enganei. Algum pode pensar: "Sim, esse aì se enganou e colocou um video de Bogotà, do Rio de Janeiro ou da Cidade do Mexico, e disse que era na Italia...". Mas, aconteceu em Napoles. O mais impressionante pra mim, e con tristeza digo, jà nem é mais a morte de uma pessoa, o homicidio em si, mas aquilo que o escritor napolitano, Roberto Saviano, definiu como "tragica serenidade", referindo-se a banalidade que se tornou esse tipo de crime na sua cidade. Todas as palavras que poderia achar seriam insuficientes para descrever a indiferença das pessoas frente a um homem caido por terra, com a cabeça estourada, com disperder-se do sangue pela calçada... Na minha inutil opiniao (podem pensar que eu tenha uma mentalidade colona, de interior, que nao seja habituado a "vida da cidade") acredito que chegamos a um punto critico . Isso nao poderia acontecer naquela que se auto-define sociedade civilizada sem uma revolta generalizada. O comportamento das pessoas frente a um homicidio é mais desprezivel hoje do que quando viviamos na idade média. Epoca terrivel na qual vivemos. No fim de seu comentario na TV, Saviano termina dizendo: "Fica uma imagem tragica...por que mostra como, em certas partes da Italia, a vida nao vale nada".

é muito triste chegarmos ao ponto de dizer, ou pior ainda, chegarmos ao ponto de presenciar que a VIDA -- ou seja, o misterio do universo, a coisa mais fantastica , inexplicavel e maravilhosa que conhecemos, aquilo que bilhoes de pessoas acreditam ser uma dadiva de Deus -- NAO VALE NADA. Para meu consolo, resta minha convicçao de que nao valha nada para muitos, mas para alguns ainda é considerada como o mais importante, seja tudo!

giovedì 5 novembre 2009

The opening of the Wall at Berlin Bornholmer Strasse - November 1989...

The former border crossing of "Bornholmer Strasse" was the first point of the "DDR" that opened it's gates to the West on 9th of november 1989. Shortly after the news the first "Trabi" rolled into...

Fine del muro di Berlino - Novembre 1989...ecco perchè invece era meglio quando il muro era in piedi!!!

Novembre 1989 - Dal Muro di Berlino a Piazza Tien a Men: A 20 anni di distanza da uno degli eventi Storici che più hanno caratterizzato la vita Politica Europea e che hanno dato inizio ai più grandi sconvolgimenti geo-politici Mondiali, noi precursori della dottrina Social-Popolare non possiamo non constatare e registrare i gravissimi danni che l'assetata quanto frettolosa voglia di libertà delle popolazioni dell'Est Europa spinti e sostenuti dai Governi del così detto Occidente Capitalista ha causato in mezzo Mondo a partire proprio da quell'Europa che ha illuso pure i suoi stessi figli e la sua stessa gente.
La caduta del Muro di Berlino ha da principio fatto credere a tutte le popolazioni del continente che una nuova Era di Pace, Libertà e Progresso Sociale, Eguaglianza e Fratellanza era alle porte...finalmente il Nuovo Mondo da troppo tempo atteso avrebbe trasformato le Nazioni e tutti gli uomini...la Guerra Fredda con il suo equilibrio del Terrore e l'incubo dell'Olocausto Atomico nella magia di una notte sembravano essere cancellati, Papa Giovanni Paolo II° che fù uno dei più grandi sostenitori della politica anti-Cortina di Ferro di memoria Sovietica gioiva entusiasta insieme a tutti i più grandi Statisti dell'Epoca...dalla Tacher a Kohl, da Mitterand ad Andreotti e Cossiga, da Ronald Reagan all'epoca Presidente degli Stati Uniti d'America a Michkail Gorbaciov Presidente della oramai morente Unione Sovietica e novello Premio Nobel per la Pace, dalla Regina d'Inghilterra al Re di Spagna...tutto era un tripudio, un festeggiamento: finalmente la Grande Germania uscita con le ossa fracassate dalla Seconda Guerra Mondiale del 1939-1945 da lei stessa scatenata poteva riunificarsi sotto l'ombrello protettivo dello Zio Sam e del Capitalismo Mondiale.
Libertà era la parola d'ordine insieme al redivivo anti-Comunismo fomentato dalle Lobby miliardarie di mezzo Mondo guidate dalle potenti Massonerie segrete Americane che già fiutavano con la bava alla bocca le immensi ricchezze che l'apertura di quei nuovi mercati e lo sfruttamento a basso costo delle materie prime con la forza lavoro umana offrivano quegli Stati liberati dal predominio dei Regimi Comunisti dell'Est Europa, della Russia e della Cina.
Non solo, con la liquidazione della Super-Potenza Sovietica e della sua influenza sulla politica estera, anche lo scacchiere della geo-politica in Africa e nel Medio-Oriente avrebbe subito grandi mutamenti sempre a favore della causa Capitalista delle grandi Lobby che influivano e influiscono tutt'oggi sulla politica economica dei Governi Occidentali dell'Europa e dell'America...e così è avvenuto!
Quest'anno il Mondo intero festeggierà in pompa magna la caduta del Muro di Berlino come se tutto ciò che è accaduto dopo non ci fosse mai stato ma noi vogliamo invece ricordare ciò che la grande illusione ha provocato e vogliamo in contro-tendenza Mondiale ricordare a tutti ciò che di benefico in realtà non ha portato a tutti quei popoli che erano stati illusi dal nostro sistema capitalistico consumista con l'equazione: LIBERTA'=RICCHEZZA!!!
L'Occidente con in testa gli Stati Uniti d'America avevano utilizzato un colpo quanto mai più basso, bieco e spregievole per convincere nel corso degli anni e convincere le varie e vaste popolazioni dell'Est Europa e dell'Asia Centrale che l'abbattimento dei vari Regimi Comunisti dell'epoca che li governavano avrebbe portato loro non solo il vento di una nuova libertà ma anche una ricchezza diffusa, una ricchezza che sarebbe stata alla portata di tutti...così con l'ultima pietra abbattuta del Muro di Berlino, tempo 2 anni: 1989-1991...l'Unione Sovietica è crollata dopo i colpi mortali assestati prima dal crollo del proprio vassallo Europeo che appunto era la Repubblica Democratica di Germania e dalla Romania con l'abbattimento del Regime di Ceaucescu e la fucilazione dello stesso insieme alla moglie...dopo il Muro abbattuto inizia il lento ed inesorabile dramma: dalla Lituania alla Georgia, dal Turkmenistan alla Cecenia...ogni Repubblica dell'Unione Sovietica sferza il proprio colpo mortale all'ormai agonizzante Orso Russo...che muore definitivamente il 21 Agosto del 1991 con la proclamazione d'indipendenza di tutte le Repubbliche Sovietiche da cui abbiamo visto nascere i nuovi Stati: Ucraina, Bielorussia, Lituania, Estonia, Lettonia, Kazakhistan e le altre piccole e grandi Repubbliche che per 70 lunghi anni avevano costituito l'immenso Impero Sovietico!
I piani delle grandi Massonerie e dei grandi gruppi Capitalisti Occidentali avevano funzionato, cancellata la Guerra Fredda avevano potuto dare inizio ai loro grandi progetti economici, hanno aiutato con ingenti finanziamenti molti leader politici emergenti nei vari Stati per così dire liberati dal Comunismo e li hanno sostenuti fino ad aiutarli ad essere eletti dai propri popoli in competizioni politiche pseudo-democratiche e pilotate, hanno aiutato e finanziato la costituzione di governi amici che sopra la corruzione hanno costruito e rafforzato il proprio potere su tutto e su tutti...diffondendo errori e mostruosità all'interno delle proprie economie nazionali e diffondendo insieme alla corruzione una povertà sempre più estesa che si tramutava spesso in una vera e propia miseria.
Poche elité si arricchivano oltre misura e moltissimi si impoverivano sempre più...così dopo il crollo del Muro di Berlino e dopo il crollo dell'Unione Sovietica e di tutto il blocco Comunista dell'Est Europa che costituiva il Patto di Varsavia, abbiamo assistito inermi ed increduli alle lunghissime file del pane a Mosca, a Praga, a Bucarest, a Varsavia...abbiamo assistito alle immani migrazioni dei tanti che per sfuggire alla fame emigravano in Italia e in Europa, abbiamo visto l'Armata Rossa dissestata e abbandonata pericolosamente a sè stessa ed alla sua miseria improvvisa, abbiamo assistito al violento disfacimento della Yugoslavia smembrata in una guerra terribile e fratricida nel cuore dell'Europa Capitalista e moderna che ha causato decine e decine di migliaia di morti innocenti, guerra sostenuta e finanziata con soldi e armi segretamente da quelle stesse Lobby Capitaliste che hanno fomentato il caos e l'abbattimento del Muro di Berlino; abbiamo visto l'Albania disgregarsi e cadere succuba di un vero e proprio Governo Mafioso e corrotto che ha impoverito la popolazione, scappata in massa sulle navi, sui barconi e sui gommoni nel mare Adriatico per raggiungere le nostre coste Italiane; abbiamo assistito alle tantissime guerre etniche, alle pulizie etniche, alle guerre civili che sono scoppiate una dopo l'altra dal 1989 in poi nei vari territori dell'ex-Unione Sovietica: Turkmenistan, Georgia, Armenia, Azerbaijan, Cecenia, Ingusciezia, Moldavia...popolazioni che un tempo vivevano in pace in un progresso sociale seppur diverso e avverso dal nostro Occidentale, si ritrovarono d'un tratto trascinate in guerre sanguinose, città un tempo edificate si erano trasformate in cimiteri a cielo aperto, rase al suolo, distrutte dalle pioggie di fuoco e di odio fomentato da coloro che pilotavano le guerre per arricchirsi oltre misura e per impadronirsi delle materie prime di quei paesi, di quei territori, di quelle nazioni....guerre civili mascherate da guerre di religione e di intolleranza che erano in realtà guerre per i soldi e per la ricchezza dei futuri mercati che dovevano essere sfruttati al meglio dalle Caste e dalle Lobby Massoniche-Capitaliste Mondiali.
I vari Leader Politici locali venivano comprati, prezzolati, corrotti al solo fine di creare caos e di costituire Governi amici e condiscendenti che dovevano servire fedelmente i propri veri padroni...banchieri, massoni, lobby, mafiosi...questo in realtà ha scoperchiato veramente il crollo del Muro di Berlino!!! Tutti i popoli, dall'Occidente all'Oriente, sono stati ingannati, illusi e disillusi...le conseguenze dei veri piani strategici nascosti ai più sono venuti ormai a galla ma oramai tutto è stato compiuto e tutto è stato inquinato, tutto è stato fatto ed i danni sono irreversibili...gli Stati di mezza Europa dell'Est, Russia compresa, sono guidati da Governi impuri, corrotti, collusi con la Mafia e la criminalità...Governi che tutelano gli interessi di pochi ricchi e potenti, Governi che hanno la piena volontà affinchè una parte della propria popolazione rimanga in povertà perchè la povertà delle masse garantisce la ricchezza ed i privilegi di un Capitalismo che basa il proprio sistema sull'egoismo e sull'edonismo...un sistema trapiantato in quei paesi dallo stesso Capitalismo edonista ed egoista che ancora più potente che mai guida, influisce e governa anche la nostra Italia, la nostra Europa, l'Occidente moderno così come lo conosciamo tutti...con in testa gli Stati Uniti d'America egemoni e rappresentanti l'unica vera Super-Potenza politica, economica e militare sopravissuta e vincitrice della passata Guerra Fredda dei blocchi contrapposti.
A 20 anni di distanza dal crollo del fatidico Muro di Berlino dunque, noi precursori della dottrina Social-Popolare rimpiangiamo l'equilibrio del terrore della Guerra Fredda che paradossalmente ha garantito e poteva garantire una vera pace, una vera stabilità e una vera prosperità economica seppur diversa dalla nostra, in almeno mezzo Pianeta Terra!!!
Invece dopo il suo abbattimento, abbiamo assistito al riemerge di pericolosi sentimenti ultra-nazionalisti, di tremendi rigurgiti di fondamentalismo religioso...soprattutto in Africa e nel Medio-Oriente...guerra, disordine, caos, povertà, miseria, mafia, criminalità, droga, immigrazione selvaggia e clandestina, traffico di armi, di organi umani e di droga, sangue, distruzione, genocidi, massacri, pulizia etnica, devastazioni, corruzione...è questo ciò che ci hanno regalato i vincitori della Guerra Fredda in mezza Europa se non nel Mondo intero!!! LIBERTA' ci avevano detto e LIBERTA' gridavano anche in Piazza Tien a Men a Pechino nel 1989 ma grazie a DIO la Cina Comunista ha resistito all'onda d'urto che si stava propagando e dirigendo anche verso di loro perchè anche questo era di sicuro nei progetti dei Massoni-Capitalisti Occidentali, distruggere URSS e CINA per invadere silenziosamente con i propri tentacoli mafiosi quei territori così vasti e così ricchi di materie prime preziose...un grande mercato cento volte superiore per numero e potenzialità all'Europa stessa!!! Nel 2009 si festeggia anche la ricorrenza della rivoluzione per la Libertà degli studenti Cinesi a Piazza Tien a Men contro il Regime di Pechino ma quì noi sosteniamo che sarebbe forse meglio festeggiare il fallimento di quella Rivoluzione sprovveduta ed avventata che avrebbe avuto conseguenza ben più peggiori e terrificanti se quella Rivoluzione avesse avuto successo!!!
Dopo il crollo del Muro di Berlino abbiamo assistito alla recrudescenza della guerra di Religione trà le due culture: Cristiana-Occidentale contro quella Islamica-Araba...di sicuro con la Guerra Fredda non avremmo mai visto l'attentato gravissimo alle Torri Gemelle di New York dell'11 Settembre 2001, le due guerre in Iraq (Desert Storm del 1991 e quella del 2003) e non avremmo visto le altre guerre in Afghanistan...moltissime delle varie guerre che abbiamo visto nascere e crescere negli ultimi 20 anni, nel proseguio dell'equilibrio del terrore non avrebbero avuto corso nè inizio....Al Qaida ed il regime di sangue attuato dalla costituzione del movimento terroristico internazionale e trasversale mondiale fomentato dal fanatismo Islamico e non solo, con il Muro ancora in piedi a Berlino non avrebbero non solo avuto modo di esistere ma non sarebbero riusciti a sopravvivere a lungo!!!
Noi oggi possiamo solo confidare nel rafforzamento e nella sopravvivenza del Regime di Pechino, dell'Avana a Cuba di Raoul Castro fratello del Leader Maximo Fidel, del Vietnam e del Laos e di tutti quei Regimi in cui anche se non regna una libertà totale apparente in ogni caso regna comunque l'ordine, la stabilità, la pace ed il controllo ferreo del Potere Politico e dello Stato lontano dalla corruzione e dalla Mafia!!! Soprattutto ci auguriamo che la Cina non debba crollare e colassare mai...sarebbe una catastrofe umanitaria che noi mai ci sogneremo di incoraggiare e di augurare a nessuno Stato...soprattutto per noi in Occidente, in Europa, in Italia....sarebbe davvero una catastrofe incontenibile...catastrofe che invece purtroppo i gruppi Massonico-Capitalisti sperano avvenga molto presto per tutti i motivi che abbiamo elencato prima in questo stesso articolo.
Noi siamo prima di tutto amici del Regime Cinese e speriamo, confidiamo nel suo ordine e nel suo Governo e diffidiamo tutti voi dal credere ciecamente alla propaganda occidentale che vuole la Cina un paese tiranno, cinico e crudele!!! Ricordate che trà un estremo e l'altro, la verità stà nel mezzo...
Oggi il Capitalismo Occidentale per scardinare e scalfire il Regime di Pechino stà prezzolando ed utilizzando il Dalai Lama in primis, i Monaci ed il popolo Tibetano poi, per fomentare quella Rivoluzione della falsà ed ipocrita Libertà fallita in Piazza Tien a Men nel 1989 e questa volta il pretesto è più grave e più bieco, più sconvolgente che mai: l'odio etnico-razziale e religioso!!! Fomentando i revanscismi nazionalistici e culturali-religiosi contro Pechino si spera in occidente di scatenare una vera e propria guerra di secessione per sperare nel crollo definitivo del Regime Cinese!!! Una pericolosa bomba...ad orologeria che i Cinesi intelligentemente devono cercare al più presto di disinnescare...prima della deflagrazione letale e finale che getterebbe nel caos e nel disordine un quarto della popolazione Mondiale!!!
E' questo ciò che vogliono e sperano di fare i paladini della Democrazia Occidentale??? Non sono bastati i fiumi di sangue scaturiti dalle disgrazie e dalle guerre etniche e religiose scoppiate dopo il crollo del Muro di Berlino in Europa, nel Caucaso, in Asia Centrale, in Africa e nel Medio-Oriente??? Non è bastato a loro la ricchezza depredata ai popoli di mezzo Mondo??? L'ultima grave crisi economica da cui tutt'oggi soffriamo e lentamente ci stiamo tirando fuori è causa ancora di questi banchieri e massoni-capitalisti senza scrupoli che sulle disgrazie altrui basano le loro ricchezze, è causa di questo Capitalismo che sopravvive e si arricchisce basando la propria esistenza sulla corruzione, sull'edonismo e sull'egoismo così come lo stesso Papa Benedetto XVI° ha detto pubblicamente tempo fà: "L'egoismo è alla radice della crisi economica!" Ed allora, che cosa pretenderebbero di fare con la Cina Maoista e la Cuba Castrista??? Perchè l'America dopo oltre 40 anni continua imperterrita a mantenere l'embargo economico su Cuba anche dopo la caduta del Muro di Berlino??? Perchè si deve credere al Dalai Lama come se fosse un Dio in Terra e perchè taluni ancora oggi cercano di utilizzarlo come un moderno "Cavallo di Troia" in maniera tale di tentare di scardinare il Regime Cinese dall'interno???
Noi confidiamo nella Cina Maoista moderna...e ci auguriamo vivamente che il Regime Cinese sopravviva per altri 50 anni almeno così come ci auguriamo che a Cuba Raoul Castro riesca a mantenere l'ordine e riesca a mantenere in vita il Regime Castrista per altri 40 anni almeno...non perchè siamo Comunisti, noi siamo Social-Popolari, ma perchè crediamo che questi per noi oggi Stati-Modello, siano l'ultimo baluardo per contrastare l'ipocrisia del nostro sistema Democratico Occidentale inquinato ormai dal malaffare, dalla mafia, dal crimine e dalle Lobby-Massoniche che guardano solo agli interessi dei pochi privilegiati a discapito dei molti che sono costretti gioco-forza a vivere sotto la soglia della povertà, della miseria, del lavoro precario, dell'ipocrisia e dell'ingiustizia sociale dei nostri tempi.

Alexander Mitrokhin

martedì 3 novembre 2009

IL CASO MARRAZZO E LA QUESTIONE MORALE, LA PRIVACY VIOLATA E GLI SPREGIEVOLI RICATTI MA L'ITALIA E' MALATA PRIMA DI TUTTO ALL'INTERNO DEL SUO POPOLO!

E' proprio così...non ci si deve scandalizzare più di tanto alla notizia che proprio il 2 Novembre 2009 l'ex-Governatore della Regione Lazio Piero Marrazzo ha confessato ai PM che era solito essere un assiduo frequentatore di Via Gradoli e dei transessuali ed era un abitudinario consumatore di cocaina...se altissime ed importanti cariche politiche Italiane sono spesso implicate in casi simili è proprio perchè essi stessi rappresentano in pieno la società malata che li ha eletti, la società Italiana inquinata dalla Mafia e dalla Camorra, la società Italiana che apparentemente è baghettona e bigotta ma che in realtà sotto sotto è trasgressiva e deviata.Non è un caso che il florente mercato della prostituzione sia femminile che transessuale abbia proprio all'interno della nostra società Italiana milioni di etrosessuali e bisessuali che usufruiscono frequentemente dei servigi a pagamento di queste persone che offrono il proprio corpo per una manciata di minuti di sesso e trasgressione; molti uomini sposati e non, spendono diverse centinaia di euro al mese per il sesso a pagamento e per il consumo delle droghe leggere e pesanti...dall'operaio semplice al muratore, dal disoccupato all'impiegato statale, dal poliziotto al carabiniere, dall'avvocato al giudice, dal libero professionista all'imprenditore, dal cattolico praticante all'ateo più incallito, perfino preti e religiosi, extracomunitari e comunitari ed insomma si può dire di qualsiasi ceto sociale, di religione o di razza, tutti in parte partecipano al grande fatturato multimilionario che il mercato della droga e della prostituzione alimenta gran parte della criminalità organizzata!!! Stato e Mafia, sempre e comunque, non servivano i vari "papelli" e "pizzini" per capire che ormai le nostre Istituzioni sono irrimediabilmente inquinate ed infettate dalla criminalità borghese-mafiosa, dagli interessi solo puramente economici, dal malaffare, dal clientelismo, dalla corruzione, dal malcostume e dalla cattiva politica contraria al benessere sociale e collettivo!!! Tutti gli schieramenti politici lo negheranno ma è oramai indubbio che mezza Italia se non tutta a partire dal Sud si trova oggi in mano al ricatto ed al potere economico della criminalità organizzata, (mafia, camorra, n'drangheta, sacra corona unita ed altrettante varie e piccole formazioni criminali minori ma non meno dannose e pericolose) mentre la politica del nostro Paese sciagurato è guidata da poteri forti e occulti che trovano nella Massoneria Nazionale e Internazionale i suoi cardini ed il suo sostegno; parte della Magistratura, parte della Politica, parte dell'Imprenditoria che conta è oggettivamente e seriamente implicata, affilliata a questi gruppi Massonici in cui si intrecciano interessi milionari che esulano dall'interesse collettivo del popolo Italiano!!! La conseguenza è che questi intrecci politici ed economici di forti interessi di potere influiscono su tutte o quasi tutte le scelte del Governo Italiano e di tutte le Amministrazioni Regionali, Provinciali e Comunali di tutta quanta la Penisola Italiana, spesso e troppo spesso anche in netta contrapposizione all'interesse generale e più importante che è quello legato all'interesse del popolo Italiano!!! Le scelte politiche, anche le meno importanti, sono influite e inquinate da questo intreccio Massonico-Mafioso-Politico-Borghese che mirano apparentemente al bene comune ma che in realtà beneficiano solo i pochi eletti, i "fratelli" delle Loggie che comandano i nostri Comuni, i nostri Commissariati, i nostri Tribunali, le nostre Camere di Commercio, le nostre Banche e le nostre Regioni in toto!!! Non esiste un posto di potere in cui non ci sia tra questi un "fratello"! Non ho ancora dati precisi alla mano ma sono sicuro che almeno un Senatore della Repubblica su due è Massone, un Magfistrato o un Giudice o un Avvocato su tre è Massone, i Notai quasi tutti, i Commercialisti pure così come i Direttori di banca, poi ci sono diversi medici e chirurghi e diversi Cardinali e Vescovi anchessi se può sembrare un paradosso frequentano abitualmente i salotti della Massoneria, anche perchè del resto anche la stessa OPUS DEI Vaticana è considerata a maggior ragione la più grande Loggia Massonica della Chiesa Cattolica insieme ad altre apparenti Associazioni benefiche Cristiane che in realtà funzionano anche come Ordini Massoniche Cattoliche; almeno la metà di tutti i grandi uomini politici Italiani, più importanti e meno importanti, sono stati o sono tutt'oggi Massoni, (ricordiamo tra tutti Berlusconi affiliato in passato alla Loggia P2 di Licio Gelli), diversi giornalisti così come pure diversi grandi Generali e graduati delle Forze Armate, delle Forze dell'Ordine sono anchessi implicati e coinvolti in diversi gruppi Massonici.Dal dopo guerra sino alla metà degli anni '90 l'Italia ha subito il malgoverno ed il malaffare guidato in primis dalla vecchia Democrazia Cristiana che è stata la vera piaga d'Egitto per l'intera nostra Nazione, coalizzata con il Partito Socialista ed il Partito Liberale, il Partito Socialdemocratico e quello Repubblicano del defunto Onorevole Spadolini, il famoso "Penta-Partito" che grazie anche all'aiuto prestato clandestinamente dal vecchio Partito Comunista Italiano tramite voti e consensi più o meno taciti, ha distrutto e devastato l'intera economia Italiana permettendo inoltre a terrorismo, mafia, camorra e criminalità organizzata in generale di crescere e proliferare ovunque perchè al "Penta-Partito" di Andreotti, Forlani e Craxi interessavano solo i soldi, il potere politico e la gestione degli interessi clientelari inquinando irreparabilmente l'intera struttura Istituzionale della Repubblica Italiana!!!Le stragi di Stato, l'omicidio di Aldo Moro, i drammi umani degli anni di piombo, le stagioni di sangue e delitti di mafia e di camorra, l'impoverimento del Sud Italia e dell'Italia tutta poi, l'immigrazione clandestina, il proliferare del mercato della droga, delle armi e degli esseri umani, lo sfruttamento della prostituzione e della prostituzione minorile, la prostituzione dei transessuali, Via Gradoli con l'ex-Governatore del Lazio Marrazzo, i servizi segreti deviati e corrotti, Scampia e Gomorra, tutto il male ed il marciume che il popolo Italiano tutto ha dovuto subire negli ultimi 50 anni è ed è solo per colpa di quell'intreccio del malaffare trà politica, mafia e massoneria ma soprattutto è solo grazie alla colpa del più grande e spregievole Partito Politico che si è definito Cristiano e Cattolico nei suoi valori ma che in realtà si è rivelato diabolico e "satanista" nella sua pratica di Governo, cioè la DEMOCRAZIA CRISTIANA prima tra tutti insieme ai suoi scellerati alleati di Governo!!! Anche l'attuale Premier Berlusconi così tanto criticato e odiato dalla Sinistra Italiana è "figlio" di quel terribile "parto" che il dopoguerra ci ha donato: la DC, il Centro "Cattolico" e moderato, la Borghesia ipocrita, bigotta e perbenista che ci ha ovattato il senso dello Stato vero e dell'Onore vero, non quello Mafioso!!!PROGETTO "REPULISTI": Da questa premessa e dalle tante altre che in questi primi due anni di BLOG MITROKHIN abbiamo quì sempre esposto chiaramente alla luce del sole, deve e dovrebbe nascere la base per un serio progetto di "REPULISTI" dello Stato Italiano in tutti i suoi settori, a partire dai bassi fondi sino a salire ai più alti vertici delle Istituzioni Repubblicane!!! L'impresa sembra facile a dirsi ma è sicuramente difficilissima, quasi impossibile a farsi! Il problema è semplice: come si potrebbe convincere i detentori del potere politico ed economico che curano solo gli interessi Massonici-Mafiosi-Politici delle cordate che hanno gravi responsabilità per lo sfascio generale del Paese ad abbandonare i loro posti di comando e le loro posizioni di grande privilegio??? Chiaro che nessuno abbandonerebbe mai la propria posizione di potere ed anzi la difenderebbe con ogni mezzo lecito e illecito, ad ogni costo senza se e senza ma!!! Mafia-Massoneria e Politica ci sarebbero contro sferrando attacchi con ogni strumento a loro disposizione tra cui i più forti cioè quelli Giudiziari e Polizieschi: i "fratelli" Magistrati e Generali dell'Arma e della Polizia di Stato ci divorerebbero in un solo boccone in poco tempo...se poi alla peggio pensiamo che sicuramente utilizzerebbero i tentacoli della Piovra e sappiamo per certo che finiremo molto "male" in tutti i sensi!!! Dunque chi dovrà applicare il PROGETTO "REPULISTI" dovrà farlo nella maniera più subdola e più nascosta possibile strisciando nel silenzio più assoluto e colpire queste losche figure alle spalle, nel momento in cui non se lo aspetterebbero mai!!! Progetto un pò "vigliacco" ma efficace e necessario per tutti coloro che hanno a cuore i veri interessi del popolo Italiano e della Nazione Italiana!!! Un Golpe dunque??? Sarebbe efficace in un altro Paese di certo ma non Italia e soprattutto per i diversi motivi e problemi che ho citato pocanzi: come identificare i Generali e le forze Politiche sane? Cioè, non inquinate e non affiliate alla Massoneria o ai Clan Criminali di ogni specie??? Come si potrebbe? Sarebbe un'impresa difficile e pericolosa perchè al primo sbaglio si sarebbe subito scoperti e traditi!!! Una soluzione più appropriata tra le diverse in cantiere sarebbe quella di istituire intanto un Servizio Segreto Clandestino pulito e sano che dovrebbe avere il compito molto arduo e certosino di catalogare e istillare una lista di tutte le personalità politiche e sociali di qualsiasi ceto e di qualsiasi schieramento politico che sono affiliate ed implicate in affari con la Massoneria e la Criminalità Organizzata; dopo di che catalogare tutti gli appartenenti alle Forze dell'Ordine ed alle Forze Armate che pure sono o possono essere affiliate alla Massoneria ed essere per tanto figure corrotte e pericolose!!! Per questi ultimi si dovrebbe invocare l'attuazione del Codice Penale Militare: traditori dello Stato come i poliziotti della Fiat Uno bianca di passata memoria o coloro che usano la propria divisa e la propria posizione di privilegio per estorcere, minacciare, uccidere innocenti e delinquere in generale si meriterebbero la fucilazione immediata per alto TRADIMENTO dello Stato e del Popolo Italiano!!! Ma tornando alla prima FASE preliminare del PROGETTO REPULISTI si dovrebbe appunto, cosa poi non facile, individuare, paralizzare e neutralizzare infine tutti i soggetti inquinati e infettati dal germe della corruzione e della Massoneria-Mafiosa-Borghese!!! Individuati infine i soggetti insani e infettati si dovrebbero poi catalogare i soggetti sani, fedeli e più attendibili per passare subito dopo alla fase 2 del progetto ma di questo si parlerà in un altro momento! Adesso rimane solo l'indignazione non per Marrazzo e per i trans cocainomani, ma soprattutto per ciò che ha rappresentato Marrazzo e la sua politica che nasce da un lontano e nefasto passato fatto di corruzione e di inquinamento morale dello Stato e della Politica Italiana in generale!!!

Alexander Mitrokhin

venerdì 30 ottobre 2009

Camorra: omicidio in ripresa diretta!!! (Italy: Mafia murder shock...)

Un'esecuzione in diretta. Quindici minuti di telecamere su un vicolo di Napoli. E, dentro, centoventi secondi di puro terrore: un camorrista giustiziato con tre pallottole tra la nuca e la schiena dinanzi al passaggio di clienti in un bar. Un regolamento di conti, consumato nel ventre della città antica, sotto la luce del sole, tra ragazzi che tornano da scuola, madri a spasso con figlie adolescenti, uomini corpulenti che ciondolano in strada, giovanotti sovrappeso che perdono tempo e soldi alle slot machines del retro del bar.

Fonte: http://www.youtube.com/user/bioneon

giovedì 29 ottobre 2009

Enzo Biagi intervista Indro Montanelli...

Due grandiosi personaggi storici del giornalismo e della cultura Italiana del secolo passato...

Caso Marrazzo, intervista a Natalia...

Intervistata Natalia, amica di Piero Marrazzo, smentisce di essere lei la persona sospettata presente nel video, oggetto di ricatto nei confronti del presidente della regione Lazio, da parte di quattro carabinieri.

TgRai2

«Mi chiamo Natalia, non Nathalie. Lasciatemi in pace, non voglio e non posso parlare». Natalia è il trans brasiliano che dice di avere da sette anni una storia con il presidente della Regione Piero Marrazzo. E appena scesa dalla macchina dei carabinieri del Ros che lhanno riaccompagnata nella sua casa di via Gradoli dopo averla ascoltata per ore.

Berlusconi interviene a Ballarò: "Mills? I giudici sono comunisti" 2/2

"Giudici e pm comunisti". Quanto alla conferma della condanna per Mills, Berlusconi insiste: "Non sono io l'anomalia italiana. Sono i giudici comunisti e i pm comunisti, 109 magistrati che si sono interessati di me, che da quando Berlusconi è entrato in politica hanno deciso di aggredirlo con innumerevoli iniziative". Poi si chiede: "Ma davvero Silvio Berlusconi era l'imprenditore più criminale della storia del mondo?".
Caso Marrazzo, "l'ho lasciato libero di scegliere". Berlusconi coglie l'occasione per parlare della vicenda dell'ex presidente della Regione Lazio e del ruolo che il premier avrebbe svolto nell'informare l'ex governatore dell'esistenza di un video compromettente su di lui. "L'ho informato ma non gli ho dato alcun consiglio - spiega - l'ho lasciato libero di scegliere se chiamare i numeri telefonici che gli ho fornito o di fare una denuncia". Berlusconi ha detto di aver saputo da sua figlia (Marina, presidente dei Mondadori, ndr) dei filmati che riguardavano Marrazzo "quando la Mondadori aveva già rifiutati di comprarli, perché la Mondadori non è né Repubblica né l'Espresso". Sul punto è intervenuta Concita De Gregorio: "E allora, perchè non ha fatto lo stesso per il caso Boffo, quando disse che non poteva controllare Il Giornale, la cui proprietà è della Mondadori?". "Sono due cose totalmente diverse - ha risposto il premier - nel caso Boffo non sono intervenuto in alcun modo, anche perchè si trattava di un direttore molto vicino a una personalità che mi è molto cara in Vaticano (il cardinale Camillo Ruini, ndr)".
Crisi, Irap e fiducia. Quanto alla situazione economica italiana, Berlusconi ha ribadito di non aver mai sottovalutato la crisi ma di aver voluto "infondere fiducia e ottimismo, perché anche l'aspetto psicologico è importante". Per quel che riguarda la discussa ipotesi di abolizione dell'Irap, si farà perché "è nel programma di governo" dice il presidente del Consiglio, "ma non si possono fissare dei tempi perché dipende dall'andamento della crisi". Si opererà, ha aggiunto, "entro i tempi possibili, e questo dipende da come si evolverà la crisi, e nessuno al mondo lo sa".
(www.repubblica.it)

Berlusconi interviene a Ballarò: "Mills? I giudici sono comunisti" 1/2

"Giudici e pm comunisti". Quanto alla conferma della condanna per Mills, Berlusconi insiste: "Non sono io l'anomalia italiana. Sono i giudici comunisti e i pm comunisti, 109 magistrati che si sono interessati di me, che da quando Berlusconi è entrato in politica hanno deciso di aggredirlo con innumerevoli iniziative". Poi si chiede: "Ma davvero Silvio Berlusconi era l'imprenditore più criminale della storia del mondo?".
Caso Marrazzo, "l'ho lasciato libero di scegliere". Berlusconi coglie l'occasione per parlare della vicenda dell'ex presidente della Regione Lazio e del ruolo che il premier avrebbe svolto nell'informare l'ex governatore dell'esistenza di un video compromettente su di lui. "L'ho informato ma non gli ho dato alcun consiglio - spiega - l'ho lasciato libero di scegliere se chiamare i numeri telefonici che gli ho fornito o di fare una denuncia". Berlusconi ha detto di aver saputo da sua figlia (Marina, presidente dei Mondadori, ndr) dei filmati che riguardavano Marrazzo "quando la Mondadori aveva già rifiutati di comprarli, perché la Mondadori non è né Repubblica né l'Espresso". Sul punto è intervenuta Concita De Gregorio: "E allora, perchè non ha fatto lo stesso per il caso Boffo, quando disse che non poteva controllare Il Giornale, la cui proprietà è della Mondadori?". "Sono due cose totalmente diverse - ha risposto il premier - nel caso Boffo non sono intervenuto in alcun modo, anche perchè si trattava di un direttore molto vicino a una personalità che mi è molto cara in Vaticano (il cardinale Camillo Ruini, ndr)".
Crisi, Irap e fiducia. Quanto alla situazione economica italiana, Berlusconi ha ribadito di non aver mai sottovalutato la crisi ma di aver voluto "infondere fiducia e ottimismo, perché anche l'aspetto psicologico è importante". Per quel che riguarda la discussa ipotesi di abolizione dell'Irap, si farà perché "è nel programma di governo" dice il presidente del Consiglio, "ma non si possono fissare dei tempi perché dipende dall'andamento della crisi". Si opererà, ha aggiunto, "entro i tempi possibili, e questo dipende da come si evolverà la crisi, e nessuno al mondo lo sa".
(www.repubblica.it)

ITALIA-CINA

ITALIA-CINA
PER L'ALLEANZA, LA COOPERAZIONE, L'AMICIZIA E LA COLLABORAZIONE TRA' LA REPUBBLICA ITALIANA E LA REPUBBLICA POPOLARE CINESE!!!