Visualizzazioni totali delle visite sul blog "Mitrokhin" dalla sua nascita: 08 Novembre 2007

Vota il mio blog...

siti migliori

Il 4 Dicembre 2016, al Referendum Costituzionale, cosa voterai?

Classifica settimanale delle news piu' lette sul blog Mitrokhin...

Cerca nel blog

Caricamento in corso...

News del blog in email...

Translator (Translate blog entries in your language!)

Post in evidenza

Guy Fawkes e il grande complotto di Londra del 5 Novembre 1605...

Ritratto di Guy Fawkes (Trelleek) Guy Fawkes ( York , 13 aprile 1570 – Londra , 31 gennaio 1606 ) è stato un militare inglese . N...

martedì 18 ottobre 2011

Roma, manifestazione degli Indignati, Sabato15 Ottobre 2011, il corteo, gli scontri, la festa rovinata dai violenti...



Bari – RESISTENZA pluriaggravata a pubblico ufficiale: questa la contestazione elevata ai 12 giovani arrestati nell’ambito della manifestazione degli indignati, a Roma. La Procura ha chiesto al gip la convalida degli arresti. Le accuse possono portare a condanne che vanno da 3 a 15 anni. Tra i fermati ci sono tre ragazze e un romeno. Tutti di età compresa tra i 19 e i 30 anni. Altri otto, tra cui sei minori, denunciati a piede libero. Nessuno dei dodici arrestati ha precedenti penali. “Le loro storie personali – spiega un difensore – sono tutte da scrivere. Sono stati semplicemente presi nel mucchio”. Tutti dovranno comparire davanti al gip Elvira Tamburelli.

L’elenco, per ordine alfabetico, è aperto da Giovanni Caputo, 23 anni, di Terlizzi (Bari), ma da qualche mese trasferitosi in Spagna, a Barcellona. Sempre dalla Puglia viene Valerio Pascali, 21 anni, di San Pietro Vernotico, in provincia di Brindisi ma che da tempo vive e studia a Bologna. Le ragazze sono: Ilaria Ciancamerla, 19 anni di Sora, Alessia Catarinozzi, 26 anni, di Alatri, Alessandra Orchi, 29 anni, di Roma. Il romeno è Roberto Scarlet, e ha 21 anni. Dell’hinterland capitolino sono: Lorenzo Giuliani, nato a Genzano, 19 anni e Giovanni Venuto, 30 anni, di Tivoli. Romani sono invece Giuseppe Ciurleo, 20 anni; e Leonardo Serena, 21 anni. Alessandro Venuto, 23 anni, è originario di Subiaco. Stefano Conigliaro, 23 anni, è nato a Catania.

Alemanno: “Stop ai cortei per un mese nel centro di Roma”. Il sindaco di Roma Capitale, Gianni Alemanno, nel suo potere di Commissario straordinario per l’emergenza traffico, ha firmato questa sera un’ordinanza che vieta per un mese lo svolgimento di cortei in tutto il I Municipio di Roma. Nel centro di Roma saranno possibili solo sit-in in alcune piazze,tra cui piazza della Repubblica.

(Fonte: Tgcom)
(Ansa)
(Ansa)
ROMA - Ci sono 6 minorenni tra i 20 fermati tra le venti persone fermate dalle forze di polizia a Roma per gli scontri avvenuti sabato pomeriggio a Roma durante la manifestazione degli Indignati. Dodici sono gli arrestati, che hanno tra i 20 e i 30 anni, alcuni di loro hanno già precedenti specifici ed erano entrati in azione in passato nel corso di blitz durante manifestazioni. Uno dei giovani, quando é stato bloccato, indossava una maschera antigas per proteggersi dai lacrimogeni, altri impugnavano bottiglie e fumogeni.
Tra gli arrestati con precedenti specifici un ventunenne anarchico di Lecce, studente a Bologna, fermato sabato dalla Digos in via Merulana, un giovane di 22 anni già denunciato per aver preso parte ad un rave in passato, due romane di 18 anni e una di 24 anni, un 21enne di Brindisi, un catanese di 23 anni. «Ci sono stati 1,6 milioni di danni», ha detto il sindaco Alemanno.
FERITI - È di circa 135 feriti il bilancio complessivo dei feriti durante il corteo degli Indignati. Di questi, 30 sono manifestanti, tra cui due, ricoverati al Policlinico Umberto I e all'Aurelia Hospital, hanno subito l'amputazione di alcune dita a causa delle esplosioni di bombe carta. Sono invece 105 gli uomini feriti tra le forze dell'ordine: 50 sono carabinieri, 35 sono agenti della polizia e 20 della guardia di finanza. 

Lo «squadrone» degli incappucciati (Agf)
Lo «squadrone» degli incappucciati (Agf) 
 
LE INDAGINI - Ma non si ferma il lavoro degli investigatori per individuare i teppisti che sabato pomeriggio hanno devastato la zona di San Giovanni nel corso del corteo. La Digos sta visionando filmati registrati dalle telecamere di sicurezza installate nella metropolitana e all'esterno di banche ed esercizi commerciali e foto nel tentativo di individuare i cosiddetti black bloc. E gli investigatori della Questura di Roma collaboreranno con i colleghi delle altre città d'Italia al fine di individuare gli autori degli scontri. Per lunedì mattina è prevista in tribunale l'udienza di convalida dell'arresto dei ragazzi fermati nella serata di sabato. «Le forze dell'ordine si sono trovate a fronteggiare l'aggressività e la violenza di gruppi di teppisti criminali» ha commentato al caldo il capo della Polizia, Antonio Manganelli, commenta la giornata di guerriglia nella Capitale
 
Roma. il giorno dopo la guerriglia
Roma. il giorno dopo la guerriglia   Roma. il giorno dopo la guerriglia   Roma. il giorno dopo la guerriglia   Roma. il giorno dopo la guerriglia   Roma. il giorno dopo la guerriglia   Roma. il giorno dopo la guerriglia   Roma. il giorno dopo la guerriglia
 
RESISTENZA PLURIAGGRAVATA - Il procuratore aggiunto Pietro Saviotti ed il sostituto Marcello Monteleone stanno esaminando in queste ore le informative fatte dalle forze dell'ordine e lunedì inoltreranno al Gip la richiesta di convalida dei fermi per resistenza pluriaggravata a pubblico ufficiale e l'emissione di ordinanze di custodia in carcere. Gli stessi magistrati stanno ora valutando, caso per caso, se contestare anche la devastazione e il danneggiamento comunque questa ipotesi potrebbe essere formulata anche successivamente dopo l'approfondimento delle singole posizioni. 

Maschere antigas, passamontagna, martelli e altri oggetti sequestrati sabato da carabinieri  a 4 antagonisti in arrivo a Roma poco prima del corteo (Proto)
Maschere antigas, passamontagna, martelli e altri oggetti sequestrati sabato da carabinieri a 4 antagonisti in arrivo a Roma poco prima del corteo (Proto) 
 
SEQUESTRI - Sono 10 le bottiglie incendiarie che sono state rinvenute e sequestrate dalla Digos nel corso della manifestazione. In particolare, le bottiglie già complete di stoppino fissato con del nastro isolante e piene di benzina, sono state trovate lungo via Cavour all'altezza del civico 211, all'interno di un borsone nero. Nello stesso contesto, in Piazza San Francesco di Paola, nel corso di un controllo preventivo sono state sequestrate 4 assi di legno «munite» di nastro adesivo, oltre a numerosi sampietrini. In Piazza di Spagna, invece, una guardia giurata in servizio in un istituto di credito ha trovato nascoste in un angolo della via numerose spranghe in ferro e pietre. Tutto il materiale è stato sottoposto a sequestro.
UN MILIONE DI DANNI - «Negozi saccheggiati, vetrine infrante, turisti incastrati negli alberghi con teppisti fuori. È stata messa in atto una vera devastazione» sintetizza il presidente della Confcommercio romana Giuseppe Roscioli. «Secondo una prima stima, molto approssimativa, e che dovrà essere definita con attenzione nei prossimi giorni, crediamo che la città abbia subito almeno un milione di euro di danni, sia per quanto riguarda il trasporto pubblico locale, sia gli interventi per ripulire la città che per i danni materiali al selciato. Sono stati trovati 20 metri cubi di sampietrini divelti e staccati per farne proiettili» ha detto il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, facendo un sopralluogo per le strade della Capitale. 
 
Camionetta dei carabinieri distrutta (Eidon)
Camionetta dei carabinieri distrutta (Eidon)
 
DERBY - Intanto in questura a Roma, è già tutto pronto per la gestione di un altro evento critico per l'ordine pubblico, in occasione del derby che si svolgerà in serata, allo stadio Olimpico, tra Roma e Lazio. 

Fonte: roma.corriere.it

Nessun commento:

ITALIA-CINA

ITALIA-CINA
PER L'ALLEANZA, LA COOPERAZIONE, L'AMICIZIA E LA COLLABORAZIONE TRA' LA REPUBBLICA ITALIANA E LA REPUBBLICA POPOLARE CINESE!!!